Mendrisiotto

Oggi, 09:242017-10-18 09:24:00
@laRegione

Chiude la posta di Balerna

Non ci sono più speranze: la decisione della Commissione federale è definitiva, l'ufficio postale di Balerna chiuderà. Lo riporta il Corriere del Ticino, precisando che il verdetto dell'...

Non ci sono più speranze: la decisione della Commissione federale è definitiva, l'ufficio postale di Balerna chiuderà. Lo riporta il Corriere del Ticino, precisando che il verdetto dell'Autorità indipendente di vigilanza sul mercato postale è giunto su interpellanza dell'Esecutivo, che a gennaio aveva cercato di capire se fosse possibile “salvare gli sportelli nel cuore del paese”.

A nulla sono valse le 1'781 firme di una petizione popolare e la ferma opposizione municipale. Sostituirà l'ufficio un'agenzia postale presso la cartoleria Cerutti.

 

 

Oggi, 06:002017-10-18 06:00:00
Stefano Lippmann @laRegione

Chiasso, via Odescalchi in festa

Si respira aria nuova in via Odescalchi a Chiasso. In una zona colpita negli ultimi anni da gravi fatti di cronaca nera ora si cerca di voltare pagina. E lo si farà anche con un «...

Si respira aria nuova in via Odescalchi a Chiasso. In una zona colpita negli ultimi anni da gravi fatti di cronaca nera ora si cerca di voltare pagina. E lo si farà anche con un «messaggio positivo», con una festa di quartiere. Domenica 29 ottobre (il 5 novembre in caso di brutto tempo) andrà infatti in scena la Festa di via Odescalchi, ritrovo popolare fortemente voluto dalla comunità e dal Comune di Chiasso. Ieri, durante la conferenza stampa di presentazione dell’evento, il sindaco della cittadina Bruno Arrigoni è tornato al periodo pasquale dello scorso anno, dove in pochi giorni si susseguirono alcuni incendi in zona. Fatti che si sommano a quelli già tristemente noti avvenuti negli anni precedenti. Insomma, dopo il periodo pasquale «si è voltata pagina» ha spiegato Arrigoni....

16.10.2017, 10:142017-10-16 10:14:16
@laRegione

Usura, appropriazione indebita e coazione: in manette ex gestore di due supermercati

Usura per mestiere subordinatamente usura, appropriazione indebita, falsità in documenti e coazione nei confronti di alcuni...

Usura per mestiere subordinatamente usura, appropriazione indebita, falsità in documenti e coazione nei confronti di alcuni dipendenti. Sono questi i reati dai quali dovrà difendersi un 54enne italiano domiciliato nel Mendrisiotto arrestato il 10 ottobre. Lo comunicano Ministero pubblico e Polizia cantonale, precisando che l'uomo è stato fermato nell'ambito di un'inchiesta che lo vede coinvolto in qualità di ex gestore di due piccoli supermercati nel Mendrisiotto e in Leventina. 

La carcerazione preventiva è già stata confermata dal Giudice dei provvedimenti coercitivi, mentre l'inchiesta è coordinata dal Procuratore generale aggiunto Andrea Pagani.

16.10.2017, 08:082017-10-16 08:08:59
@laRegione

A2, un lunedì di ordinaria... pazienza

Due tamponamenti di lieve entità – uno all'altezza di Mendrisio, l'altro dopo la galleria della Collina d'oro –, il lunedì mattina, il rientro al lavoro e tanta... pazienza....

Due tamponamenti di lieve entità – uno all'altezza di Mendrisio, l'altro dopo la galleria della Collina d'oro –, il lunedì mattina, il rientro al lavoro e tanta... pazienza. Inizio mattina 'di passione' sull'autostrada A2 in direzione nord, nel Sottoceneri.

Al volume di traffico già importante, come detto, si sono aggiunti due incidenti che hanno di fatto dato il colpo di grazia alla già difficile viabilità.

16.10.2017, 06:102017-10-16 06:10:00
Prisca Colombini @laRegione

Stabio realizza la strada industriale ovest

Stabio è pronto a investire quasi 3 milioni di franchi per completare l’urbanizzazione della zona industriale ovest, e in particolare via Vite, collegando il sottopasso...

Stabio è pronto a investire quasi 3 milioni di franchi per completare l’urbanizzazione della zona industriale ovest, e in particolare via Vite, collegando il sottopasso ferroviario alla rotatoria attraverso il raccordo stradale già realizzato. Un intervento che il Piano regolatore prevedeva nel periodo 2007-2012 ma che, come spiega il Municipio, non è stato progettato prima “avendo ritenuto altre opere prioritarie”. Il credito di 2’816’486 franchi, che prevede anche la realizzazione dei collettori acque luride e meteoriche e delle condotte Ams, sarà votato dal Consiglio comunale nella seduta convocata mercoledì 25 ottobre. La maggioranza delle commissioni della Gestione e delle Opere pubbliche – firmataria di un rapporto congiunto – si è espressa a favore dell’investimento. Il primo...

15.10.2017, 18:242017-10-15 18:24:47
Prisca Colombini @laRegione

Sagra della castagna della Valle di Muggio, 40 anni e non sentirli

È uno degli appuntamenti autunnali imperdibili. E anche oggi la Sagra della castagna della Valle di Muggio, giunta alla sua 40esima edizione, ha...

È uno degli appuntamenti autunnali imperdibili. E anche oggi la Sagra della castagna della Valle di Muggio, giunta alla sua 40esima edizione, ha attirato a Campora e Monte centinaia di persone che hanno approfittato della bella giornata per (ri)scoprire profumi e sapori della Valle. Protagonista indiscussa della giornata a mobilità lenta – da Obino tutti a piedi, seguendo il profumo delle caldarroste e facendosi incuriosire da artigiani e bancarelle – è stata ovviamente la castagna, declinata in tutte le sue forme e possibilità.

14.10.2017, 13:212017-10-14 13:21:10
Prisca Colombini @laRegione

Castagne protagoniste a Campora e Monte

Sarà una Sagra della castagna a mobilità lenta quella che andrà in scena domani, domenica 15 ottobre, a Campora e Monte (in caso di maltempo la giornata sarà posticipata a...

Sarà una Sagra della castagna a mobilità lenta quella che andrà in scena domani, domenica 15 ottobre, a Campora e Monte (in caso di maltempo la giornata sarà posticipata a domenica 22 ottobre). L’indiscussa protagonista dell’evento promosso dalla Pro Valle e giunto alla 40esima edizione, sarà come sempre la castagna, declinata in tutte le sue forme e possibilità. La festa inizierà alle 10.30. Da Obino si camminerà per una ventina di minuti per arrivare a Campora. Sulla piazza della chiesa di San Fermo saranno allestite le prime bancarelle, una buvette con un punto di ristoro e la prima cottura delle castagne. Proseguendo per Monte non ci sarà da annoiarsi: lungo il chilometro che separa le due frazioni, sulla strada cantonale, ci sarà una postazione dei boscaioli dell’Afor (l’Azienda forestale della Valle di Muggio) e un’esposizione di vecchi trattori, oltre ad alcune bancarelle e una seconda buvette. A Monte ci saranno ulteriori quattro punti di vendita di castagne e tre buvette. Novità di questa edizione sarà la vineria, un luogo d’eccezione dove poter gustare un bicchiere di vino nostrano di qualità superiore nella cornice di una corte. I vini avranno etichette pregiate e sarà quindi l’occasione per riassaporare o scoprire nuovi gusti e profumi. Nel ‘grutin dala grapa’ saranno invece proposti assaggi di gin del Bisbino e grappe locali, mentre nel ‘giardin dala bira’ all’entrata del paese si potrà degustare birra artigianale a base di castagne e non solo. Tutto questo passeggiando tra le vie del paese osservando il lavoro di alcuni artigiani, ammirando leccornie e articoli presentati dalla quarantina di espositori iscritti, ascoltando musica (presenti Canterini della Valle di Muggio, bandèla da l’Aldo, gruppo Ratatagnöl, Corni delle Alpi e Gruppo Otello) e gustando le pietanze proposte dai vari punti di ristoro.

13.10.2017, 06:102017-10-13 06:10:00
Prisca Colombini @laRegione

Altre modine vicino all'asilo sud di Mendrisio. I genitori dei bambini vogliono spiegazioni

Vogliono spiegazioni i genitori dei bambini che frequentano l’asilo sud di Mendrisio. E le chiedono con una lettera...

Vogliono spiegazioni i genitori dei bambini che frequentano l’asilo sud di Mendrisio. E le chiedono con una lettera aperta indirizzata all’esecutivo dopo che nel comparto, già oggetto di un progetto che potrebbe portare alla realizzazione di un complesso con 19 appartamenti, sono comparse altre modine su un terreno che confina con l’istituto scolastico. “Mendrisio si sta sempre più cementificando. Vedere che non si interviene neppure per tutelare maggiormente le aree dei bambini ci amareggia”, spiega il ‘gruppo di genitori di bambini dell’Asilo Sud’. I firmatari della lettera non nascondono il loro “disappunto” per come il Municipio “accetti di perdere pezzi di territorio e di verde”. Sul futuro del terreno oggi utilizzato dai bambini si è cominciato a parlare nel mese di maggio,...

12.10.2017, 11:152017-10-12 11:15:00
@laRegione

Presunto furto in caveau: un arresto nel Mendrisiotto

A Chiasso è stato arrestato un 48enne cittadino svizzero residente in provincia di Milano. L'uomo, su cui pendeva un mandato di arresto della Magistratura...

A Chiasso è stato arrestato un 48enne cittadino svizzero residente in provincia di Milano. L'uomo, su cui pendeva un mandato di arresto della Magistratura ticinese, è stato fermato in uscita dalla Svizzera dalle Guardie di confine. Sono in corso accertamenti d'inchiesta per verificare se il 48enne, in qualità di gestore di un deposito per valori ubicato in Ticino, si sia impossessato di una importante somma di denaro a danno di un cliente. L'ipotesi di reato nei suoi confronti è di furto. L'inchiesta è coordinata dalla Procuratrice pubblica Anna Fumagalli.

12.10.2017, 07:552017-10-12 07:55:00
@laRegione

Coldrerio Ovest, indennizzo senza denaro pubblico

Accordo raggiunto, finalmente, per l'area di sosta Coldrerio Ovest sulla A2. Gli attori coinvolti nel contenzioso - Cantone, Centonze e Motor Rest - si erano...

Accordo raggiunto, finalmente, per l'area di sosta Coldrerio Ovest sulla A2. Gli attori coinvolti nel contenzioso - Cantone, Centonze e Motor Rest - si erano impantanati sul ritardo nell'assegnazione dell'area a Centonze, attuale titolare della concessione. Ritardo che, spiega il Corriere del Ticino, era dovuto all'inquinamento da idrocarburi del sottosuolo che aveva portato al blocco delle pompe.

L'accordo prevede che sia Motor Rest, precedente gerente dell'area, a indennizzare Centonze per i mancati introiti. Il Cantone, proprietario dell'area, è dunque riuscito a risolvere il contenzioso senza dover impiegare soldi pubblici. Ancora aperta la discussione fra Cantone e Motor Rest sul risanamento della zona, che richiederà anni di lavori.

12.10.2017, 06:522017-10-12 06:52:00
@laRegione

3a Oktobeer Fest, un pezzo di Baviera fra i Momò

Si terrà venerdì 20 e sabato 21 ottobre nella cornice del Centro manifestazioni Mercato Coperto di Mendrisio la terza edizione della Momo Oktobeer fest. L’autentica...

Si terrà venerdì 20 e sabato 21 ottobre nella cornice del Centro manifestazioni Mercato Coperto di Mendrisio la terza edizione della Momo Oktobeer fest. L’autentica festa bavarese con prodotti tipici e musica live si terrà dalle 18 alla 1, con entrata gratuita, ed è organizzata dall’associazione A’gasem in collaborazione con il locale football club.

Gli organizzatori propongono 4 diversi menu, comprensivi di caffè e dolce, oltre al menu specifico per bambini. Le birre ufficiali delle serate saranno rigorosamente tedesche e tipiche della Oktoberfest di Monaco. A disposizione anche un fornitissimo winebar con una selezione di etichette locali.

Il punto forte saranno note e intrattenimento dei Pech & Schwefel, gruppo proveniente da Monaco di Baviera con un autentico repertorio di musica folk e rock. Questa festa, unica alle nostre latitudini, vuole essere l’occasione ideale per organizzare la celebrazione di un evento in compagnia. I gruppi di più di quattro persone sono invitati a prenotare un tavolo allo 079 247 75 27 o 076 347 30 29 o info@agasem.ch

12.10.2017, 06:402017-10-12 06:40:00
Daniela Carugati @laRegione

Mendrisio ha una soluzione per 'salvare' il Centro giovani

Mendrisio ha individuato una via d’uscita per il Centro giovani. E c’è da credere che, almeno a livello di Municipio, si farà di tutto per non farne una...

Mendrisio ha individuato una via d’uscita per il Centro giovani. E c’è da credere che, almeno a livello di Municipio, si farà di tutto per non farne una uscita... d’emergenza. È chiaro, ormai da tempo, che per scuotere il dibattito politico cittadino bastano due parole, Centro giovani (o ex Foft) appunto. Ogni volta che vengono evocate, ecco che le ‘fazioni’ si schierano. Del resto, anche tra le colonne di numeri del Piano finanziario (da qui al 2023) c’è chi – si legga i liberaliradicali – di recente non ha perso l’occasione per andare all’attacco. Per il fronte degli scettici la struttura andrebbe chiusa; o al massimo trasferita all’interno degli spazi del futuro Centro culturale ‘La Filanda’. E questo dopo sei anni dal varo dell’esperienza nata dentro le mura del rinverdito vecchio...

12.10.2017, 06:002017-10-12 06:00:00
Prisca Colombini @laRegione

Chiasso combatte il littering eliminando le panchine

Bottiglie e cartacce. Ma anche scarti alimentari abbandonati nonostante la presenza di cestini nelle immediate vicinanze. Quello del littering è un problema che...

Bottiglie e cartacce. Ma anche scarti alimentari abbandonati nonostante la presenza di cestini nelle immediate vicinanze. Quello del littering è un problema che caratterizza molti Comuni e verso il quale è in corso una vera e propria lotta. Chiasso non è esente da un problema che, nelle ultime ore, è tornato prepotentemente alla ribalta nella zona sud di Corso San Gottardo. Le panchine posate lungo la zona pedonale sono infatti scomparse. Fino all’inizio di questa settimana erano utilizzate dai giovani che consumavano il pasto acquistato nei vicini take away. «Stiamo facendo dei tentativi a seguito dei numerosi reclami ricevuti – spiega, da noi contattato, il capotecnico comunale Rudy Cereghetti –. È ovvio che questi giovani non scompariranno, ma dobbiamo fare delle valutazioni sul...

11.10.2017, 07:002017-10-11 07:00:00
Daniela Carugati @laRegione

A Mendrisio Commissioni di quartiere più vicine ai cittadini. Ma non si apre a popolazione e associazioni

Le Commissioni di quartiere della Città di Mendrisio vanno ripensate. L’aggregazione, di fatto, ha...

Le Commissioni di quartiere della Città di Mendrisio vanno ripensate. L’aggregazione, di fatto, ha allontanato i cittadini dalle istituzioni locali. La percezione è chiara a tutti, senza distinzioni di campo... partitico. Aperto il cantiere del ‘rinnovamento’, però, lunedì sera il Consiglio comunale, a maggioranza, ha scelto di non andare fino in fondo alla questione. Il ripensamento ci sarà, ma nel segno indicato dal Municipio. Il modello proposto da Insieme a Sinistra e Verdi non è riuscito a fare breccia. Morale: in 26 (consiglieri) hanno preferito seguire l’esecutivo, a fronte dei 13 pronti a voltare pagina in modo deciso. Quindi niente apertura alla società civile e niente ‘contratto’ di quartiere. Mendrisio, a differenza di Lugano e Bellinzona, ci andrà più piano. Vista da...

10.10.2017, 14:222017-10-10 14:22:00
@laRegione

Uno degli asilanti arrestato a Chiasso è il fratello del killer di Marsiglia. Confermata l'espulsione

Il tunisino arrestato domenica notte al centro per richiedenti l'asilo di Chiasso è il fratello di...

Il tunisino arrestato domenica notte al centro per richiedenti l'asilo di Chiasso è il fratello di Ahmed Hannachi, il killer che a Marsiglia ha ucciso due ragazze e poi è stato freddato dalla polizia. Dopo il fermo a Ferrara il 7 ottobre del secondo fratello, Anis, le manette sono scattate ai polsi del terzo, Anour. Fermata con lui anche la moglie, come riferito nell'edizione odierna del giornale.

Nelle ultime ore si erano rincorse le voci di una possibile “rete” tra Francia, Italia e Svizzera legata al terrorista di Marsiglia: il Corriere della Sera aveva ipotizzato che i due coniugi tunisini fermati a Chiasso avessero fornito “supporto logistico” al fratello Anour. Invece, stando a nostre informazioni, ad essere fermato al centro è stato lo stesso Anour (e consorte).

È intanto arrivata conferma, da parte dell’Ufficio federale di polizia, dell'espulsione dei due.  Le due persone saranno incarcerate in vista della loro espulsione. 

9.10.2017, 22:072017-10-09 22:07:31
Daniela Carugati @laRegione

Stabio-Arcisate, siamo al conto alla rovescia

Stavolta sembra davvero fatta. Ormai la linea ferroviaria transfrontaliera Stabio-Arcisate è davvero una cosa sola. Neppure il confine separa più le due tratte su rotaia...

Stavolta sembra davvero fatta. Ormai la linea ferroviaria transfrontaliera Stabio-Arcisate è davvero una cosa sola. Neppure il confine separa più le due tratte su rotaia, dopo che i binari si sono alfine congiunti venerdì scorso. Già nelle ore precedenti – come immortalato dal nostro fotografo, cfr. ‘laRegione’ del 5 ottobre – si era lì lì per vivere il momento storico, portando a termine, grazie a una corsa contro il tempo delle imprese e delle maestranze impegnate in questa operazione, gli oltre 7 chilometri di strada ferrata che separano Stabio da Varese. A tre anni di distanza dalla conclusione dei lavori e dalla messa in esercizio della linea sul versante ticinese – fino a Stabio, appunto –, da metà dicembre si potrà viaggiare ininterrottamente anche da Mendrisio a Varese: piani e orari sono già pronti. Se serviva ancora una rassicurazione, l’Ufficio stampa di Rete ferroviaria italiana ci ha confermato che fra due mesi vi sarà “l’attivazione al servizio commerciale della linea”. Accanto al completamento delle rotaie, in questo momento sul lato italiano del tracciato, come ci aggiorna la portavoce Cristina Riacà, si sta provvedendo all’ultimazione della posa del sistema di alimentazione elettrica dei treni e degli impianti di sicurezza, oltre al segnalamento per la circolazione ferroviaria. Certo il cantiere non potrà dirsi concluso senza le opere di finitura che riguardano le stazioni che cadenzano il percorso della Mendrisio-Varese e la creazione dei relativi parcheggi. Attesa da tempo, questa linea sarà, infatti, uno snodo importante nella rete della mobilità alternativa transfrontaliera. I pendolari avranno modo di lasciare l’auto e salire sul treno per raggiungere i posti di lavoro. E questo alleggerendo non poco la viabilità a cavallo del confine come le strade del Mendrisiotto, e non solo; e sfruttando altresì il collegamento con Como.

9.10.2017, 19:192017-10-09 19:19:12
@laRegione

Stabio, confermata la chiusura del call center di Vf International

Al termine del periodo di consultazione intercorso tra le parti, Vf International conferma la chiusura del call center di Stabio. “La decisione...

Al termine del periodo di consultazione intercorso tra le parti, Vf International conferma la chiusura del call center di Stabio. “La decisione – si legge nel comunicato stampa inviato in serata – è stata presa al termine di un processo di consultazione avvenuto con i dipendenti in cui sono state discusse possibili alternative”. Le attività per i brand di Vans e Reef verranno gestite dalla struttura già esistente in Inghilterra, a Nottingham. Ai 43 dipendenti toccati dalla decisione – di 13 nazionalità di cui 6 residenti in Ticino – è stato proposto sia il ricollocamento nell'Ufficio in Inghilterra, che la possibilità di candidarsi per le posizioni di lavoro aperte in altri dipartimenti di Vf in tutta Europa. 

“Per colo i quali non fossero percorribili queste alternative – si aggiunge – le parti stanno lavorando, in un clima di massima collaborazione, per individuare nel minor tempo possibile le soluzioni più adeguate, con l'accordo dei rappresentanti dei sindacati Unia e Ocst”.

9.10.2017, 16:052017-10-09 16:05:20
@laRegione

Cocaina in appartamento, due arresti a Chiasso

Ottanta grammi di cocaina trovati in un appartamento e, di conseguenza, due arresti. Lo hanno comunicato il Ministero pubblico, la Polizia cantonale e la Polizia...

Ottanta grammi di cocaina trovati in un appartamento e, di conseguenza, due arresti. Lo hanno comunicato il Ministero pubblico, la Polizia cantonale e la Polizia comunale di Chiasso specificando che in manette, lo scorso 3 ottobre, sono finiti un 20enne cittadino albanese residente in provincia di Milano e un 35enne cittadino svizzero domiciliato nel Mendrisiotto. I due uomini sono stati fermati da agenti della Polizia cantonale e della Polizia comunale di Chiasso all'interno di un appartamento di via Soldini a Chiasso. La perquisizione dei locali ha permesso, come detto, di rinvenire circa 80 grammi di cocaina. Le ipotesi di reato nei loro confronti sono di infrazione aggravata, subordinatamente semplice e contravvenzione alla Legge federale sugli stupefacenti. L'inchiesta è coordinata dal Procuratore pubblico Paolo Bordoli. 

 

9.10.2017, 06:202017-10-09 06:20:00
Stefano Lippmann @laRegione

Mendrisio, un '118' da centocinquant'anni

«Centocinquanta anni fa iniziavano operando con abiti propri. E con i veicoli ci si arrangiava con quanto si trovava». Da allora, come ricordato sabato dal direttore del...

«Centocinquanta anni fa iniziavano operando con abiti propri. E con i veicoli ci si arrangiava con quanto si trovava». Da allora, come ricordato sabato dal direttore del Dipartimento delle Istituzioni Norman Gobbi, di strada ne è stata fatta. Era infatti il 1866 – ha specificato il capodicastero Sicurezza di Mendrisio Samuel Maffi – quando si diede il benestare “per l’acquisto di due pompe e di 20 secchi di corda per pompa”. Il primo comandante, Giuseppe Torriani, poi il primo gruppo di uomini che diede vita a quello che è oggi il Corpo Civici pompieri di Mendrisio. Corpo che nel fine settimana ha festeggiato l’importante traguardo e lo ha fatto sfilando per le vie del Magnifico Borgo, accolto dalla popolazione che si è riversata sulle strade per rendere omaggio a coloro i quali sono...

7.10.2017, 06:402017-10-07 06:40:00
Daniela Carugati @laRegione

La Vf di Stabio apre un dialogo con i sindacati

La Vf International ha aperto le porte ai sindacati. Oltre la soglia della multinazionale americana dell’abbigliamento sbarcata a Stabio nel 2013 sinora non era mai...

La Vf International ha aperto le porte ai sindacati. Oltre la soglia della multinazionale americana dell’abbigliamento sbarcata a Stabio nel 2013 sinora non era mai entrata una rappresentanza sindacale. Ma l’intenzione di trasferire a Nottingham, in Gran Bretagna, i 43 posti del servizio di assistenza alla clientela dei marchi Vans e Reef ha cambiato le carte in tavola. Tanto da far decidere ai vertici dell’azienda di aggiungere due posti al tavolo del negoziato per Ocst e Unia. Così dopo un primo incontro interlocutorio giovedì, ieri si è avviata in modo formale la procedura di consultazione. Ed è stata una lunga giornata di colloqui, contraddistinta da uno scambio «franco e sereno». I portavoce di entrambe le sigle sindacali, Marcello Specchietti per l’Ocst e Vincenzo Cicero per Unia...