covid-il-sistema-sanitario-tedesco-verso-una-catastrofe
Keystone
Angela Merkel
ULTIME NOTIZIE Estero
Confine
2 ore

AlpTransit a sud di Lugano, dall’Italia passi avanti

Per potenziare il traffico merci le Ferrovie italiane stanziano 100 milioni per il centro intermodale di Milano-Segrate, 70 milioni li mette la Svizzera
Estero
3 ore

Finlandia nella Nato, arriva anche il sì finale del parlamento

Larghissima maggioranza a favore dell’adesione di Helsinki: 188 i favorevoli, 8 i contrari. La richiesta dovrà ora essere approvata da tutti i 30 membri
Estero
4 ore

Il pugno duro della Cina contro il Covid

Le misure draconiane in numerose città dipendono da considerazioni sanitarie, ma anche politiche
Estero
4 ore

Omofobia: nel mondo ancora carcere e morte per l’omosessualità

Oggi è la Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia. In 62 Paesi l’omosessualità è un reato punito con carcere o pena capitale
Estero
5 ore

Finlandia e adesione alla Nato, sì in Commissione parlamentare

Il parere della Commissione affari esteri segna il completamento di un’altra tappa legislativa richiesta a Helsinki per aderire all’Alleanza Atlantica
Video e Foto
Speciale Ucraina
LIVE

Kiev conferma: negoziazioni al momento sospese

Il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov aveva dichiarato che non si stavano svolgendo colloqui. Segui il live de laRegione
Confine
7 ore

Violenta rissa con coltellata a Ponte Chiasso

Lo scontro è avvenuto ieri sera alle 21 in una pizzeria a ridosso della dogana. I sanitari hanno medicato sul posto una mezza dozzina di persone
Confine
9 ore

Corpo trovato a Como, accanto i documenti di un 66enne svizzero

Gli inquirenti ipotizzano che si tratti di un senzatetto. Per il momento non ci sarebbero elementi che possano far pensare a una morte violenta
17.11.2021 - 17:16
Aggiornamento : 19:34

Covid, ‘il sistema sanitario tedesco verso una catastrofe’

Gli anestesisti lanciano l’allarme. Fa loro eco la cancelliera, Angela Merkel: ‘La situazione pandemica in Germania è drammatica’

“Il sistema sanitario tedesco si sta avviando verso una catastrofe”: lo ha scritto nero su bianco l’associazione federale tedesca degli anestesisti, la Bda, insieme alla società tedesca di anestesiologia e medicina intensiva in una lettera aperta ai ministri della Salute dei Länder e al ministro della Salute federale Jens Spahn. L’associazione chiede misure efficaci di contenimento e un’applicazione della regola del 2G (accesso consentito solo a vaccinati e guariti) per tutti gli ambiti della vita pubblica in Germania.

‘Per il virus è del tutto indifferente che il Paese abbia un governo reggente’

Sempre oggi il grido d’allarme è arrivato anche dalla politica. “La situazione pandemica in Germania è drammatica”. Lo ha detto la cancelliera Angela Merkel, parlando alla conferenza delle città. Per il virus è “del tutto indifferente” che il Paese abbia un governo reggente o nel pieno delle sue funzioni, ha aggiunto. “Anche il numero di morti è spaventoso”, ha detto, sottolineando che il numero dei pazienti nelle terapie intensive sale rapidamente.

“Non è affatto troppo tardi per farsi somministrare una prima dose di vaccino“, ha detto la Merkel, rivolgendo un appello ai non vaccinati a rivedere la loro posizione perché il vaccino è la via che conduce fuori dalla pandemia, ha ribadito. Anche per il richiamo, il cosiddetto booster, la cancelliera ha sollecitato “uno sforzo nazionale”. In Germania solo il 67,7% della popolazione è coperto da protezione vaccinale completa. Anche se non ci sarà la maggioranza politica per prorogare lo stato di emergenza il 25 novembre, ha sottolineato la Merkel, “non può esserci per me alcun dubbio sul fatto che siamo nel bel mezzo di una emergenza del genere”. La cancelliera ha anche chiarito di ritenere che la consultazione fra Stato e Regioni, in programma domani, arriva “con ritardo”. “La quarta ondata del Covid ci colpisce con piena violenza” e dalla conferenza con i governatori dovrà “arrivare un segnale chiaro”. L’obiettivo è sempre stato “evitare il sovraccarico delle strutture sanitarie”, ha affermato, “e l’amara verità” è che nelle circoscrizioni colpite più gravemente dal virus “questo già non è più possibile”. La cancelliera ha ribadito di avere una “profonda preoccupazione” per alcuni Länder in difficoltà, dove le strutture sanitarie sono già quasi al limite e ha ricordato che quando si deve ricorrere ai trasferimenti anche i Länder confinanti, che ospitano i pazienti, finiscono sotto pressione.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
catastrofe germania merkel sistema sanitario
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved