italia-verso-il-super-green-pass-gia-in-zona-bianca
Keystone
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
42 min

Linee comunicazione Ue: via Miss e Mrs e riferimenti al Natale

‘Non usare nomi o pronomi che siano legati al genere del soggetto’, ed ‘evitare di dare per scontato che tutti siano cristiani’
Estero
1 ora

Pandemia frena la lotta all’Hiv: -50% terapie bimbi

Il rapporto dell’Unicef ‘Hiv and Aids Global Snapshot’ mostra che i test Hiv per i neonati nei Paesi ad alta prevalenza virus sono nettamente diminuiti
Estero
3 ore

Eitan torna in Italia, la Corte Suprema rigetta il ricorso

Secondo la Corte israeliana il bambino non può essere allontanato dalla sua residenza abituale, ovvero l’Italia, in cui ha vissuto quasi tutta la sua vita
Estero
4 ore

Nel 2020 è morto di Aids un bambino ogni 5 minuti

Circa l’88% delle 120’000 morti di bambini legate all’Aids è avvenuto nell’Africa sub-sahariana. Almeno 310’000 i bimbi contagiati nel 2020
Estero
4 ore

Tempesta nel Regno Unito blocca 61 persone due giorni in un pub

La bufera Arwen ha bloccato con un metro di neve la porta del pub più alto d’Inghilterra, a 528 m s.l.m. Tutti in salvo dopo 48 ore
Estero
6 ore

Boss fedelissimo di Riina trovato morto su un binario a Genova

Il boss di Sciacca Totò Di Gangi, 79 anni, scarcerato perché molto malato, era stato fatto scendere in quanto senza green pass. Si ipotizza una disgrazia
Estero
7 ore

L’Oms avverte: possibili gravi conseguenze da variante Omicron

L’avvertimento è contenuto in un documento tecnico pubblicato oggi dall’Oms. Nessun decesso legato alla variante segnalato finora
Estero
9 ore

Etna, soccorritore morto durante un intervento di salvataggio

Un appartenente al Soccorso alpino e speleologico siciliano è morto a causa di un malore durante il recupero di un escursionista caduto in un canalone
Estero
9 ore

Olanda, fuggono da un hotel di quarantena: arrestati sull’aereo

La coppia era stata posta in quarantena dopo l’arrivo dal Sudafrica
Estero
10 ore

Paura Omicron, il Giappone chiude le frontiere agli stranieri

Lo ha annunciato oggi il governo nipponico. Il Paese era ancora chiuso ai turisti ma aveva riaperto a inizio mese a viaggiatori d’affari e studenti
Estero
18 ore

Barbados diventa Repubblica e rimpiazza Elisabetta

Il 30 novembre, a 50 anni dall’indipendenza dal Regno Unito, s’insedierà la prima presidente. Alla cerimonia parteciperà anche il principe Carlo.
coronavirus
21 ore

Avanza la variante Omicron, un caso sospetto in Svizzera

Gli esperti: ‘Più contagiosa, ma meno pericolosa’. Israele chiude i confini e aumentano i casi rilevati in Europa
Estero
24.11.2021 - 11:560
Aggiornamento : 14:37

Italia verso il ‘super Green Pass’ già in zona bianca

Il governo Draghi varerà oggi la nuova stretta nei confronti dei non vaccinati. Si parla di obbligo vaccinale per forze dell’ordine e personale scolastico

Anche l’Italia, dopo l’Austria, è orientata all’adozione del cosiddetto ‘modello 2G’ (dal tedesco “geimpft”, vaccinato, e “genesen”, guarito) per pianificare le nuove restrizioni anti-Covid. La stretta del governo Draghi prevede infatti che l’accesso a bar, ristoranti, palestre, e in generale alle attività ricreative e culturali sia riservato solo a persone vaccinate o guarite dal Covid, escludendo dunque la possibilità di ricorrere al test: un “super Green Pass”, insomma, come è stato definito dalla stampa italiana. Viene dunque messo in atto il principio che eventuali, nuovi divieti debbano essere imposti solo ai no-vax e non a chi ha scelto di vaccinarsi: per recarsi al lavoro, invece, basterà il Green Pass “standard”, ovvero anche con un test-Covid negativo.

Sul tavolo di Palazzo Chigi anche la controversa questione dell’obbligo vaccinale, del quale è con tutta probabilità da escludere, al momento, l’estensione a tutta la popolazione, anche per le differenti opinioni sul tema nella composita maggioranza che sostiene il governo Draghi e per dubbi di costituzionalità. La proposta in campo è quella di imporre l’obbligo di vaccinazione ai membri delle forze dell’ordine e al personale scolastico, con il ministro della Funzione Pubblica Renato Brunetta che vorrebbe estenderlo anche ai dipendenti della pubblica amministrazione che lavorano in sportelli a contatto con il pubblico. Quanto alla terza dose, verrà valutato di effettuarla dopo 5 mesi anziché 6 dall’ultima dose, di estenderla eventualmente a tutta la popolazione e di renderla obbligatoria per i lavoratori in campo sanitario e nelle residenze per anziani. È in corso la “cabina di regia politica” per definire gli ultimi dettagli, poi alle 13 si riunirà il Comitato tecnico scientifico del governo italiano per esprimere un parere sulle nuove misure. All’ordine del giorno del Comitato c’è, fra l’altro, la richiesta dell’esecutivo di valutare la riduzione da 12 a 9 mesi della durata del Green Pass, e di quella dei tamponi antigenici rapidi a solo 24 ore.

Il provvedimento, su cui c’è la pressoché totale unanimità dei governatori delle Regioni, dovrebbe scattare lunedì prossimo, 29 novembre, o il successivo, il 6 dicembre, comunque prima della festività dell’Immacolata Concezione che cade l’8 dicembre: l’obiettivo è quello di evitare chiusure natalizie che avrebbero un impatto devastante sull’economia. Il tema principale della discussione è il quando applicare il “super Green Pass”: alcune Regioni, insieme all’ala “rigorista” del governo capeggiata dal ministro della Salute Roberto Speranza, premono affinché le restrizioni ai no-vax siano in vigore già nella cosiddetta “zona bianca”, ovvero la fascia che non prevede restrizioni, mentre i governatori della Lombardia Fontana, del Veneto Zaia e del Friuli Venezia-Giulia Fedriga, tutti e tre appartenenti alla Lega, chiedono che esse scattino, invece, solo al peggiorare della situazione con conseguente cambio di “colore”, al crescere dell’incidenza dei casi e dell’occupazione ospedaliera nei reparti ordinari e in cure intense. Dalla cabina di regia in corso a Palazzo Chigi, secondo quanto riferiscono le agenzie di stampa italiane Adnkronos e Ansa, emerge l’orientamento per la prima soluzione. Stando a fonti presenti alla cabina di regia tra il premier Mario Draghi e i capi delegazione delle forze di maggioranza, nel corso della riunione sarebbe prevalsa la decisione di una stretta sui “no-vax” già in zona bianca, “aprendo” le attività ricreative solo a coloro in possesso del cosiddetto “super” Green Pass, ovvero per chi è vaccinato o guarito. La stretta dunque non dovrebbe arrivare solo dove salgono i contagi e le situazioni negli ospedali sono più critiche – ovvero dall’area gialla a salire – ma dappertutto e senza distinzioni di sorta. Non cambieranno le regole in zona rossa, quindi le limitazioni agli spostamenti e le chiusure scatteranno per tutti, anche se vaccinati.

Saranno inoltre intensificati i controlli sul “normale” Green Pass. Alla stretta per i non vaccinati o guariti, corrisponderà quindi un più generale irrigidimento dei controlli.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved