02.10.2022 - 22:57

Bosnia: il secessionista Dodik in vantaggio

Dopo lo spoglio di circa la metà delle schede elettorali, sono in vantaggio il bosgnacco musulmano Becirovic, la serba Cvijanovic e il croato Komsic

Ansa, a cura di Red.Estero
bosnia-il-secessionista-dodik-in-vantaggio
Keystone

In Bosnia-Erzegovina, dove si è votato per le elezioni generali e il rinnovo degli organi istituzionali a tutti i livelli - federale e delle due entità che compongono il Paese - la commissione elettorale ha diffuso in serata i primi risultati parziali. Per quanto riguarda i componenti della presidenza tripartita, dopo lo spoglio di oltre il 43% delle schede elettorali, figurano in vantaggio il bosgnacco musulmano Denis Becirovic del Partito socialdemocratico (Sdp) con oltre il 54% dei voti, la serba Zeljka Cvijanovic dell’Unione dei socialdemocratici indipendenti Snsd con il 55%, e il croato Zeljko Komsic del Fronte Democratico, dato al 67%. La presidenza collegiale bosniaca è composta da tre membri, ognuno in rappresentanza di uno dei tre popoli costitutivi della Bosnia-Erzegovina - bosgnacchi musulmani (sono il 50,1% dell’intera popolazione), serbi ortodossi (30,8%) e croati cattolici (15,4%). Nella corsa per la componente musulmana della presidenza, se saranno confermati tali risultati, risulterebbe sconfitto Bakir Izetbegovic, dato per favorito alla vigilia e che figura alle spalle di Becirovic, sostenuto quest’ultimo da varie forze di opposizione. Per la presidenza della Republika Srpska, l’entità a maggioranza serba, è dato in vantaggio Milorad Dodik (Snsd), membro serbo uscente della presidenza che è nel mirino della comunità internazionale per le sue crescenti e aperte aspirazioni secessioniste.

L’affluenza alle urne per tutto il Paese, come ha riferito la commissione elettorale, è risultata del 50%, quattro punti in meno rispetto alle ultime elezioni del 2018. Nella Republika Srpska la partecipazione è stata del 53%, nella Federazione croato-musulmana del 48%. I risultati parziali relativi agli altri organi istituzionali per i quali si è votato - parlamenti delle due entità e del Distretto autonomo di Brcko, i dieci Cantoni della Federazione croato-musulmana - saranno diffusi nelle prossime ore, ha fatto sapere la commissione elettorale a Sarajevo.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved