gli-usa-riaprono-ai-turisti-in-danimarca-torna-il-green-pass
Keystone
È già boom di prenotazioni per i voli verso gli Stati Uniti
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
4 ore

Italia: ladri passano dalle fogne e rubano mezzo milione

Il colpo in una gioielleria a due passi da Ponte Vecchio a Firenze
Estero
7 ore

Armi nucleari, Giappone e Usa chiedono trasparenza alla Cina

I due Paesi stanno limando gli ultimi dettagli di una proposta che conduca Pechino a un maggiore impegno per il disarmo dei propri arsenali
Estero
7 ore

Sudafrica: ancora devastanti inondazioni sulla costa Est

Il mese scorso circa 500 persone erano già state costrette ad abbandonare le loro case
Estero
7 ore

Francia, accuse di violenza sessuale per il neoministro Abad

Il politico smentisce: ‘Queste voci riferiscono di atti o gesti che mi sarebbero semplicemente impossibili a causa del mio handicap’
Estero
7 ore

Tempesta in Germania, un morto e quasi 60 feriti

Particolarmente colpita la Renania Settentrionale-Vestfalia: un tornado ha attraversato Paderborn ferendo 43 persone venerdì
Estero
8 ore

Afghanistan, da oggi le conduttrici in tv a volto coperto

Ieri si erano ribellate all’ordine dei Talebani di nascondere il viso, ma ‘l’emittente ha subito pressioni’
Confine
10 ore

Carrozza a soqquadro: soppresso un treno diretto a Chiasso

Quattordici giovani, tra i 15 e i 21 anni, sono stati denunciati ieri dai carabinieri
Estero
12 ore

Esplosioni nelle regioni di Kiev e Zhytomyr

Nel frattempo il parlamento ucraino ha approvato l’estensione della legge marziale fino al 23 agosto. Segui il live de laRegione
Estero
12 ore

Anthony Albanese promette di riparare l’immagine dell’Australia

Il neoeletto primo ministro laburista vuole puntare sulla politica climatica. Su questo aspetto il Paese viene spesso considerato in ritardo.
Estero
13 ore

Vaiolo delle scimmie: 92 casi confermati in 12 Paesi

Lo segnala l’Organizzazione mondiale della sanità. Si tratta di zone dove la malattia non è endemica.
Confine
13 ore

Un carro attrezzi per rimuovere solo... le vetture straniere

L’obiettivo è costringere principalmente i ticinesi a pagare le multe per divieto di sosta. Lo propone Alessandro Rapinese, candidato a sindaco di Como.
08.11.2021 - 20:56

Gli Usa riaprono ai turisti, in Danimarca torna il green pass

Boom di vaccinazioni in Austria dopo il lockdown per i no vax. La Danimarca reintrodurrà il certificato sanitario due mesi dopo la fine delle restrizioni.

Roma – Voli pieni, lunghe code, abbracci e lacrime. Dopo quasi due anni, per la prima volta dall’inizio della pandemia gli Stati Uniti riaprono a turisti e viaggiatori dal resto del mondo. Un allentamento delle restrizioni anti-Covid per gli arrivi da Europa, Cina, India, Brasile e Sudafrica, sia per turismo che per motivi di studio o di lavoro, che ha già portato a un boom di prenotazioni. Ma il via libera riguarda solo i vaccinati con sieri riconosciuti dall’Organizzazione mondiale della sanità, cui viene anche chiesto un tampone negativo nelle 72 ore precedenti all’arrivo, in linea con le riaperture selettive che dal green pass al lockdown per no vax prendono sempre più piede in Europa. La Danimarca, intanto, reintroduce il pass sanitario due mesi dopo la fine delle restrizioni.

A sottolineare il valore simbolico del momento, i voli delle due compagnie britanniche storicamente rivali British Airways e Virgin Atlantic sono decollati simultaneamente stamani da Londra. “Penso che potrò solo mettermi a piangere“, ha raccontato emozionata Bindiya Patel, in partenza da Heathrow per incontrare per la prima volta il nipotino di un anno a New York. Stessa gioia percepita anche a Parigi. “Questa possiamo chiamarla libertà. Speriamo che continui”, ha commentato Maxime Barei prima di imbarcarsi per Los Angeles, dove studiano i due figli. Lunghe file sono previste nei principali scali statunitensi, dove per gli arrivi dall’estero si prevede un aumento del 50% rispetto alla scorsa settimana.

Impennata di vaccinazioni in Austria

Mentre l’America riapre, l’Europa continua a fare i conti con gli aumenti dei casi in diversi Paesi. In Germania, dove la cancelliera Angela Merkel si dice “molto preoccupata” per la situazione epidemiologica, si è registrato il nuovo record settimanale di casi per ogni 100mila abitanti, a quota 201,1, superando il precedente picco del dicembre 2020. Sotto accusa ci sono le sacche di resistenza alla campagna di immunizzazione. Per Berlino, è “assolutamente chiaro che vi sia un legame: i dati più alti di incidenza e di ricoveri si registrano nelle regioni in cui ci sono le quote più basse di vaccinati”.

Il Vecchio Continente resta epicentro globale della pandemia. I contagi rimangono a livelli record dalla Russia - dove si è conclusa una settimana di chiusura forzata di uffici e negozi - alla Grecia. In tutta Europa si fanno quindi sempre più strada le misure per scoraggiare i no vax, che sembrano dare i primi frutti. Il lockdown mirato in Austria - dove chi rifiuta il siero non può più accedere a ristoranti, movida, parrucchieri, hotel, eventi culturali e agli impianti sciistici di risalita - ha fatto impennare in pochi giorni le prime dosi. E anche l’università Alpen Adria di Klagenfurt ha annunciato che dal 15 novembre negherà l’accesso a personale e studenti no vax: “Non è cattiveria ma buon senso che ci spinge a questo provvedimento. Chi rifiuta categoricamente il vaccino - ha detto il rettore Oliver Vitouch - dovrebbe interrogarsi se l’università è la cosa giusta per lui”.

La Danimarca torna sui suoi passi

Una stretta si ipotizza anche in Gran Bretagna. Il governo di Boris Johnson sta valutando la possibilità di introdurre restrizioni ai viaggi per le persone che rifiutano la terza dose, in particolare per gli spostamenti all’estero. Una spinta che fa leva anche sulle prossime vacanze invernali, come dimostra l’appello del ministro della Sanità, Sajid Javid, ad "evitare il ritorno alle restrizioni e godersi il Natale”.

Il governo danese, intanto, ha annunciato l’intenzione di reintrodurre il pass sanitario obbligatorio due mesi dopo l’alleggerimento delle restrizioni anti-Covid. La premier Mette Frederiksen ha comunicato le nuove misure alla luce dei crescenti contagi. La commissione nazionale sull’epidemia ha raccomandato al governo di classificare il coronavirus come una malattia “socialmente pericolosa” e l’esecutivo seguirà l’indicazione, ha detto la premier.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
austria covid danimarca europa lockdown no vax turisti usa voli
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved