Ajax
0
Bayern Monaco
1
2. tempo
(0-1)
Benfica
0
Aek Athens
0
2. tempo
(0-0)
Shakhtar Donetsk
1
Lyon
0
2. tempo
(1-0)
Manchester City
1
1899 Hoffenheim
1
2. tempo
(1-1)
Young Boys
1
Juventus
0
2. tempo
(1-0)
Valencia
2
Manchester Utd
0
2. tempo
(1-0)
Ajax
CHAMPIONS UEFA
0 - 1
2. tempo
0-1
Bayern Monaco
0-1
 
 
13'
0-1 LEWANDOWSKI ROBERT
 
 
28'
KIMMICH JOSHUA
 
 
37'
RAFINHA MARCIO
DE LIGT MATTHIJS
40'
 
 
LEWANDOWSKI ROBERT 0-1 13'
KIMMICH JOSHUA 28'
RAFINHA MARCIO 37'
40' DE LIGT MATTHIJS
Venue: Johan Cruyff Arena.
Turf: Natural.
Capacity: 54,033.
Referee: Clement Turpin (FRA).
Assistant referees: Nicolas Danos (FRA), Cyril Gringore (FRA).
Fourth official: Bertrand Jouannaud (FRA).
MATCH SUMMARY: Ajax through and will finish top if they win.
Bayern though and clinch 1st place with a draw.
The sides drew in Munich on matchday 2.
Round of 16 draw: 17 December, 12:00CET.
Ultimo aggiornamento: 12.12.2018 22:09
Benfica
CHAMPIONS UEFA
0 - 0
2. tempo
0-0
Aek Athens
0-0
DIAS RUBEN
37'
 
 
37' DIAS RUBEN
Venue: Estadio da Luz.
Turf: Natural.
Capacity: 64,642.
Referee: Bobby Madden (SCO).
Assistant referees: Alastair Mather (SCO), Sean Carr (SCO).
Fourth official: David Roome (SCO).
MATCH SUMMARY: Benfica set for #UEL round of 32, AEK bottom.
The Eagles won 3-2 at AEK on matchday 2.
AEK lost 2-1 at Benfica in 2009 #UCL meeting.
Round of 16 draw: 17 December, 12:00CET.
Ultimo aggiornamento: 12.12.2018 22:09
Shakhtar Donetsk
CHAMPIONS UEFA
1 - 0
2. tempo
1-0
Lyon
1-0
 
 
8'
MARCAL FERNANDO
1-0 MORAES JUNIOR
22'
 
 
MARCAL FERNANDO 8'
22' 1-0 MORAES JUNIOR
Venue: Arena Lviv.
Turf: Natural.
Capacity: 34,915.
Referee: Bjorn Kuipers (NED).
Assistant referees: Sander van Roekel (NED), Erwin Zeinstra (NED).
Fourth official: Mario Diks (NED).
MATCH SUMMARY: Shakhtar through with win, could finish bottom.
Lyon qualify with draw, and might top section.
Lyon and Shakhtar drew 2-2 on matchday 2.
Last-16 draw: 17 December, 12:00CET.
Ultimo aggiornamento: 12.12.2018 22:09
Manchester City
CHAMPIONS UEFA
1 - 1
2. tempo
1-1
1899 Hoffenheim
1-1
 
 
16'
0-1 KRAMARIC ANDREJ
1-1 SANE LEROY
45'
 
 
KRAMARIC ANDREJ 0-1 16'
45' 1-1 SANE LEROY
Venue: Etihad Stadium.
Turf: Desso GrassMaster (Surface composed of natural grass combined with artificial fibres).
Capacity: 55,097.
Referee: Andreas Ekberg (SWE).
Assistant referees: Mehmet Culum (SWE), Stefan Hallberg (SWE).
Fourth official: Fredrik Klyver (SWE).
MATCH SUMMARY: Hosts through, Lyon might take top spot if City lose.
Hoffenheim could reach Europa League with win.
City won 2-1 in Sinsheim on matchday 2.
Round of 16 draw: 17 December, 12:00CET.
Ultimo aggiornamento: 12.12.2018 22:09
Young Boys
CHAMPIONS UEFA
1 - 0
2. tempo
1-0
Juventus
1-0
1-0 HOARAU GUILLAUME
30'
 
 
30' 1-0 HOARAU GUILLAUME
Venue: Stade de Suisse.
Turf: Artificial (Polytan LigaTurf RS Pro CoolPlus) 31,789.
Referee: Tobias Stieler (GER).
Assistant referees: Mike Pickel (GER), Jan Seidel (GER).
Fourth official: Christian Gittelmann (GER).
MATCH SUMMARY: Juve through, finish GROUP winners with a win.
Young Boys resigned to finishing bottom of GROUP.
Juventus beat Young Boys 3-0 on matchday 2.
Round of 16 draw: 17 December, 12:00CET.
Ultimo aggiornamento: 12.12.2018 22:09
Valencia
CHAMPIONS UEFA
2 - 0
2. tempo
1-0
Manchester Utd
1-0
 
 
11'
VALENCIA ANTONIO
1-0 SOLER CARLOS
17'
 
 
LATO TONI
28'
 
 
 
 
30'
BAILLY ERIC
 
 
47'
1-1 JONES PHIL
VALENCIA ANTONIO 11'
17' 1-0 SOLER CARLOS
28' LATO TONI
BAILLY ERIC 30'
JONES PHIL 1-1 47'
Venue: Mestalla.
Turf: Natural.
Capacity: 49,500.
Referee: Georgi Kabakov (BUL).
Assistant referees: Martin Margaritov (BUL), Diyan Valkov (BUL).
Fourth official: Georgi Todorov (BUL).
MATCH SUMMARY: United through, top with win if Juve drop points.
Valencia sure of place in UEL round of 32.
Sides drew 0-0 in England on matchday 2.
Round of 16 draw: Monday, 12:00CET.
Ultimo aggiornamento: 12.12.2018 22:09
Il procuratore generale Andrea Pagani (Ti-Press)
Commento
20.11.2018 - 13:080
Aggiornamento 16:55

Argo 1: egregio pg, ci voleva una conferenza stampa

Il magistrato affida a un comunicato di otto righe – otto – le conclusioni della propria inchiesta. Alcune domande, per ora, senza risposta.

Otto righe otto, compresa la solita frasetta finale: “Non saranno rilasciate ulteriori dichiarazioni”. Otto righe che non dissipano i tanti interrogativi che ancora la vicenda solleva. Il procuratore generale Andrea Pagani affida a una breve, brevissima nota stampa l’esito dell’inchiesta penale sui risvolti istituzionali del dossier Argo 1. La comunicazione dell’esito di questa importante indagine su un caso discutibile e discusso – che ha innescato polemiche in sede politica e accertamenti amministrativi, che ha portato il Gran Consiglio a istituire addirittura una Commissione parlamentare d’inchiesta – avrebbe invece meritato qualcosa di più di una manciata di righe. Avrebbe meritato una conferenza stampa.

I giornalisti, tenuti per mestiere a informare l’opinione pubblica, avrebbero così potuto chiedere al procuratore generale Pagani per esempio sulla base di quali elementi ha raggiunto il convincimento che non vi sono reati da imputare a funzionari ed ex vertici della Argo 1, incluso quello di infedeltà nella gestione pubblica. Reato, quest’ultimo, ipotizzato a suo tempo anche dall’avvocato ed ex magistrato inquirente Marco Bertoli, autore – dietro incarico del governo – della perizia dalla quale sono emerse alcune disfunzioni sul piano amministrativo legate al mandato assegnato nel 2014 (e rinnovato negli anni senza la necessaria risoluzione governativa) dal Dipartimento sanità e sociali alla ditta di sicurezza: la sorveglianza dei centri per asilanti. I giornalisti avrebbero potuto chiedere al pg Pagani, che in estate ha ereditato dal suo predecessore anche questo incarto delicato, a quale stadio si trovano gli altri procedimenti penali (eterni, verrebbe da dire) aperti dal Ministero pubblico sul dossier Argo 1. Avrebbero potuto chiedere se la tesi accampata dall’ex responsabile operativo della ditta, attraverso ‘Il Caffè’, quella cioè di essere vittima di un complotto, abbia qualche riscontro nelle carte penali. Queste e altre le legittime domande che si sarebbero potute porre al magistrato, se vi fosse stata una conferenza stampa. E che avrebbe dovuto essere indetta data l’importanza del caso, anche quando si prospettano decreti d’abbandono.

Siamo ora in trepidante attesa di conoscere le conclusioni politiche della Commissione parlamentare d’inchiesta. Su queste e più in generale sul rapporto della Cpi ci sarà un dibattito – pubblico – in Gran Consiglio. A meno che il parlamento non finisca per optare per una seduta a porte chiuse, senza streaming, e rilasciando un comunicato di otto righe otto alle redazioni e dunque ai cittadini.

Tags
righe
argo
stampa
conferenza stampa
conferenza
otto righe
inchiesta
potuto chiedere
pg
pagani
© Regiopress, All rights reserved