Borussia Dortmund
2
Slavia Praha
1
fine
(1-1)
Inter
1
Barcelona
2
fine
(1-1)
Benfica
3
Zenit Saint Petersburg
0
fine
(0-0)
Lyon
2
Rb Leipzig
2
fine
(0-2)
Chelsea
2
Lille
1
fine
(2-0)
Ajax
0
Valencia
1
fine
(0-1)
Borussia Dortmund
CHAMPIONS UEFA
2 - 1
fine
1-1
Slavia Praha
1-1
1-0 SANCHO JADON
10'
 
 
BRANDT JULIAN
38'
 
 
 
 
42'
BORIL JAN
 
 
43'
1-1 SOUCEK TOMAS
ZAGADOU DAN-AXEL
49'
 
 
2-1 BRANDT JULIAN
61'
 
 
WEIGL JULIAN
66'
 
 
WEIGL JULIAN
77'
 
 
 
 
82'
COUFAL VLADIMIR
10' 1-0 SANCHO JADON
38' BRANDT JULIAN
BORIL JAN 42'
SOUCEK TOMAS 1-1 43'
49' ZAGADOU DAN-AXEL
61' 2-1 BRANDT JULIAN
66' WEIGL JULIAN
77' WEIGL JULIAN
COUFAL VLADIMIR 82'
Venue: Signal Iduna Park.
Turf: Natural.
Capacity: 81,360.
Referee: Sergei Karasev (RUS).
Assistant referees: Igor Demeshko (RUS), Maksim Gavrilin (RUS).
Fourth official: Sergei Lapochkin (RUS), Video Assistant Referee: Vitali Meshkov (RUS).
Assistant Video Assistant Referee: Sergei Ivanov (RUS).
MATCH SUMMARY: Dortmund must pick up more points than Inter to finish 3nd.
Slavia have 2 points and will finish 4rth.
6/12: Champions League round of 16 draw.
Ultimo aggiornamento: 10.12.2019 23:48
Inter
CHAMPIONS UEFA
1 - 2
fine
1-1
Barcelona
1-1
 
 
23'
0-1 PEREZ CARLES
 
 
35'
LENGLET CLEMENT
1-1 LUKAKU ROMELU
44'
 
 
VALERO BORJA
45'
 
 
 
 
49'
JUNIOR FIRPO
 
 
86'
1-2 FATI ANSSUMANE
DE VRIJ STEFAN
88'
 
 
ESPOSITO SEBASTIANO
90'
 
 
PEREZ CARLES 0-1 23'
LENGLET CLEMENT 35'
44' 1-1 LUKAKU ROMELU
45' VALERO BORJA
JUNIOR FIRPO 49'
FATI ANSSUMANE 1-2 86'
88' DE VRIJ STEFAN
90' ESPOSITO SEBASTIANO
Venue: San Siro.
Turf: Desso GrassMaster (Composed of natural grass and artificial fibres).
Capacity: 80,018.
Referee: Bjorn Kuipers (NED).
Assistant referees: Sander Roekel (NED), Erwin Zeinstra (NED).
Fourth official: Serdar Gu00f6zubuyuk (NED).
Video Assistant Referee: Pol van Boekel (NED).
Assistant Video Assistant Referee: Dennis Higler (NED).
MATCH SUMMARY: Inter will qualify with a win against Barcelona, who are without a victory in 8 games in Italy.
16/12: Champions League round of 16 draw.
Ultimo aggiornamento: 10.12.2019 23:48
Benfica
CHAMPIONS UEFA
3 - 0
fine
0-0
Zenit Saint Petersburg
0-0
 
 
17'
SANTOS DOUGLAS
GABRIEL PIRES
19'
 
 
 
 
43'
OZDOEV MAGOMED
1-0 CERVI FRANCO
47'
 
 
 
 
55'
EROKHIN ALEKSANDR
 
 
56'
SANTOS DOUGLAS
2-0 PIZZI LUIS
58'
 
 
 
 
79'
2-1 AZMOUN SARDAR
SANTOS DOUGLAS 17'
19' GABRIEL PIRES
OZDOEV MAGOMED 43'
47' 1-0 CERVI FRANCO
EROKHIN ALEKSANDR 55'
SANTOS DOUGLAS 56'
58' 2-0 PIZZI LUIS
AZMOUN SARDAR 2-1 79'
Venue: Estadio do Sport Lisboa e Benfica.
Turf: Natural.
Capacity: 65,200.
Referee: Antonio Mateu Lahoz (ESP).
Assistant referees: Pau Cebrian Devu00eds (ESP), Roberto del Palomar (ESP).
Fourth official: Santiago Jaime Latre (ESP).
Video Assistant Referee: Alejandro Hernu00e1ndez (ESP).
Assistant Video Assistant Referee: Ricardo de Burgos (ESP).
MATCH SUMMARY: 16/12: Zenit are aiming to hold off Lyon to finish 2nd in GROUP G, while 3rd place is Benfica possibilities.
Champions League round of 16 draw.
Ultimo aggiornamento: 10.12.2019 23:48
Lyon
CHAMPIONS UEFA
2 - 2
fine
0-2
Rb Leipzig
0-2
 
 
2'
UPAMECANO DAYOT
 
 
9'
0-1 FORSBERG EMIL
 
 
33'
0-2 WERNER TIMO
MENDES THIAGO
33'
 
 
1-2 AOUAR HOUSSEM
50'
 
 
 
 
52'
MUKIELE NORDI
 
 
62'
SARACCHI MARCELO
2-2 DEPAY MEMPHIS
82'
 
 
UPAMECANO DAYOT 2'
FORSBERG EMIL 0-1 9'
WERNER TIMO 0-2 33'
33' MENDES THIAGO
50' 1-2 AOUAR HOUSSEM
MUKIELE NORDI 52'
SARACCHI MARCELO 62'
82' 2-2 DEPAY MEMPHIS
Start of second half delayed.
Venue: Groupama Stadium.
Turf: Natural ( AirFibr hybrid grass).
Capacity: 57,261.
Referee: Anthony Taylor (ENG).
Assistant referees: Gary Beswick (ENG), Adam Nunn (ENG).
Fourth official: Craig Pawson (ENG).
Video Assistant Referee: Stuart Attwell (ENG).
Assistant Video Assistant Referee: Paul Tierney (ENG).
MATCH SUMMARY: 16/12: Champions League round of 16 draw.
Ultimo aggiornamento: 10.12.2019 23:48
Chelsea
CHAMPIONS UEFA
2 - 1
fine
2-0
Lille
2-0
1-0 ABRAHAM TAMMY
19'
 
 
2-0 AZPILICUETA CESAR
35'
 
 
 
 
40'
CELIK ZEKI
ZOUMA KURT
45'
 
 
 
 
67'
XEKA MIGUEL
 
 
78'
2-1 REMY LOIC
19' 1-0 ABRAHAM TAMMY
35' 2-0 AZPILICUETA CESAR
CELIK ZEKI 40'
45' ZOUMA KURT
XEKA MIGUEL 67'
REMY LOIC 2-1 78'
Venue: Stamford Bridge.
Turf: Desso GrassMaster (Surface composed of natural grass combined with artificial fibres) Capacity: 41,631.
Referee: Tasos Sidiropoulos (GRE).
Assistant referees: Polychronis Kostaras (GRE), Lazaros Dimitriadis (GRE).
Fourth official: Ioannis Papadopoulos (GRE).
Video Assistant Referee: Bastian Dankert (GER).
Assistant Video Assistant Referee: Mark Borsch (GER).
MATCH SUMMARY: 16/12: Champions League round of 16 draw.
Ultimo aggiornamento: 10.12.2019 23:48
Ajax
CHAMPIONS UEFA
0 - 1
fine
0-1
Valencia
0-1
ALVAREZ EDSON
10'
 
 
 
 
24'
0-1 RODRIGO MACHADO
TAGLIAFICO NICOLAS
79'
 
 
 
 
79'
DOMENECH JAUME
ONANA ANDRE
81'
 
 
 
 
81'
PAREJO DANIEL
VAN DE BEEK DONNY
83'
 
 
 
 
86'
VALLEJO MANU
TADIC DUSAN
90'
 
 
 
 
90'
GABRIEL PAULISTA
10' ALVAREZ EDSON
RODRIGO MACHADO 0-1 24'
79' TAGLIAFICO NICOLAS
DOMENECH JAUME 79'
81' ONANA ANDRE
PAREJO DANIEL 81'
83' VAN DE BEEK DONNY
VALLEJO MANU 86'
90' TADIC DUSAN
GABRIEL PAULISTA 90'
Venue: Johan Cruyff Arena.
Turf: Natural.
Capacity: 54,990.
Referee: Clement Turpin (FRA).
Assistant referees: Nicolas Danos (FRA), Cyril Gringore (FRA).
Fourth official: Frank Schneider (FRA).
Video Assistant Referee: Francois Letexier (FRA).
Assistant Video Assistant Referee: Jerome Brisard (FRA).
MATCH SUMMARY: Ajax and Valencia are vying to progress from GROUP H, although it is the Dutch side who hold the advantage.
16/12: Champions League round of 16 draw.
Ultimo aggiornamento: 10.12.2019 23:48
Keystone
Commento
13.12.2018 - 06:040

Petite France, grande Europe: la Strasburgo pre-attacco

Massiccia presenza di forze dell'ordine ma controlli superficiali. Quadro in chiaroscuro della più europea delle città francesi a pochi giorni dalla sparatoria

È l’8 dicembre. A tre giorni dal doloroso attentato terroristico che la squarcerà (cfr. pagina 7), Strasburgo colpisce. Il freddo Avvento renano è reso ancor più pungente dalla massiccia presenza di polizia ed esercito, armati fino ai denti. Un dispiego emotivamente ambiguo: forze dell’ordine che per definizione garantiscono sicurezza, ma che allo stesso tempo ci ricordano che c’è un pericolo. Qualcosa che non va. A partire forse dai controlli: dall’ingresso nella maestosa cattedrale gotica agli accessi della città vecchia – teatro della sparatoria –, risultano superficiali e col senno di poi sicuramente inadeguati.

«Potrei portare dentro una bomba, non se ne accorgerebbe nessuno», commenta una donna in fila. La visita alla città inizia dal Museo storico. Un interessante percorso che termina col dopoguerra. Secoli di battaglie per una città di frontiera, passata da una vocazione militare a luogo simbolo della Pax Europea. Eppure, l’impressione è stata che mancasse un tassello della storia più recente. Il pezzo di un mosaico essenziale per comprendere il contrasto fra l’ovattato caldo museale e le gelide vie di una città che più che in festa sembra in guerra.

L’11 dicembre, per l’ennesima volta la Francia si è coricata impaurita. In lacrime. E con lei tutti noi. Perché il capoluogo alsaziano non è un posto qualsiasi. Nata come accampamento militare romano, Strasburgo ha assunto importanza dal Medioevo. Divenne francese sotto il Re Sole, a fine Seicento, restando estranea agli orrori delle guerre di religione e delle stragi di ugonotti: i calvinisti transalpini. Si mantenne quindi tollerante nei confronti del protestantesimo. Un’attitudine all’apertura verso le altre confessioni viva ancor’oggi: la città ospita la più grande moschea del Paese. Terra d’incontro fra cultura tedesca e francese, Strasburgo è frequentatissima dalle scolaresche, anche ticinesi. Con una tradizione che sembrerebbe risalire al Cinquecento, è inoltre meta d’obbligo per gli amanti dei mercatini natalizi. Elementi che contribuiscono a rendere la città familiare per molti di noi, anche solo per sentito dire. La Petite France – il caratteristico quartiere d’impronta medievale, parte del centro storico da trent’anni protetto dall’Unesco – è nell’immaginario collettivo, come lo sono le sue case a graticcio e le vie splendidamente ornate in questo periodo dell’anno.

Non è una metropoli Strasburgo, ma è la più europea delle città francesi e forse di tutto il continente. Un luogo dove tutti, anche noi svizzeri, ci sentiamo almeno un po’ a casa. Non è solo la sede dell’europarlamento, del Consiglio d’Europa o della Corte europea dei diritti dell’uomo. È soprattutto un perno vivente e pulsante dei sentimenti che hanno portato alla fondazione di queste istituzioni, oggi parzialmente in affanno e messe in discussione. Ideali che qui – in una regione contesa da Germania e Francia, tra i casus belli delle guerre mondiali –, diversamente da altrove, sono nati in maniera naturale. Tolleranza, condivisione, apertura, pacifismo: si sono sviluppati a Strasburgo come risposta logica e consequenziale alla sua travagliata storia. Per questo ha fatto male vedere la città pattugliata dai mitra lo scorso fine settimana e sempre per questo hanno fatto ancor più male le immagini di morte e paura trasmesse pochi giorni dopo. E il pensiero corre ancora agli ideali. E poi va alla radicalizzazione del giovane autore della sparatoria, così lontana da quelli che sono diventati valori europei. Non di una comunità economica e politica, ma lo spirito di un continente che una volta in più si trova ferito, forse impreparato, con tante domande. E con una città a far da faro nel buio.

Potrebbe interessarti anche
Tags
città
strasburgo
france
grande
petite
sparatoria
petite france
© Regiopress, All rights reserved