ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
21 min

Schianto di primo mattino a Forcola. Muore un diciottenne

A bordo della vettura c’erano altri due giovani, entrambi rimasti gravemente feriti. I tre stavano andando a scuola a Sondrio.
Italia
38 min

Rapina una farmacia. Ma dimentica la ricetta della moglie

Maldestro furto per un 57enne nel Milanese. Sul bancone ha infatti lasciato il foglietto con cui i carabinieri sono risaliti alla sua identità
Brasile
50 min

Pelé non risponde alla chemio: trasferito in un altro reparto

Dopo il ricovero di martedì, ‘O Rei’ spostato nel reparto delle cure palliative dell’ospedale ‘Albert Einstein’ di San Paolo
Italia
50 min

Eredità... stupefacente a Sesto Fiorentino

Nell’appartamento del fratello deceduto spuntano un laboratorio per la droga e 2,4 chili di marijuana
Russia
3 ore

Mosca se ne fa un baffo del ‘price cap’ sul petrolio

Per l’ambasciata russa negli Stati Uniti, malgrado il tetto al prezzo dell’oro nero russo, il greggio continuerà a essere richiesto
Indonesia
4 ore

La terra trema sull’Isola di Giava, in Indonesia

L’epicentro del terremoto, di magnitudo 5,7, è stato localizzato a 18 chilometri a sud-est della città di Banjar
Francia
5 ore

Sarkozy da lunedì nuovamente al banco degli imputati

È fissata per dopodomani a Parigi l’udienza in appello per l’ex presidente della Francia, accusato di corruzione
Ucraina
7 ore

Notte di bombe a nel distretto di Nikopol

Nel mirino degli attacchi russi, in particolare, gasdotti e reti elettriche nella zona della centrale nucleare di Zaporizhzhia
coronavirus
18 ore

L’Oms: ‘Il 90% della popolazione mondiale è immune’

‘Vicini alla fine, ma serve ancora cautela’. Ancora test, sequenziamento e vaccini per evitare nuove varianti
intimidazioni in tutta Europa
20 ore

Pacchi con sangue inviati alle ambasciate ucraine

Dopi i sei colli con esplosivo in Spagna, minacce anche in Italia, Polonia, Ungheria, Croazia e Paesi Bassi. Spediti anche occhi di animali
russia
20 ore

Putin: negoziati (forse) sì, ritiro no

La Casa Bianca: ‘Spetta a Kiev decidere’. Telefonata Berlino-Mosca
grecia
20 ore

Attacco ad Atene alla diplomatica Susanna Schlein

La ticinese, sorella della politica del Pd Elly, si è salvata per puro caso da un attentato: in fiamme la sua auto
francia
20 ore

Due bebè congelati trovati nel frigo, fermata una donna

La donna è residente nel piccolo comune di Bédoin, nel dipartimento di Vaucluse: ancora non si sa il tipo di legame con i due piccoli
27.09.2022 - 21:51
Aggiornamento: 22:10

‘Plebiscito per l’annessione’. Putin vuole smembrare l’Ucraina

Medvedev torna ad agitare lo spettro dell’atomica. Per i filorussi il 95% avrebbe votato a favore

Ansa, a cura di Red.Estero
plebiscito-per-l-annessione-putin-vuole-smembrare-l-ucraina
Al voto su un bus nel Lugansk (Keystone)

"La Russia ha il diritto di utilizzare armi nucleari, se necessario, in base alla dottrina nucleare". Nel giorno in cui si certifica il prevedibile plebiscito a favore dell’annessione a Mosca nei referendum dei filorussi in quattro regioni ucraine, bollati come una "farsa" da Kiev e dalla comunità internazionale, Dmitry Medvedev torna ad agitare lo spettro dell’atomica. La Russia, ha avvertito il vicepresidente del Consiglio di sicurezza, "farà tutto il possibile per impedire ai vicini ostili, come l’Ucraina, di acquistare armi nucleari".

Le nuove minacce sono giunte poco prima che il Senato di Mosca annunciasse di essere pronto ad approvare martedì prossimo l’unione alla "madrepatria" delle zone controllate dai russi nelle oblasti di Lugansk, Donetsk, Kherson e Zaporizhzhia (circa il 15% del territorio di tutta l’Ucraina), considerandole così parte integrante della Federazione; mentre l’intelligence britannica ha ipotizzato un annuncio formale dell’annessione da parte di Vladimir Putin già venerdì davanti alle Camere riunite.

Le cifre

Oltre il 95% degli aventi diritto indicati dai filorussi, stando ai dati diffusi dalle sedicenti commissioni elettorali, ha votato a favore, mentre l’affluenza è stata annunciata ben oltre la soglia del 50%, unica condizione che sarebbe posta da Mosca per il riconoscimento della consultazione. Un’escalation analoga a quella dell’annessione della Crimea del 2014, che il presidente russo potrebbe sfruttare anche per forzare la mano sul terreno. Di fronte alla controffensiva ucraina, che ha riconquistato la regione di Kharkiv e preme ora proprio sul Lugansk, lo zar potrebbe decidere di far valere i nuovi autoproclamati confini per reagire agli attacchi delle forze di Kiev con armi nucleari tattiche, come previsto dalla dottrina sulla deterrenza in caso di minaccia alla "integrità territoriale".


Un seggio elettorale predisposto dai russi (Keystone)

La Russia, ha avvertito il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, adotterà misure "per garantire la sicurezza nei territori liberati dopo il referendum". Ma Kiev ha subito escluso qualsiasi freno al suo contrattacco: "Non cambierà nulla nella nostra politica, nella nostra diplomazia e nella nostra condotta sul campo di battaglia", ha assicurato il ministro degli Esteri Dmytro Kuleba. "Le armi che stiamo fornendo sono state finora usate in modo efficace dagli ucraini. Kiev ha il diritto di continuare a difendersi anche nei territori che saranno eventualmente annessi dalla Russia. Dal nostro punto di vista non cambia niente", gli ha fatto eco il segretario di Stato Usa Antony Blinken. Il rilancio dell’offensiva di Mosca con la mobilitazione militare deve però fare i conti con la grande fuga dei potenziali coscritti dal Paese, che prosegue con ogni mezzo possibile.

La grande fuga

Mentre i biglietti aerei sono in gran parte sold out o hanno raggiunto prezzi esorbitanti, molti riservisti e tanti dei giovani che temono di venire presto arruolati - un esodo di oltre 260 mila persone, secondo Novaya Gazeta - continuano a tentare di lasciare la Russia, diretti alle uniche frontiere terrestri verso Ovest ancora aperte. Lungo il confine con la Georgia, stando alle immagini del satellite Maxar, si è formata una coda di oltre 16 km, mentre restano a livelli di guardia anche i flussi verso la Finlandia, la sola frontiera Ue tuttora attraversabile con visto turistico, dove nonostante le maglie dei controlli più ristrette annunciate dal governo di Sanna Marin la Guardia di Frontiera ha registrato lunedì quasi ottomila ingressi dalla Russia. "Il traffico è ancora intenso ma si è ridotto rispetto al picco del fine settimana: la maggior parte di chi entra si dirige verso altri Paesi", hanno spiegato le autorità di Helsinki.

La guerra sul campo

Sul terreno, nel frattempo, i bombardamenti non si fermano. Le autorità ucraine hanno denunciato un nuovo attacco a Kryvyi Rih, città natale del presidente Volodymyr Zelensky nel sud, dove l’aeroporto è stato centrato con un missile Kh-59 e "l’infrastruttura è stata distrutta". Altri raid hanno preso di mira zone abitate e la rete di approvvigionamento idrico a Mykolaiv, mente i filorussi hanno segnalato attacchi contro diversi insediamenti nel Donetsk "nel tentativo di interrompere il referendum". Una guerra che secondo l’Onu ha già causato almeno seimila vittime civili e che Kiev si prepara a continuare a combattere approvando un bilancio di guerra per tutto il 2023.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved