ULTIME NOTIZIE Estero
Stati Uniti
2 ore

‘Se Mosca userà l’atomica risponderemo in modo deciso’

A dirlo oggi il consigliere del presidente americano
Serbia
3 ore

‘Non accetteremo l’esito dei referendum in Donbass’

Dopo la Turchia, anche il Paese balcanico prende le distanze dalle strategie di Mosca
Confine
5 ore

Como, la vista del lago scompare da piazza Cavour

Continuano i lavori per le paratie anti-esondazione. Le baracche da cantiere resteranno a ridosso della biglietteria fino alla prossima primavera.
Conflitto Russia/Ucraina
6 ore

Chiamati alla leva quasi tutti i tartari di Crimea

In soli tre giorni sono state 1’500 le convocazioni alla mobilitazione distribuite alla comunità tartara
Corea del Nord
10 ore

Lanciato missile balistico nel Mar del Giappone

La guardia costiera nipponica non ha segnalato incidenti che abbiano riguardato navi o imbarcazioni
italia
10 ore

Mafia: 34 anni fa l’uccisione di Mauro Rostagno

Il giornalista si era a lungo impegnato a denunciare le infiltrazioni mafiose nel tessuto politico del Trapanese
Italia
10 ore

Urne aperte, italiani pronti al voto

Quasi 51 milioni di cittadini devono scegliere i 600 membri di Camera e Senato. Si voterà in una sola giornata: i seggi chiuderanno questa sera alle 23
Estero
12 ore

Malgrado i correttivi, Nutriscore è fuorviante

Sono le conclusioni a cui giunge l’ong a tutela dei consumatori Safe, secondo cui questa classificazione degli alimenti ‘produce nuove distorsioni’
Venezuela
13 ore

Da patrona del Venezuela orientale a protettrice dei coralli

Il rispetto per la Vergine della Valle prevale su tutto: niente più reti a strascico nella zona, che diventa sede di un museo sommerso
Italia
13 ore

Italia seconda al mondo per consumo di acqua in bottiglia

Solo in Messico se ne beve di più (244 litri). Ma con i suoi 208 litri a testa, la Penisola si prende il primato continentale
italia
1 gior

Quando il parchimetro... porta fortuna

È successo nel Cuneese dove una signora ha acquistato un Gratta e vinci per cambiare i soldi per il parcheggio e vince 500mila euro
Canada
1 gior

L’uragano Fiona lascia 500mila case senza corrente

Lo riferisce l’azienda elettrica locale, Nova Scotia Power, secondo quanto riportato da Cbc
medio oriente
07.08.2022 - 22:39
Aggiornamento: 22:59

Tregua tra israeliani e palestinesi

Accordo raggiunto con la mediazione decisiva dell’Egitto. Stop alle armi dalle 22.30

Ansa, a cura di Red.Estero
tregua-tra-israeliani-e-palestinesi
Palazzi distrutti a Gaza (Keystone)

Al terzo, sempre più intenso, giorno di guerra, arriva il cessate il fuoco. L’Egitto è riuscito a mediare la tregua tra la Jihad islamica e Israele che, secondo fonti della fazione palestinese, è entrato in vigore alle 23.30 locali (le 22.30 in Svizzera).

L’ultimo summit

Il premier Yair Lapid aveva tuttavia convocato una consultazione dell’ultimo minuto al ministero della difesa di Tel Aviv con il ministro Benny Gantz, il capo di Stato maggiore Aviv Kochavi, il capo del Mossad David Barnea e il capo dello Shin Bet Ronen Bar. Alla fine dell’incontro Israele ha ringraziato l’Egitto per i suoi sforzi e dato il via libera alla tregua. "Se il cessate il fuoco sarà violato - è stata la precisazione - Israele si riserva il diritto di agire con forza".

A far capire da questo pomeriggio che qualche cosa si stava muovendo sono state varie fonti, sia egiziane sia israeliane, che parlavano di un cessate il fuoco per le 20, anche se mancavano ancora i dettagli. E in questo senso andavano anche le dichiarazioni attribuite a Lapid. Gli obiettivi della operazione ’Breaking Dawn’- aveva detto - "sono stati raggiunti". Poi, parlando ai leader delle zone ebraiche intorno alla Striscia (le più colpite dai razzi e dai colpi di mortaio della Jihad) ha aggiunto che "non c’è alcun beneficio nel continuare l’operazione".

I dettagli

Infine il comunicato della Jihad che ha confermato l’accordo. Punto decisivo - secondo i media - è l’impegno del Cairo per "il rilascio dei due prigionieri Bassem al-Saadi and Khalil Awawdeh". Il primo, leader della fazione nei Territori, è stato arrestato da Israele in Cisgiordania nelle settimane scorse: arresto che ha dato il via alle minacce della Jihad contro lo stato ebraico. Sul campo - fino all’annuncio dell’accordo - la situazione è stata quella di una guerra come nei due giorni precedenti tra razzi e raid. Pur con Hamas ancora assente e con la festa ebraica di Tisha beAv a Gerusalemme che invece si è svolta senza complicazioni.

Lo stesso Fronte del Comando interno israeliano ha fatto presente - a fronte delle voci su una possibile tregua - che "non è finita finché non è finita" ed ha invitato i cittadini a stare a portata di mano dei rifugi. "L’ultimo razzo può fare danni - ha avvertito - come il primo".

A Gaza - da stamattina senza internet - i morti sono arrivati, secondo il ministero della sanità locale, ad almeno 40 e i feriti ad oltre 300. In due attacchi separati nel centro di Gaza city e a nord est ci sono stati 8 morti e tra questi, secondo l’agenzia Maan, quattro bambini. Ma Israele ha contestato di non aver responsabilità per questi due attacchi che invece ha attribuito - come ieri accaduto nel campo profughi di Jabalya (5 morti) - a razzi difettosi della Jihad.

Nella Striscia, solo a stamattina, gli attacchi israeliani hanno colpito oltre 140 tra postazioni militari della Jihad, tunnel e siti di lancio di razzi. Su Israele si è rovesciata, anche oggi, una pioggia di razzi e colpi di mortaio. Nel mirino della Jihad sono finite per la prima volta le aree di Gerusalemme e di Beersheva (all’inizio del Negev) e, ancora, Tel Aviv. Senza contare le zone israeliane a ridosso della Striscia che stanno subendo gli attacchi maggiori con la popolazione costretta in pratica nei rifugi.

I dati dell’Iron Dome

Secondo gli ultimi dati dell’esercito, a oggi, si contano circa mille tra razzi e colpi di mortaio. Di questi 800 sono entrati in Israele e 350 sono stati intercettati dall’Iron Dome con gli altri finiti in zone deserte o in mare. La percentuale di intercettamento è stata del 95%. Ma in alcuni casi, come ad Ashkelon, sono stati colpiti edifici ma senza vittime. Anche i concorrenti del Grande Fratello - la Casa è vicina Gerusalemme - per la prima volta sono dovuti ricorrere ai rifugi. Israele - che anche oggi ha arrestato 20 membri della Jihad in Cisgiordania - ha rivendicato di aver eliminato i capi militari dell’organizzazione a Gaza. Dopo l’uccisione di Tayassir Jaabar, comandante della zona nord della Jihad, oggi ha colpito Khaled Mansour comandante della zona sud e anche il responsabile dell’unità missilistica delle Brigate Al-Quds - ala militare della Jihad - Raafat al-Zamili.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved