In vista del voto
16.10.2019 - 19:280

Effetto serra e littering

In tutto il mondo, secondo un rapporto delle Nazioni Unite, il 14 percento del cibo viene perso ancora prima che finisca nel commercio. I più colpiti sono frutta e verdura. Prevenire le perdite favorirebbe la crescita economica globale e la produttività, oltre a ridurre le emissioni di gas a effetto serra, secondo un rapporto pubblicato dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura.

Le ragioni delle perdite sono i tempi di raccolta sbagliati, le condizioni climatiche, le tecniche di raccolta sbagliate, il cattivo stoccaggio e il cattivo trasporto. Un distinguo va fatto tra “perdite” e “sprechi”; “perdite”: si perde cibo commestibile durante la produzione e il trasporto e “spreco”: cibo che viene gettato dal supermercato o dai consumatori.

La lotta contro perdite e sprechi è complicata. Ad esempio, entrambi potrebbero essere ridotti da migliori celle frigorifere e imballaggi, ma questo a sua volta può portare a un maggiore consumo di energia e produrre più rifiuti di plastica. “Un cattivo imballaggio può anche portare a perdite di cibo”. Le cassette di plastica riutilizzabili, ad esempio, hanno ridotto le perdite durante il trasporto di pomodori o altre verdure.

Sarebbe di buon auspicio l’investire maggiormente in materiale da imballaggio alternativo o reciclabile. Tuttavia, questo ne aumenta il costo, ed il consumatore non acquista il prodotto alla fine. Siamo in una situazione di scelte e alternanze, cosa è giusto fare, forse una parte la può fare il consumatore, che scegliendo prodotti locali, prodotti privi di imballaggi crea una richiesta in meno. Ma anche questo non è certo, dato che prima di venir messa in vendita al banco, questa merce può esser stata confezionata e/o imballata.

Il consumatore finale desidera prodotti di bell’aspetto. Un cetriolo graffiato, troppo storto, una mela con un’ammaccatura marrone vengono scartati, con la possibilità ultima di consumo dal “Tavolino magico”. Un involucro di plastica può proteggere, quindi meno perdite. Alcuni imballaggi prolungano perfino la durata di conservazione, con conseguente riduzione degli sprechi alimentari. Taluni invece sono scelti da chi ha fretta o è cresciuto a “merendine”, invece del “pane e cioccolato”, e pensa al “globo” solo durante le manifestazioni green.

Siamo green anche noi Udc, pensiamo anche noi al vostro futuro, un voto ad Udc, verdi da ancor prima che nascesse Greta. Vota coerente. Vota per un vallerano, un “Testa dura e non mollo”.

Potrebbe interessarti anche
Tags
perdite
serra
effetto
effetto serra
cibo
prodotti
sprechi
imballaggi
trasporto
consumatore
© Regiopress, All rights reserved