Benfica
0
Bayern Monaco
2
fine
(0-1)
Manchester City
1
Lyon
2
fine
(0-2)
Real Madrid
3
Roma
0
fine
(1-0)
Plzen
2
Cska Moscow
2
fine
(2-0)
Young Boys
0
Manchester Utd
3
fine
(0-2)
Valencia
0
Juventus
2
fine
(0-1)
Benfica
CHAMPIONS UEFA
0 - 2
fine
0-1
Bayern Monaco
0-1
 
 
10'
0-1 LEWANDOWSKI ROBERT
 
 
18'
KIMMICH JOSHUA
FEJSA LJUBOMIR
22'
 
 
JARDEL VIEIRA
39'
 
 
 
 
53'
HUMMELS MATS
 
 
54'
0-2 SANCHES RENATO
LEWANDOWSKI ROBERT 0-1 10'
KIMMICH JOSHUA 18'
22' FEJSA LJUBOMIR
39' JARDEL VIEIRA
HUMMELS MATS 53'
SANCHES RENATO 0-2 54'
MATCH SUMMARY: Benfica yet to win in 6 attempts v Bayern (D3 L3).
Benfica have drawn all 3 UEFA home games v Bayern.
Bayern unbeaten in 5 matches in Lisbon (W2 D3).
Niko Kovac 1st UEFA fixture Bayern boss.
Matchday 2: Bayern v Ajax, AEK Athens v Benfica.
Venue: Estadio da Luz.
Turf: Natural.
Capacity: 64,642.
Referee: Antonio Mateu Lahoz (ESP).
Assistant referees: Pau Cebriu00e1n Devu00eds (ESP) & Roberto del Palomar (ESP).
Fourth official: Teodoro Sobrino (ESP).
Ultimo aggiornamento: 19.09.2018 23:36
Manchester City
CHAMPIONS UEFA
1 - 2
fine
0-2
Lyon
0-2
 
 
26'
0-1 CORNET MAXWEL
 
 
43'
0-2 FEKIR NABIL
1-2 SILVA BERNARDO
67'
 
 
 
 
77'
FEKIR NABIL
 
 
90'
TRAORE BERTRAND
AGUERO SERGIO
90'
 
 
CORNET MAXWEL 0-1 26'
FEKIR NABIL 0-2 43'
67' 1-2 SILVA BERNARDO
FEKIR NABIL 77'
TRAORE BERTRAND 90'
90' AGUERO SERGIO
MATCH SUMMARY: Clubs meeting for 1st time in UEFA competition.
City unbeaten in last 8ht #UCL group_name home games (W7 D1).
City record in 5 UEFA matches v French sides: W2 D2 L1.
Lyon back in #UCL GROUP stage after 1 season absence.
Matchday 2: Hoffenheim v City, Lyon v Shakhtar.
Venue: Etihad Stadium.
Turf: Desso GrassMaster.
Capacity: 55,097.
Referee: Daniele Orsato (ITA).
Assistant referees: Lorenzo Manganelli (ITA) & Fabiano Preti (ITA).
Fourth official: Giorgio Peretti (ITA).
Ultimo aggiornamento: 19.09.2018 23:36
Real Madrid
CHAMPIONS UEFA
3 - 0
fine
1-0
Roma
1-0
RAMOS SERGIO
23'
 
 
 
 
44'
DE ROSSI DANIELE
1-0 ISCO
45'
 
 
2-0 BALE GARETH
58'
 
 
 
 
76'
DZEKO EDIN
3-0 MARIANO MEJIA
90'
 
 
23' RAMOS SERGIO
DE ROSSI DANIELE 44'
45' 1-0 ISCO
58' 2-0 BALE GARETH
DZEKO EDIN 76'
90' 3-0 MARIANO MEJIA
MATCH SUMMARY: Rea Madrid record in 10 UEFA outings v Roma: W6 D1 L3.
Julen Lopetegui 1st #UCL match Madrid coach.
Hosts aiming to win 4th consecutive #UCL title.
Roma made it to semifinals in last seasons #UCL.
Matchday 2: CSKA Moskva v Madrid, Roma v Plzen.
Venue: Santiago Bernabu00e9u.
Turf: Natural.
Capacity: 81,044.
Referee: Bjorn Kuipers (NED).
Assistant referees: Sander van Roekel (NED) & Erwin Zeinstra (NED).
Fourth official: Joost van Zuilen (NED).
Ultimo aggiornamento: 19.09.2018 23:36
Plzen
CHAMPIONS UEFA
2 - 2
fine
2-0
Cska Moscow
2-0
 
 
4'
EFREMOV DMITRI
1-0 KRMENCIK MICHAEL
29'
 
 
2-0 KRMENCIK MICHAEL
41'
 
 
 
 
49'
2-1 CHALOV FEDOR
 
 
68'
AKHMETOV ILZAT
 
 
73'
BIJOL JAKA
HUBNIK ROMAN
80'
 
 
 
 
82'
SIGURDSSON ARNOR
HROSOVSKY PATRIK
82'
 
 
 
 
86'
BECAO RODRIGO
REZNICEK JAKUB
88'
 
 
 
 
90'
2-2 VLASIC NIKOLA
LIMBERSKY DAVID
90'
 
 
EFREMOV DMITRI 4'
29' 1-0 KRMENCIK MICHAEL
41' 2-0 KRMENCIK MICHAEL
CHALOV FEDOR 2-1 49'
AKHMETOV ILZAT 68'
BIJOL JAKA 73'
80' HUBNIK ROMAN
SIGURDSSON ARNOR 82'
82' HROSOVSKY PATRIK
BECAO RODRIGO 86'
88' REZNICEK JAKUB
VLASIC NIKOLA 2-2 90'
90' LIMBERSKY DAVID
MATCH SUMMARY: Sides traded home wins in 13/14 #UCL GROUP stage.
Plzen beat CSKA 2-1 in Czech Republic in those games.
Plzen have won last 6 UEFA competition home matches.
CSKA record in 6 fixtures v Czech clubs: W3 D2 L1.
Matchday 2: CSKA v Real Madrid, Roma v Plzen. Venue: Doosan Arena.
Turf: Natural.
Capacity: 11,700.
Referee: Benoit Bastien (FRA).
Assistant referees: Hicham Zakrani (FRA) & Fru00e9du00e9ric Haquette (FRA).
Fourth official: Julien Pacelli (FRA).
Ultimo aggiornamento: 19.09.2018 23:36
Young Boys
CHAMPIONS UEFA
0 - 3
fine
0-2
Manchester Utd
0-2
 
 
35'
0-1 POGBA PAUL
 
 
44'
0-2 POGBA PAUL
 
 
49'
FRED RODRIGUES
 
 
66'
0-3 MARTIAL ANTHONY
ASSALE ROGER
82'
 
 
POGBA PAUL 0-1 35'
POGBA PAUL 0-2 44'
FRED RODRIGUES 49'
MARTIAL ANTHONY 0-3 66'
82' ASSALE ROGER
MATCH SUMMARY: Teams meeting for 1st time in UEFA competition.
YB making #UCL GROUP stage debut.
YB record in 6 UEFA games v English clubs: W1 D1 L4.
Manb Utd lost their last 2 UEFA matches in Switzerland.
Matchday 2: Juventus v Young Boys, United v Valencia.
Venue: Stade de Suisse.
Turf: Artificial (Polytan LigaTurf RS Pro CoolPlus).
Capacity: 31,789.
Referee: Deniz Aytekin (GER), Assistant referees: Eduard Beitinger (GER) & Rafael Foltyn (GER).
Fourth official: Dominik Schaal (GER).
Ultimo aggiornamento: 19.09.2018 23:36
Valencia
CHAMPIONS UEFA
0 - 2
fine
0-1
Juventus
0-1
 
 
29'
RONALDO CRISTIANO
PAREJO DANIEL
43'
 
 
 
 
45'
0-1 PJANIC MIRALEM
MURILLO JEISON
50'
 
 
 
 
51'
0-2 PJANIC MIRALEM
VEZO RUBEN
54'
 
 
 
 
59'
SANDRO ALEX
 
 
81'
SZCZESNY WOJCIECH
 
 
90'
RUGANI DANIELE
RONALDO CRISTIANO 29'
43' PAREJO DANIEL
PJANIC MIRALEM 0-1 45'
50' MURILLO JEISON
PJANIC MIRALEM 0-2 51'
54' VEZO RUBEN
SANDRO ALEX 59'
SZCZESNY WOJCIECH 81'
RUGANI DANIELE 90'
Missed Penalty for VALENCIA at 96th min.
by PAREJO DANIEL.
MATCH SUMMARY: Sides meeting for 1st time in UEFA competition.
Valencia back in #UCL GROUP stage after 2 season absence.
Juventus lost to eventual winners Madrid in 17/18 last 8.
Juve have won their last 3 UEFA away games.
Matchday 2: Juventus v Young Boys, Man.
United v Valencia.
Venue: Mestalla.
Turf: Natural.
Capacity: 49,500.
Referee: Felix Brych (GER).
Assistant referees: Mark Borsch (GER) & Stefan Lupp (GER).
Fourth official: Marku
Ultimo aggiornamento: 19.09.2018 23:36
Commento
08.09.2018 - 06:200

Caro Maudet, nessuno è indispensabile!

Tanto più se si vien costretti dai fatti ad ammettere d'esser stato bugiardo. E ci si scusa solo dopo con le spalle al muro!

Da Maudet a (quasi) ‘maudit’ (maledetto). Questa la storia della caduta agli inferi, per ora ancora con sosta in purgatorio, dell’astro nascente della politica ginevrina Pierre Maudet, ex candidato al Consiglio federale. Ovvero, la storia della sua caduta dalle stelle (del firmamento romando e federale) alle stalle (dello scandalo politico). Per di più mostrando, nella caduta, di non essere in grado di valutare la gravità della situazione, aggrappandosi invece alla vellutata poltrona. Come se qualcuno si trovasse a cadere da un aereo senza paracadute, convincendosi di poter toccare terra senza schiantarsi.
Possiamo riassumere così la vicenda che sta scorticando vivo il presidente del governo ginevrino, al quale si rimprovera (come minimo) di aver mentito, sapendo di mentire. Cioè di aver detto la verità quando ormai i fatti contestati erano già divenuti di pubblico dominio.

Epicentro dello scandalo il viaggio per assistere ad un Gran premio di Formula 1 da lui compiuto nel 2015 con la famiglia, il suo capo di gabinetto (nel frattempo dimessosi) e alcune persone e rappresentanti di società attive nell’immobiliare ginevrino, ad Abu Dhabi, su invito del principe ereditario degli Emirati. Costo del viaggio e del soggiorno offerti, alcune decine di migliaia di franchi.

Discussione a parte sull’interrogativo se Pierre Maudet avrebbe dovuto informare preventivamente gli altri ministri dell’invito; o sulla questione penale, se ci sia stata o meno accettazione di doni (la Procura ha chiesto la revoca dell’immunità), è già accertato che Maudet non ha detto subito la verità. Anzi, l’ha detta solo dopo settimane e settimane di graticola – tanto che i colleghi gli hanno dimezzato le competenze pur lasciandolo presidente senza il potere di rappresentare il governo verso l’esterno! –, chiedendo scusa ai ginevrini, riconoscendo le bugie e ammettendo che i fatti sono rilevanti. Allo stesso tempo ha però precisato di aver la capacità di governare e che intende prima esprimersi di fronte alla giustizia. In altre parole: lui non molla. Epilogo al quale farebbe invece bene a pensare sul serio.

Chiediamocelo, infatti: è veramente una vicenda da chiarire solo dinnanzi ai magistrati? Anche se fosse scagionato dall’ipotesi di accettazione di doni, Maudet sarà esposto per settimane se non mesi a fughe di notizie e indiscrezioni sul dossier penale. È evidente che in una simile situazione la sua facoltà di governare sarà messa a dura prova.

Ma operatività e serenità a parte, il problema centrale è un altro. Maudet come detto ha mentito e chiesto scusa solo quando aveva le spalle al muro. Avesse ammesso subito i fatti, si troverebbe in ben altra situazione. Ma ha mentito, forse persino cercando di sviare e mettere a tacere le diverse voci, e in proposito i media continuano a servire fette e fettine di verità sgradevoli.

La questione è quindi di carattere etico ancor prima che penale: sul fronte dell’esercizio del potere (saper valutare come mi devo comportare nella funzione di governo) e sul fronte del rapporto potere-cittadini elettori (che rapporto devo avere nei confronti di chi me lo ha conferito?). Due aspetti delicati, sui quali non si può passar l’acqua bassa, neppure sul Lemano.

La sua assenza di percezione – o la sua finta assenza di percezione – nella speranza che basti difendersi in Procura per voltar pagina, la dice lunga sulla sua idea della politica. Tanti ne lodano le straordinarie capacità. Ma in politica nessuno è indispensabile. Tanto più se bugiardo.

Potrebbe interessarti anche
Tags
maudet
settimane
governo
fronte
caduta
verità
situazione
politica
fatti
© Regiopress, All rights reserved