ULTIME NOTIZIE Estero
Ucraina
2 ore

Emergenza blackout nella regione di Kiev

Solo dopo l’aumento delle capacità del sistema elettrico sarà possibile procedere con le interruzioni di corrente di stabilizzazione
Italia
3 ore

Risveglio con la terra che trema nelle Eolie

Avvertita in tutta la provincia di Messina e nel capoluogo la scossa di magnitudo 4,6 registrata alle 8.12 a sud dell’isola di Vulcano
Giappone
3 ore

Massima allerta per un possibile tsunami in Giappone

A provocarlo è stata l’eruzione del vulcano Monte Semeru, sull’isola indonesiana di Giava
Estero
4 ore

Inondazioni e terremoti presentano il conto

Danni a seguito di catastrofi naturali per 260 miliardi di dollari l’anno scorso: cifre in calo rispetto al 2021, ma superiori alla media decennale
Messico
17 ore

‘I morti continuano ad arrivare e le persone a scomparire’

In Messico traboccano gli obitori. È la conseguenza dell’ondata di violenza legata al traffico di droga. E dei tempi lunghi per l’identificazione
Italia
19 ore

Dopo caro-benzina e caro-elettricità, ecco il caro-panettone

Natale (e Capodanno) più caro per gli italiani (e non solo loro). Che complessivamente dovrebbero spendere 340 milioni di euro in più rispetto al 2021
India
19 ore

Coccodrilli con le valigie in mano pronti a traslocare

Complice la sovrappopolazione, che sta causando continui conflitti tra i rettili, migliaia di loro saranno trasferito da Chennai al Gujarat
Estero
20 ore

Schianto di primo mattino a Forcola. Muore un diciottenne

A bordo della vettura c’erano altri due giovani, entrambi rimasti gravemente feriti. I tre stavano andando a scuola a Sondrio.
Italia
20 ore

Rapina una farmacia. Ma dimentica la ricetta della moglie

Maldestro furto per un 57enne nel Milanese. Sul bancone ha infatti lasciato il foglietto con cui i carabinieri sono risaliti alla sua identità
Brasile
21 ore

Pelé non risponde alla chemio: trasferito in un altro reparto

Dopo il ricovero di martedì, ‘O Rei’ spostato nel reparto delle cure palliative dell’ospedale ‘Albert Einstein’ di San Paolo
Italia
21 ore

Eredità... stupefacente a Sesto Fiorentino

Nell’appartamento del fratello deceduto spuntano un laboratorio per la droga e 2,4 chili di marijuana
Russia
23 ore

Mosca se ne fa un baffo del ‘price cap’ sul petrolio

Per l’ambasciata russa negli Stati Uniti, malgrado il tetto al prezzo dell’oro nero russo, il greggio continuerà a essere richiesto
speciale ucraina
06.06.2022 - 10:18
Aggiornamento: 14:25

Zelensky visita le sue truppe al fronte nel Donbass

L’Ucraina sostiene di aver ripreso il controllo di metà della città di Severodonetsk

Ats, a cura de laRegione
zelensky-visita-le-sue-truppe-al-fronte-nel-donbass
Keystone

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha visitato ieri le sue truppe al fronte nel Donbass, dove infuria la guerra contro le forze russe. È in questa regione che l’Ucraina sostiene di aver ripreso metà della città di Severodonetsk.

"Eravamo a Lyssychansk. Eravamo a Soledar", ha detto il leader in un video pubblicato sui social network. Ha visitato i posti di comando in queste città vicino a Severodonetsk, una città chiave nell’offensiva di Mosca nel bacino minerario del Donbass.

Si è anche recato a Bakhmut, nella regione sud-occidentale di Donetsk, e ha parlato con il personale militare. Ha anche detto di essere stato a Zaporizhia, per incontrare i residenti di Mariupol, che sono riusciti a fuggire dalla città quasi completamente distrutta dai bombardamenti russi. "I veri eroi sono tra noi", ha detto.

Zelensky aveva già visitato il fronte a maggio, nella regione di Kharkiv. Il viaggio di Zelensky sul campo di battaglia gli ha permesso di avere un’importante visione d’insieme delle operazioni militari e di risollevare il morale delle sue truppe in prima linea, ha dichiarato l’ex generale dell’esercito australiano Mick Ryan.

Prevista una controffensiva russa

A Severodonetsk, vicino al luogo in cui si è recato Zelensky, l’esercito ucraino afferma di essere più che in grado di resistere e di recuperare terreno. "Metà della città è sotto il controllo dei nostri difensori", ha dichiarato domenica il governatore della regione di Lugansk, Sergei Gaidai, aggiungendo che "stanno facendo progressi".

Ha aggiunto, citando le intercettazioni delle comunicazioni del comando russo, che l’offensiva russa era destinata a intensificarsi e che la città sarebbe stata conquistata "prima del 10 giugno". "Ci aspettiamo che nel futuro prossimo tutte le riserve a cui hanno accesso, tutte le macchine, tutte le truppe, saranno messe al lavoro per raggiungere questo obiettivo", ha detto il governatore.

Per i russi, mettere le mani sulla città sarebbe decisivo per il pieno controllo del bacino carbonifero del Donbass, che è già in parte in mano ai separatisti filorussi dal 2014.

Le ‘vulnerabilità’ russe

La resistenza ucraina a Severodonetsk "probabilmente continuerà ad attirare l’attenzione delle forze russe sulla regione di Lugansk, lasciando così delle vulnerabilità negli sforzi difensivi russi nella regione di Kharkiv e lungo l’asse meridionale", ha analizzato domenica l’Istituto statunitense per lo studio della guerra (Isw).

Se i combattimenti si concentrano nel Sud e nell’Est, in particolare a Severodonetsk, "Kiev rimane l’obiettivo principale degli occupanti russi", ha dichiarato il viceministro della Difesa ucraino Ganna Malyar, chiedendo un "sostegno costante" da parte dell’Occidente.

La capitale ucraina è stata colpita da diversi attacchi russi ieri mattina per la prima volta dalla fine di aprile. Mosca ha dichiarato di aver distrutto i veicoli blindati forniti all’Ucraina dai Paesi dell’Europa orientale.

Ciò è stato negato da funzionari ucraini e da testimoni sul campo. "Questo è un altro esempio di falsificazione da parte della Russia per giustificare questa guerra brutale contro l’Ucraina", ha dichiarato all’agenzia di stampa francese Afp Serhii Leshchenko, vicecapo del Consiglio di vigilanza della compagnia ferroviaria ucraina.

Lanciarazzi britannici

In serata, l’Afp ha potuto vedere la distruzione di diversi capannoni e un grande cratere causato da una granata, mentre i vigili del fuoco stavano ancora cercando di controllare un piccolo incendio.

Alla televisione Rossiya-1, il presidente russo Vladimir Putin ha minacciato ulteriori attacchi su "siti che finora non abbiamo preso di mira" se l’Occidente avesse fornito missili a lungo raggio all’Ucraina, con l’obiettivo di "prolungare il conflitto".

Questo avvertimento non ha impedito a Londra di annunciare oggi la consegna a Kiev di lanciarazzi mobili multipli con una gittata di 80 chilometri (M270 Mlrs), a complemento degli Himars americani, lanciarazzi montati su veicoli blindati leggeri, con la stessa gittata, promessi la settimana scorsa da Washington.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved