nella-follia-della-guerra-si-torna-a-crocifiggere-cristo
Papa Francesco
10.04.2022 - 11:38
Aggiornamento: 14:45
Ats, a cura de laRegione

‘Nella follia della guerra si torna a crocifiggere Cristo’

Nell’omelia della Domenica delle Palme, il Papa torna a parlare della guerra in Ucraina: ‘Quando si usa la violenza non si sa più nulla su Dio’

«Quando si usa violenza non si sa più nulla su Dio, che è Padre, e nemmeno sugli altri, che sono fratelli. Si dimentica perché si sta al mondo e si arriva a compiere crudeltà assurde. Lo vediamo oggi nella follia della guerra, dove si torna a crocifiggere Cristo». Lo ha detto il Papa nella Domenica delle Palme.

«Sì, Cristo è ancora una volta inchiodato alla croce nelle madri che piangono la morte ingiusta dei mariti e dei figli. È crocifisso nei profughi che fuggono dalle bombe con i bambini in braccio. È crocifisso negli anziani lasciati soli a morire, nei giovani privati di futuro, nei soldati mandati a uccidere i loro fratelli».

«Cristo è crocifisso lì, oggi», ha ribadito Francesco nell’omelia della messa in Piazza San Pietro, rievocando la frase di Gesù sulla croce: «Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno», a proposito di «quella ignoranza nel cuore che abbiamo tutti noi peccatori».

«Con Dio si può sempre tornare a vivere», ha quindi concluso il Pontefice. «Coraggio, camminiamo verso la Pasqua con il suo perdono. Perché Cristo continuamente intercede presso il Padre per noi e, guardando il nostro mondo violento e ferito, Gesù non si stanca di ripetere, e noi lo facciamo adesso col nostro cuore, in silenzio, ripetendo con Gesù: ‘Padre, perdonali, perché non sanno quello che fanno’».

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
domenica delle palme guerra papa bergoglio
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved