ULTIME NOTIZIE Estero
Russia
15 min

Mosca se ne fa un baffo del ‘price cap’ sul petrolio

Per l’ambasciata russa negli Stati Uniti, malgrado il tetto al prezzo dell’oro nero russo, il greggio continuerà a essere richiesto
Indonesia
1 ora

La terra trema sull’Isola di Giava, in Indonesia

L’epicentro del terremoto, di magnitudo 5,7, è stato localizzato a 18 chilometri a sud-est della città di Banjar
Francia
2 ore

Sarkozy da lunedì nuovamente al banco degli imputati

È fissata per dopodomani a Parigi l’udienza in appello per l’ex presidente della Francia, accusato di corruzione
Ucraina
3 ore

Notte di bombe a nel distretto di Nikopol

Nel mirino degli attacchi russi, in particolare, gasdotti e reti elettriche nella zona della centrale nucleare di Zaporizhzhia
coronavirus
15 ore

L’Oms: ‘Il 90% della popolazione mondiale è immune’

‘Vicini alla fine, ma serve ancora cautela’. Ancora test, sequenziamento e vaccini per evitare nuove varianti
intimidazioni in tutta Europa
16 ore

Pacchi con sangue inviati alle ambasciate ucraine

Dopi i sei colli con esplosivo in Spagna, minacce anche in Italia, Polonia, Ungheria, Croazia e Paesi Bassi. Spediti anche occhi di animali
russia
16 ore

Putin: negoziati (forse) sì, ritiro no

La Casa Bianca: ‘Spetta a Kiev decidere’. Telefonata Berlino-Mosca
grecia
16 ore

Attacco ad Atene alla diplomatica Susanna Schlein

La ticinese, sorella della politica del Pd Elly, si è salvata per puro caso da un attentato: in fiamme la sua auto
francia
17 ore

Due bebè congelati trovati nel frigo, fermata una donna

La donna è residente nel piccolo comune di Bédoin, nel dipartimento di Vaucluse: ancora non si sa il tipo di legame con i due piccoli
Confine
18 ore

Truffa anziani in Valtellina, arrestata una 70enne ticinese

Il fermo alla dogana di Chiasso Brogeda. La donna è sospettata di aver messo a segno numerosi colpi in diverse province del Nord Italia
Confine
22 ore

Il traffico di orologi è la nuova frontiera del contrabbando

Aumentano in frontiera i sequestri di merce con le griffe delle celebrate marche svizzere. L’ultimo qualche giorno fa al valico di Ronago
la guerra in ucraina
29.09.2022 - 20:49
Aggiornamento: 21:28

Quarta falla nel Nord Stream, la Nato in allerta

‘Risponderemo ad attacchi’. Mosca: ‘Non si sa se sarà riavviato’

quarta-falla-nel-nord-stream-la-nato-in-allerta
Lo scatto del mare che ribolle (Ap via Keystone)

Non si ferma l’emorragia di gas dal Nord Stream. A quarantott’ore dalle prime falle individuate nelle linee sottomarine nel Baltico della condotta che dalla Russia approda in Germania, le perdite accertate nel gasdotto sono salite a quattro. La Guardia costiera svedese ha individuato un secondo buco nelle tubature nella zona economica esclusiva di Stoccolma, stavolta probabilmente nel gasdotto numero 2 - quello mai entrato in funzione per l’escalation in Ucraina -, che si aggiunge ai due già segnalati dalla Danimarca al largo dell’isola di Bornholm, anch’essi distribuiti su entrambe le condotte.

Bruxelles chiede stress test

L’emergenza ha intanto messo in allerta la Nato. "Il danneggiamento dei gasdotti", ha dichiarato il Consiglio Atlantico in una nota sottoscritta anche da Svezia e Finlandia, alleati entranti, "desta profonda preoccupazione: tutte le informazioni attualmente disponibili indicano che si tratta del risultato di atti di sabotaggio deliberati, sconsiderati e irresponsabili". La Nato si dice quindi pronta "a rispondere unita e con determinazione a qualsiasi attacco deliberato contro le infrastrutture critiche degli alleati". Cresce anche l’allerta dell’Ue, che si prepara "a lavorare con gli Stati membri per condurre una serie di stress test sulle infrastrutture critiche dell’Unione europea, comprese quelle energetiche".

Secondo i media svedesi, i rischi legati al Nord Stream erano stati già messi in evidenza nel 2007 da un rapporto redatto per conto del ministero della Difesa di Stoccolma dagli esperti della Swedish Defence Research Agency, ma l’allarme fu ignorato. Il dito dell’Occidente resta più o meno esplicitamente puntato contro Mosca, che però continua a respingere le accuse. In una telefonata con Recep Tayyip Erdogan, Vladimir Putin ha denunciato un "atto di terrorismo internazionale". Le ricostruzioni sulla presenza di navi russe nella zona delle esplosioni sospette "sono notizie distorte, sono state viste molte più truppe della Nato nell’area", ha replicato Mosca, sottolineando che le esplosioni sono avvenute nella zona economica esclusiva della Danimarca e della Svezia, "Paesi allineati alla Nato che sono pieni di armi di fabbricazione statunitense e che sono completamente controllati dai servizi speciali statunitensi".

La voce del Cremlino

In attesa di possibili sviluppi sulle indagini, il Cremlino avverte che i danni al Nord Stream potrebbero essere irreparabili, come già ipotizzato dai servizi tedeschi. "È una questione tecnica, non siamo in grado di rispondere", ha spiegato il portavoce Dmitri Peskov. "Fino al completamento della valutazione dei danni, è impossibile prevedere i tempi di ripristino dell’infrastruttura di trasporto del gas", ha avvisato da parte sua il consorzio di gestione del gasdotto, spiegando che "l’ingresso nell’area degli incidenti può essere permesso solo dopo che la pressione nel gasdotto sarà stabilizzata e la fuga di gas fermata". Probabilmente quindi non prima di lunedì. Intanto, l’Europa si sta già preparando a un’interruzione delle forniture almeno per questo inverno. Secondo il cancelliere tedesco Olaf Scholz, "presto il gas non sarà più rifornito dalla Russia. La Germania è però ben preparata al cambiamento della situazione".

Con il passare dei giorni, mentre cresce l’allarme per i danni ambientali visti i livelli insolitamente elevati di gas serra rilevati nell’aria dalle stazioni di ricerca svedesi, lo scontro si trasferisce anche sul terreno economico. "Gli analisti non si sono ancora impegnati a stimare i possibili costi di ripristino del gasdotto Nord Stream nel Mar Baltico, ma la domanda principale è ’chi pagherà per questo?’", si chiede l’agenzia statale russa Ria Novosti. Secondo fonti di mercato, i gasdotti erano assicurati da compagnie straniere, ma i termini delle garanzie non sono noti e si prospetta in ogni caso un lungo e complesso arbitrato internazionale.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved