22.04.2022 - 16:39
Aggiornamento: 18:15

Esplosione in una moschea nel Nord dell’Afghanistan

All’indomani dell’attentato di Mazar-i-Sharif, si consuma un altro dramma. Decine le vittime fra i fedeli radunati per le preghiere del venerdì

Ats, a cura de laRegione
esplosione-in-una-moschea-nel-nord-dell-afghanistan
Keystone
la moschea di Mazar-i-Sharif teatro dell’attentato di ieri

Un’esplosione ha colpito oggi una moschea nel Nord dell’Afghanistan durante le preghiere del venerdì. Un portavoce talebano ha riferito di 33 vittime, fra cui diversi bambini

L’esplosione ha colpito la moschea Mawlavi Sikandar a nord della città di Kunduz, ha precisato il portavoce della polizia provinciale Obaidullah Abedi.

"Al momento non abbiamo dettagli sul tipo dell’esplosione o sulle vittime", ha detto. "Le persone si erano radunate nella moschea quando è avvenuta un’esplosione", ha riferito un testimone. "Ci sono state molte vittime, tra le 30 e le 40 persone sono rimaste ferite e uccise", ha aggiunto. Ma al momento non ci sono conferme ufficiali sulle vittime.

L’esplosione arriva il giorno dopo che il gruppo dello Stato Islamico aveva rivendicato un attentato dinamitardo in una moschea sciita nella città settentrionale di Mazar-i-Sharif che aveva ucciso almeno 12 fedeli e ferito 58 persone.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved