Inter
2
Venezia
1
fine
(1-1)
Lazio
Atalanta
20:45
 
Zugo
2
Langnau
0
1. tempo
(2-0)
Ambrì
1
Davos
0
1. tempo
(1-0)
Friborgo
0
Lakers
1
1. tempo
(0-1)
Lugano
0
Berna
1
1. tempo
(0-1)
GCK Lions
1
Olten
2
fine
(0-0 : 1-1 : 0-1)
Visp
4
Ticino Rockets
3
overtime
(0-0 : 2-1 : 1-2 : 1-0)
La Chaux de Fonds
2
Zugo Academy
0
1. tempo
(2-0)
Kloten
1
Sierre
0
1. tempo
(1-0)
BUF Sabres
4
PHI Flyers
2
1. tempo
(4-2)
BOS Bruins
WIN Jets
21:00
 
caos-al-confine-tra-bielorussia-e-polonia
Keystone
I nessuno nella terra di nessuna tra Polonia e Bielorussia
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
2 ore

Siria: oltre 90 morti negli scontri tra Isis e curdi

Il bollettino arriva dopo tre giorni di combattimenti nel nord-est del Paese
Germania
6 ore

Merz eletto presidente Cdu con quasi 95% voti

L’avvocato finanziario, 66 anni, succede ad Armin Laschet
Estero
9 ore

Onu, riformare il sistema economico tra le priorità del 2022

Per il Segretario Generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, è necessario sconfiggere la pandemia e rivedere le regole della finanza mondiale
Stati Uniti
9 ore

California, Schwarzenegger coinvolto in incidente auto

L’incidente, che ha coinvolto quattro auto, è avvenuto a Brentwood (Los Angeles). Una donna è rimasta leggermente ferita, l’attore invece illeso
italia
14 ore

Quirinale, istruzioni per l’uso

Chi vota il presidente della Repubblica italiana e come. Record, stranezze e nomi improbabili, dalla moglie di Massimo D’Alema a Ezio Greggio
cile
22 ore

La nipote di Allende ministra a 50 anni dal golpe

La rivincita di Maya. Tante donne nei posti chiave del governo
usa-russia a ginevra
22 ore

Mosca provoca: “Via la Nato da Romania e Bulgaria”

L’incontro in Svizzera è l’ennesimo nulla di fatto. Il Cremlino insiste sulle sue posizioni intransigenti legate alla situazione in Ucraina
Estero
23 ore

‘Fermate lo sterminio di criceti’, bufera ad Hong Kong

La infezioni legate ai roditori potrebbero contenere una nuova mutazione del virus, giustificando l’abbattimento di migliaia di animali domestici
Estero
1 gior

Bagno di sangue nello Yemen

Un bombardamento saudita ha provocato la morte o il ferimento di oltre 200 persone
Confine
1 gior

Como, tre arresti per frode nel settore del compro oro

I beni sequestrati dalla Guardia di finanza ammontano a 383mila euro. La frode si basava su un collaudato sistema di cooperative fantasma
Estero
1 gior

Gli americani non rivogliono Biden presidente

Secondo un sondaggio, soltanto il 28% degli interpellati è per la ricandidatura
12.11.2021 - 22:030

Caos al confine tra Bielorussia e Polonia

Stop ai voli delle compagnie di bandiera turca e irachena verso Minsk. Dai Paesi Ue potrebbero arrivare soldi per la protezione dei confini.

Bruxelles – I migranti respinti alla frontiera, le esercitazioni militari di Mosca e Minsk, la morte di due paracadutisti russi: è caos al confine tra Bielorussia e Polonia. La crisi dei migranti non accenna a vedere la luce in fondo al tunnel mentre l’Ue, allargando la sua tela diplomatica sui Paesi d’origine dei richiedenti asilo, prova ad accerchiare il dittatore Alexander Lukashenko togliendogli l’arma che ha posto sul tavolo dell’Europa: le persone.

Le compagnie di bandiera di Turchia e Iraq hanno infatti annunciato lo stop ai voli per Minsk per yemeniti, siriani e iracheni. “Le compagnie aeree che non cooperano potrebbero essere inserite nella lista nera”, avverte l’Ue che, nel Consiglio Affari Esteri di lunedì, potrebbe dare il via al quadro sanzionatorio contro Minsk. Ma nella riunione dei capi della diplomazia degli Stati membri verrà affrontato anche un nuovo fronte, quello dell’Ucraina, che vede ammassarsi alla sua frontiera le truppe russe.

Londra invia specialisti militari

Nel frattempo, la questione dei muri anti-migranti entra nel cuore dell’Europa. Nel giorno in cui la Lettonia ha approvato la costruzione di una barriera al confine con la Bielorussia, l’Ecofin, chiamato a riunirsi sul budget europeo sta valutando, su proposta della commissione, l’erogazione di 25 milioni di euro per Polonia, Lituania, Lettonia da aggiungere al bilancio 2022. Le risorse verrebbero aggiunte al Fondo per la Gestione dei Confini Integrati (che già annovera 780 milioni) e sarebbero dirottate proprio alla protezione dei confini. La commissione si è già detta più volte contraria all’uso di soldi Ue per la costruzione di muri, ma nulla impedisce agli Stati membri di aggiungere propri finanziamenti per quella costruzione delle barriere che è destinata ad accendere il dibattito anche all’Europarlamento.

Sul campo, la crisi bielorussa non migliora. Secondo l’Ue duemila migranti sono intrappolati al confine da quattro giorni. Ma la novità delle ultime ore è la ‘militarizzazione’ della crisi. Un’unità tattica“ di paracadutisti di Russia e Bielorussia ha cominciato a condurre esercitazioni di vario tipo nella regione di Grodno. E in serata Mosca ha annunciato la morte di due paracadutisti dell’esercito presso il confine con la Polonia. Derubricato come incidente dai russi, ma che potrebbe rappresentare un’ulteriore miccia. Nelle prossime ore arriverà, tra l’altro, un contingente di specialisti militari inviato da Londra. La Nato ha fatto invece sapere di stare vigilando la situazione "per evitare il rischio di una escalation”.

Soldati russi al confine con la Bielorussia

Intanto la controffensiva diplomatica dell’Occidente si allarga oltre i confini europei con la vice presidente degli Usa Kamala Harris che, dalla Conferenza sulla Libia a Parigi, definisce “molto preoccupanti” le azioni di Minsk. E proprio nella capitale francese Emmanuel Macron e Mario Draghi annunciano che presto parleranno con Vladimir Putin della crisi. Già, perché il convitato di pietra del focolaio bielorusso resta Mosca.

L’Ue, spiegano a Bruxelles, è convinta che Putin non stia esercitando la sua influenza su Minsk nel modo giusto. Le mosse del Cremlino, all’esecutivo europeo, appaiono non unidirezionali. Da un lato Putin promette che non fermerà le forniture di gas per l’Europa. Dall’altro apre un altro fronte, quello ucraino. Secondo gli Usa e l’Ue i militari russi si stanno ammassando al confine con Minsk. Mosca nega qualsiasi piano di invasione ma a Bruxelles sale l’allarme e al Consiglio Affari Esteri il dossier sarà sul tavolo.

Nella stessa riunione l’Ue darà il via libera al quadro entro cui mettere in campo sanzioni contro persone e società che facilitano il flusso di migranti verso l’Europa. Auspicando che anche “partner storici” come Usa e Regno Unito optino per la medesima strada.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved