spia-russa-vola-giu-dall-ambasciata-e-muore
L’ambasciata russa a Berlino (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
Confine
5 ore

Como, famiglia sfrattata dorme 5 notti in auto. Poi gli aiuti

Si attivano i servizi sociali e la Caritas diocesana che hanno garantito un posto al dormitorio
Confine
7 ore

Traffico di valuta, intercettati oltre 875’000 euro a fine 2021

Su un pullman dalla Svizzera alla Serbia, trovati circa 215’000 euro, più due pistole e munizioni nascoste nella macchinetta del caffè
Estero
8 ore

Scomparsa da 10 anni, arrestato l’ex convivente della madre

L’uomo è accusato per l’omicidio e l’occultamento del cadavere di Agata Scuto, la 22enne di Catania il cui corpo non è stato mai trovato.
Estero
8 ore

Probabile nuova ‘eruzione’ del vulcano a Tonga

Rilevate onde anomale nella regione. Le isole tagliate fuori dalle comunicazioni ancora per due settimane. La Nuova Zelanda invia un aereo da ricognizione
Estero
18 ore

Obbligo vaccinale dal primo febbraio in Austria

Sono previste sanzioni pecuniarie tra i 600 e i 3’600 euro per chi non si attiene alla norma. La mancata vaccinazione sarà reato penale
Estero
19 ore

Grandi manovre in Israele per il patteggiamento di Netanyahu

Mentre va avanti il possibile accordo con la Procura, trema il mondo politico.
Estero
20 ore

‘Paesaggio lunare’ a Tonga dopo l’eruzione

Fino a 80 mila persone potrebbero essere state colpite dal fenomeno geologico. La cenere sta contaminando le risorse idriche
Estero
21 ore

Trump attacca, “Biden disastro, riprendiamoci l’America”

L’ex presidente Donald Trump suona la carica e lancia la corsa repubblicana alla riconquista della Casa Bianca
Estero
1 gior

Il principe Harry e la scorta fai da te

Le autorità britanniche non vogliono che il membro della famiglia reale paghi le spese per la protezione
Confine
1 gior

Varese, ha insegnato 21 anni con una finta laurea

La scoperta è stata effettuata dalla Guardia di Finanza. Alla donna sono stati cautelativamente sequestrati beni per 350mila euro
Confine
1 gior

Luinese, consigliere della Lega nei guai con la droga

Deteneva marijuana nella sua abitazione e faceva ‘lo sceriffo in paese’. Aveva pure minacciato con l’ascia un ex tossicodipendente
mistero a berlino
05.11.2021 - 20:340

Spia russa vola giù dall’ambasciata e muore

Mosca parla di ‘tragico incidente’ ma ha negato l’autopsia. Rapporti sempre più freddi tra Germania e Russia

Il corpo senza vita di una spia russa è stato trovato a pochi passi dall’ambasciata di Mosca a Berlino, e nella capitale tedesca si è aperto un nuovo giallo che complicherà i rapporti già tesi coi russi. L’uomo, accreditato come segretario dell’ambasciatore dal 2019, aveva 35 anni ed è morto precipitando da un piano alto di un edificio del complesso della sede diplomatica.

“Un tragico incidente che non vogliamo commentare per motivi etici”, è stata la secca reazione dell’ambasciata, che ha evocato così l’ipotesi di un suicidio. Ma per gli addetti alla sicurezza tedeschi il decesso sarebbe avvenuto per cause ignote, ancora da accertare. Mentre dall’entourage di Alexei Navalny sono arrivate parole ancora più chiare: i fedelissimi del nemico numero uno di Vladimir Putin non credono affatto alla tesi del suicidio.

Il ritrovamento

Il cadavere è stato scoperto dagli agenti della polizia berlinese il 19 ottobre scorso, alle 7.20 del mattino, sulla via d’ingresso della sede diplomatica. Stando allo Spiegel, che pubblica la notizia nel numero in edicola sabato, il trentacinquenne accreditato come diplomatico era in realtà un agente dei servizi interni russi dell’Fsb. E ci sono molti dubbi sulla dinamica dei fatti.

A Berlino però non si è potuta aprire un’inchiesta e la procura non ha voluto rilasciare alcuna dichiarazione: lo status diplomatico dell’uomo impedisce che vi siano indagini in Germania e la salma, secondo informazioni del settimanale, sarebbe già stata trasferita a Mosca. Senza un’autopsia: l’ambasciata infatti non l’ha autorizzata.

Figlio di un pezzo grosso

L’agente trovato morto era il figlio di un pezzo grosso dell’Fsb che nella capitale russa si occupa di terrorismo. Secondo Spiegel ci sarebbe un collegamento fra l’Fsb e l’omicidio di un georgiano in pieno giorno a colpi di arma fuoco, sempre a Berlino, nel Tiergarten, nell’estate del 2019. Un caso che ancora pesa sulle relazioni fra Germania e Russia dal momento che, secondo la Procura di Berlino che se ne occupa, l’eliminazione fu commissionata direttamente dallo Stato russo. L’uomo, di origine cecena, era considerato da Mosca un nemico: dopo l’omicidio fu arrestato un 56enne russo, che finora non ha mai aperto bocca.

“Le finestre dell’ambasciata non sono abbastanza alte per un suicidio", ha attaccato Leonid Volkov, braccio destro di Navalny, ancora oggi agli arresti in Russia. In un’intervista al canale Telegram, ripresa dalla Dpa, Volkov ha spiegato di conoscere bene l’edificio, dal momento che c’è stato personalmente in passato. "C’è qualcosa di molto serio dietro a quello che è successo”, ha concluso l’uomo che ha affiancato Navalny durante la sua convalescenza berlinese. Come noto, l’avversario del presidente russo fu avvelenato col Novichok in Russia nell’agosto del 2020 e poi trasferito dopo molte resistenze in Germania per volere della moglie, che lo fece curare allo Charité. A Berlino rimase per diversi mesi per la riabilitazione, prima di rientrare in patria ed essere arrestato. Navalny e Volkov accusano proprio l’Fsb di attentati politici.

Paesi ai ferri corti

Il caso dell’agente di 35 anni precipitato dalla finestra contribuirà certamente ad acuire i già forti attriti con il Cremlino, con cui la Germania di Angela Merkel ha comunque sempre mantenuto un dialogo. Proprio la decisione di aprire le porte a Navalny fu però uno dei passi più forti della cancelliera uscente contro la Russia di Putin. Ora il giallo dell’agente-diplomatico - non il primo peraltro a precipitare dall’ambasciata russa, dove nel 2003 morì un portiere in circostanze simili - sarà una gatta da pelare per il prossimo governo targato Scholz.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved