efg-international-aumenta-i-profitti-nel-2021
Ti-Press
23.02.2022 - 10:02
Aggiornamento: 14:49
Ats, a cura de laRegione

Efg International aumenta i profitti nel 2021

Risultati in forte crescita per il gruppo bancario zurighese che sei anni or sono ha inglobato la luganese Bsi: +78% di utile netto

Risultati in forte crescita nel 2021 per Efg International: il gruppo bancario zurighese che sei anni or sono ha inglobato la luganese Bsi ha approfittato del buon andamento dei mercati finanziari e delle misure di efficienza adottate.

L’utile netto si è attestato a 206 milioni di franchi, il 78% in più dell’anno precedente, ha indicato oggi la società. Il risultato al netto di diversi effetti straordinari è salito del 47% a 168 milioni. Grazie alla trasformazione e alla semplificazione dell’attività l’impresa ha raggiunto nuovi livelli di redditività negli ultimi anni, afferma il Ceo Giorgio Pradelli, citato in un comunicato.

Gli afflussi netti di denaro sono stati di 8,8 miliardi, il 5,5% dei patrimoni amministrati: un dato che si trova nella parte superiore dell’obiettivo aziendale, che era compreso fra il 4 e il 6%. A fine dicembre i patrimoni amministrati ammontavano a 172 miliardi, l’8% in più di dodici mesi prima, ma allo stesso livello di metà 2021: la crescita è stata frenata dal ritiro dalle attività retail in Ticino (cedute a BancaStato) e dalla vendita della controllata francese Oudart.

Anche le prospettive sono buone: Pradelli si aspetta un quadro positivo, malgrado l’aumentata volatilità sui mercati finanziari. Efg ritiene in particolare di poter approfittare del previsto aumento dei tassi d’interesse. Quest’anno giungerà inoltre a termine l’attuale periodo strategico: un nuovo piano sarà presentato il 12 ottobre.

Il consiglio di amministrazione propone di aumentare il dividendo da 30 a 36 centesimi: un emolumento superiore alle attese degli analisti, che sono rimasti sorpresi in bene anche per quanto riguarda la redditività del gruppo. L’effetto in borsa non è mancato: il titolo Efg ha aperto in progressione del 3%, per poi stabilizzarsi su un rialzo del 2%. La performance è del +3% dall’inizio del 2022 e del +4% sull’arco di un anno.

Efg International è stata fondata nel 1995 e dal 2005 è quotata alla Borsa svizzera. Nel 2016 ha acquisito la Bsi (ex Banca della Svizzera italiana), l’istituto luganese nato nel 1873 e travolto – attraverso la sua filiale di Singapore – dalla vicenda di corruzione del fondo sovrano della Malaysia 1MDB. Oggi Efg è presente in 40 località mondiali tra cui sei svizzere, fra le quali figurano Lugano, Chiasso e Locarno.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
bsi efg international
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved