ratzinger-si-corregge-partecipai-a-una-riunione
Keystone
Joseph Ratzinger
caso pedofilia
24.01.2022 - 19:25
Aggiornamento : 20:44

Ratzinger si corregge: ‘Partecipai a una riunione’

Il papa emerito ha ritrattato una dichiarazione relativa al dossier sui 4 casi di abusi nella diocesi di Monaco

Ansa, a cura de laRegione

Conosce un primo inciampo la difesa del Papa emerito Joseph Ratzinger verso le accuse di “comportamenti erronei” nel gestire 4 casi di preti pedofili, evidenziati dal rapporto indipendente sugli abusi sessuali nell’arcidiocesi di Monaco, che lui guidò dal 1977 al 1982.

Tramite il proprio segretario personale mons. Georg Gaenswein, Benedetto XVI ha corretto oggi una dichiarazione essenziale relativa al dossier. Contrariamente al suo precedente resoconto, partecipò alla riunione dell’Ordinariato il 15 gennaio 1980, durante la quale si parlò di un prete della diocesi di Essen che aveva abusato alcuni ragazzi ed era venuto a Monaco per una terapia. Ratzinger spiega che l’errore “non è stato commesso in malafede” ma “il risultato di un errore nella stesura della sua affermazione”.

Le scuse

È “molto dispiaciuto” per questo e si scusa, ribadendo “vergogna e dolore” per gli abusi. Tuttavia, nell’incontro in questione “non è stata presa alcuna decisione circa un incarico pastorale del sacerdote interessato”. Piuttosto, la richiesta è stata approvata solo per “consentire una sistemazione per l’uomo durante il trattamento terapeutico a Monaco di Baviera”. La questione che resta in piedi, però, è che Benedetto sapeva del prete accusato di pedofilia, anziché il contrario.

La dichiarazione integrale diramata da mons. Gaenswein dice che, dopo la presentazione di giovedì scorso, “il Papa emerito Benedetto XVI si è fatto inviare lo stesso giorno il rapporto dallo studio legale di Monaco Westpfahl Spilker Wastl come file Pdf. Attualmente sta leggendo con attenzione le dichiarazioni ivi contenute, che lo riempiono di vergogna e dolore per le sofferenze inflitte alle vittime”. “Anche se cerca di leggerlo velocemente – prosegue –, chiede la vostra comprensione che a causa della sua età e salute, ma anche per le grandi dimensioni, ci vorrà del tempo per leggerlo per intero. Ci sarà un commento sulla relazione”. Tuttavia, “desidera ora chiarire che, contrariamente a quanto affermato in udienza, ha partecipato all’assemblea dell’Ordinariato del 15 gennaio 1980”.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved