Uganda
04.12.2022 - 14:06
Aggiornamento: 14:55

C’è il Mondiale, niente telefonino per le guardie carcerarie

L’eccitazione per l’evento potrebbe distrarre i funzionari e favorire le evasioni. Personale invitato a tenere alta la guardia

Ats, a cura di Red.Web
c-e-il-mondiale-niente-telefonino-per-le-guardie-carcerarie
Keystone
Griezmann può, le guardie carcerarie ugandesi no

Le autorità ugandesi hanno vietato al personale carcerario di utilizzare i telefoni cellulari durante i Mondiali di calcio. Hanno avvertito che i detenuti potrebbero approfittare dell’‘eccitazione’ che circonda il torneo per organizzare fughe.

«L’inizio della Coppa del Mondo di calcio il 20 novembre 2022 e la sua eccitazione potrebbero portare a fughe di prigionieri», fa sapere il portavoce del Commissario generale delle carceri, Frank Mayanja Baine. «Il personale non deve recarsi al lavoro con i telefoni perché distraggono e interferiscono con il livello di vigilanza». Al contempo ai funzionari del carcere è stato ordinato il rafforzamento della sicurezza nelle aree «dove i detenuti possono guardare il calcio».

Le evasioni su larga scala sono frequenti nelle carceri ugandesi, spesso sovraffollate. Nel settembre 2007, più di 200 detenuti sono evasi da un carcere di massima sicurezza nella regione di Karamoja, nel Nord-est del Paese.

Nel 2006, 500 detenuti sono evasi anche da una prigione di Arua, nella regione del Nilo occidentale (Nord-ovest). Secondo i dati ufficiali, l’Uganda ha più di 6’000 detenuti nelle sue carceri.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved