gli-svizzeri-si-orientano-verso-mezzi-alternativi-al-contante
Soluzioni più 'smart' (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Notizie Economia
Economia
2 gior

‘Blockchain, tecnologia ad alto potenziale ma poco compresa’

Intervista a Jenny Johnson, da due anni Ceo di Franklin Templeton. ‘Futuro con alti tassi di interesse, ambiente al quale i gestori non sono più abituati’
Economia
2 gior

La Fed ha perso 6-7 mesi e ora deve inseguire gli eventi

La conseguenza: una pericolosa accelerazione della stretta monetaria. Quadro economico assai incerto, soprattutto in Europa
Economia
1 sett

Ecco servito il caro-ipoteche: tassi ai massimi da dieci anni

Prime conseguenze dopo la decisione della Banca nazionale di alzare il tasso di riferimento. E secondo gli analisti non è finita
Economia
1 sett

Raiffeisen riconferma il CdA per i prossimi due anni

Assemblea generale ieri a Locarno. Il presidente Thomas A. Müller è stato confermato alla carica con il 96% dei voti
Economia
1 sett

Altri guai giudiziari per la filiale francese di Ubs

L’istituto bancario elvetico verrà processato per presunte molestie sui due ex dipendenti all’origine delle rivelazioni di frode fiscale
Economia
1 sett

Ubs e Credit Suisse rafforzano le loro basi patrimoniali

Entrambe le banche hanno superato i requisiti della regolamentazione ‘too big to fail’. Lo indica un rapporto sulla stabilità della Bns
Economia
1 sett

Competitività economica, la Danimarca fa meglio

La Svizzera perde il primato in classifica: ora è seconda in un podio completato da Singapore. Italia 41esima
Economia
1 sett

Accordi di libero scambio, risparmi per 2,3 miliardi in dazi

È quanto economizzato dalle imprese elvetiche nel 2020 per le loro importazioni (per un totale di 214,26 miliardi) in Svizzera
23.06.2021 - 12:26
Aggiornamento: 17:17

Gli svizzeri si orientano verso mezzi alternativi al contante

La carta di debito ha acquisito maggiore importanza e così le app di pagamento, marginali nel 2017, cresciute del 48% nel 2020

Per effettuare i loro pagamenti, i domiciliati in Svizzera usano sempre meno il contante, che rimane tuttavia lo strumento più diffuso, e si orientano verso mezzi alternativi. La carta di debito ha acquisito maggiore importanza. Sono questi, in estrema sintesi, i principali dati che emergono dal Sondaggio sui mezzi di pagamento 2020 realizzato dalla Banca nazionale svizzera (Bns) nello scorso autunno, dopo una prima inchiesta del 2017.

Stando al rapporto della Bns, in base al numero dei pagamenti ricorrenti non regolari (quelli al supermercato, al ristorante ma anche su piattaforme in linea), il contante rimane lo strumento usato più spesso dalla popolazione, sceso però, rispetto al 2017, dal 70% al 43%. In questo triennio l'uso della carta di debito e di credito è aumentato portandosi al 33% (2017: 22%) per la prima, e al 13% (2017: 5%) per la seconda. Fedeli al contante sono ancora le persone domiciliate nella Svizzera italiana, quelle di 55 o più anni e quelle appartenenti a economie domestiche a basso e medio reddito.

In tema di pagamenti non regolari, la carta di debito ha comunque soppiantato il contante come strumento con la quota di utilizzo più elevata. In termini di valore, la quota della carta di debito ammonta ormai al 33% (2017: 29%), mentre quella del numerario al 24% (2017: 45%). Ciò deriva, tra gli altri, dal fatto che il contante è rimasto il mezzo più largamente impiegato solamente per il regolamento d'importi inferiori a 20 franchi, mentre nel 2017 vi si ricorreva in prevalenza per somme fino a 50 franchi, spiega l'istituto di emissione.

 Le app di pagamento mostrano un'evoluzione dinamica: nel 2017 rivestivano ancora un ruolo marginale, ma da allora il loro tasso di diffusione è fortemente cresciuto (2017: 11%; 2020: 48%). Al tempo stesso, le relative quote di utilizzo in termini di numero di transazioni e di valore sono salite rispettivamente da pressoché zero al 5% e al 4%. Per quanto riguarda il pagamento di spese ricorrenti regolarmente (quali l'affitto e premi assicurativi), i bonifici via on line banking sono in Svizzera di gran lunga lo strumento più utilizzato. In base al valore delle transazioni, il 62% di tutti i pagamenti è effettuato in questo modo.

Semplicità e rapidità d'uso a parte, riscontrata dal sondaggio, un terzo delle persone interpellate dichiara di aver modificato le proprie abitudini a causa della pandemia. “Non è tuttavia possibile, sulla base dei dati ricavati dal sondaggio, esprimere un giudizio sull'importanza relativa del Covid-19 quale determinante dei cambiamenti intervenuti”, sottolinea la banca centrale elvetica.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
app carta debito contante mezzi alternativi
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved