Yverdon-sport Fc
0
FC Stade Ls Ouchy
0
1. tempo
(0-0)
Aarau
0
Xamax
0
1. tempo
(0-0)
Langnau
1
Lugano
3
1. tempo
(1-3)
Ginevra
2
Zurigo
0
1. tempo
(2-0)
Friborgo
2
Bienne
0
1. tempo
(2-0)
Davos
2
Berna
0
1. tempo
(2-0)
Zugo
3
Ajoie
0
1. tempo
(3-0)
Olten
1
Zugo Academy
0
1. tempo
(1-0)
Kloten
2
La Chaux de Fonds
0
1. tempo
(2-0)
Ticino Rockets
0
Langenthal
3
1. tempo
(0-3)
Sierre
1
GCK Lions
1
1. tempo
(1-1)
in-cina-la-stretta-sugli-uiguri-fu-pianificata-dal-pcc
Keystone
30.11.2021 - 14:560
Aggiornamento : 22:36

‘In Cina la stretta sugli uiguri fu pianificata dal Pcc’

È quanto scrive il Guardian citando documenti segreti diffusi online, fra cui tre discorsi di Xi Jinping del 2014

I piani per una dura repressione degli uiguri in Cina sarebbero collegati ai più alti livelli della leadership del Pcc. È quanto emergerebbe - scrive il Guardian - da una serie di documenti segreti diffusi online.

Il materiale, fra cui tre discorsi di Xi Jinping del 2014, è trapelato all’Uyghur Tribunal, un tribunale del popolo indipendente con sede nel Regno, scrive il sito del giornale britannico. Nei documenti, alcuni classificati top secret, “i più alti livelli della leadership del Partito Comunista Cinese chiedono la rieducazione e il trasferimento degli uiguri per correggere uno squilibrio nella popolazione nello Xinjiang”.

I documenti riguardano la sicurezza, il controllo della popolazione e la necessità di punire la popolazione uigura.

Adrian Zenz, un accademico tedesco a cui è stato chiesto dal tribunale di autenticare i documenti, ha affermato che i documenti top secret e riservati sono significativi perché mostrano molteplici collegamenti tra le richieste della leadership cinese del 2014 e ciò che è accaduto successivamente nello Xinjiang, compreso l’internamento di massa nei campi di rieducazione, trasferimenti coercitivi di manodopera e manipolazione demografica su base etnica, volta ad aumentare la percentuale di popolazione han.

Zenz sostiene che i documenti mostrano l’intenzione a lungo termine della leadership di commettere un genocidio culturale con lo scopo specifico di salvaguardare il dominio del Pcc.

I documenti sono stati consegnati integralmente in forma digitale al tribunale a settembre, ma non sono stati pubblicati al fine di proteggere la fonte della fuga di notizie. Sono stati invece pubblicati le trascrizioni di alcuni documenti, lunghe citazioni, riassunti e analisi.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved