marion-le-pen-snobba-zia-marine-e-si-avvicina-a-zemmour
Marion e Marine Le Pen insieme nel 2015 (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
regno unito
2 ore

Niente più multe per BoJo, ma il Partygate non finisce qui

Chiusa l’indagine della polizia. Il Labour chiede le dimissioni di Johnson, che non molla
Estero
3 ore

Preoccupa il vaiolo delle scimmie, primo caso in Italia

L’Oms vigila. Altri contagiati erano stati segnalati in Svezia, Spagna, Portogallo e Regno Unito. ‘Sintomi lievi e basso pericolo di trasmissione’
medio oriente
3 ore

Lascia deputata di sinistra, governo di Israele in minoranza

Bennet in crisi, si prospettano ancora nuove elezioni. Netanyahu ora spera di tornare al potere
Confine
9 ore

Centovallina, i treni circolano unicamente fino a Camedo

Il cedimento di un muro della strada statale oggetto d’interventi di messa in sicurezza all’origine dell’interruzione del collegamento
Estero
10 ore

Crimea, i tatari ricordano i deportati da Stalin sfidando Mosca

Nonostante i divieti e il rischio di punizioni, circa 70 persone hanno manifestato per commemorare le vittime della deportazione del popolo tataro nel ’44
Confine
10 ore

Sospesi per quasi quattro mesi i lavori sulla A9

In vista del traffico estivo si sono fermati i lavori nella galleria San Fermo Sud, che riprenderanno in settembre
Estero
10 ore

L’Europarlamento chiede lo status di candidato per la Moldavia

Con 512 a favore, 43 contrari e 39 astenuti il Parlamento di Strasburgo sollecita le istituzioni europee a riconoscere la Moldavia come Paese candidato
Estero
12 ore

Germania: spari a scuola, un ferito a Bremerhaven

La polizia ha fermato una persona, una seconda sarebbe in fuga
francia
28.01.2022 - 21:12

Marion Le Pen snobba zia Marine e si avvicina a Zemmour

Nuovo strappo in famiglia. La destra in fermento in vista delle elezioni presidenziali

Ansa, a cura de laRegione

Nuovo strappo in casa Le Pen, 7 anni dopo l’espulsione del fondatore del Front National, Jean-Marie, dal suo stesso partito. Fu la figlia Marine, allora, a compiere il clamoroso passo. E stavolta è lei a subire il voltafaccia della nipote Marion, da sempre più vicina al nonno che alla zia: torna in politica e quasi certamente seguirà Eric Zemmour. In ogni caso, non appoggerà Marine nella corsa all’Eliseo. “Con Marion - ha commentato la zia con profonda amarezza - c’è una storia particolare, perché l’ho cresciuta insieme con mia sorella nei suoi primi anni di vita. È una cosa brutale, violenta, per me è difficile”.

I sondaggi e i fondi

In serata, la presidente del Rassemblement National si è però consolata con una notizia fondamentale: ha ottenuto un prestito di 10,6 milioni di euro per la sua campagna elettorale e, visto anche che l’avversario Zemmour è almeno 4-5 punti sotto di lei nei sondaggi, può tirare un sospiro di sollievo. Fuori dalla politica dal 2017, subito dopo le presidenziali vinte da Emmanuel Macron, Marion Maréchal decise l’anno dopo di non utilizzare più il cognome Le Pen accanto a quello del padre che la riconobbe quando aveva 2 anni. Un segnale di definitivo addio al “clan”. In questo periodo ha creato una sua “scuola di insegnamento superiore”, ha sposato l’eurodeputato di Fratelli d’Italia Vincenzo Sofo, e si è avvicinata a Zemmour.


Eric Zemmour (Keystone)

Cambio di casacca

Oggi, a 32 anni, ha sancito la sua nuova discesa in campo e la definitiva uscita dall’influenza della zia. “Non ho ancora deciso, sto riflettendo", ha detto mercoledì sera. Ma tutti quelli che le sono vicini hanno capito che Marion non si fermerà: è di fatto nuovamente in campo. E sarà al fianco del nemico giurato di Marine, quello Zemmour che quasi ogni giorno le strappa dirigenti, collaboratori e ora anche la nipote. "Lei (Marion, ndr) - ha detto Marine - diceva che avrebbe appoggiato chi avrebbe avuto più possibilità di vincere. Indiscutibilmente, oggi sono molto meglio piazzata rispetto a Eric Zemmour, i sondaggi mi danno al secondo turno”.

Reazioni di segno opposto dal polemista di estrema destra: “E’ una bella settimana - ha detto - le persone arrivano da noi da ogni parte, le accolgo tutte a braccia aperte”. Intanto, Marine si è tolta il peso più ingombrante che la accompagna a ogni presidenziale, le difficoltà che ha a farsi aprire linee di credito dalle banche. Il prestito ottenuto oggi copre il totale delle spese di campagna elettorale rimborsabile dallo Stato.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
eliseo eric zemmour francia marine le pen marion le pen presidenziali
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved