Inter
1
Venezia
1
2. tempo
(1-1)
Zugo
Langnau
19:45
 
Ambrì
Davos
19:45
 
Friborgo
Lakers
19:45
 
Ginevra
Bienne
19:45
 
Lugano
Berna
19:45
 
GCK Lions
1
Olten
2
3. tempo
(0-0 : 1-1 : 0-1)
Visp
3
Ticino Rockets
1
3. tempo
(0-0 : 2-1 : 1-0)
La Chaux de Fonds
2
Zugo Academy
0
1. tempo
(2-0)
Kloten
Sierre
19:45
 
BUF Sabres
1
PHI Flyers
2
1. tempo
(1-2)
la-polonia-sfida-l-ue-ok-al-muro-con-la-bielorussia
Keystone
Dal filo spinato a un muro alto due metri e mezzo
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
2 ore

Siria: oltre 90 morti negli scontri tra Isis e curdi

Il bollettino arriva dopo tre giorni di combattimenti nel nord-est del Paese
Germania
6 ore

Merz eletto presidente Cdu con quasi 95% voti

L’avvocato finanziario, 66 anni, succede ad Armin Laschet
Estero
8 ore

Onu, riformare il sistema economico tra le priorità del 2022

Per il Segretario Generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, è necessario sconfiggere la pandemia e rivedere le regole della finanza mondiale
Stati Uniti
9 ore

California, Schwarzenegger coinvolto in incidente auto

L’incidente, che ha coinvolto quattro auto, è avvenuto a Brentwood (Los Angeles). Una donna è rimasta leggermente ferita, l’attore invece illeso
italia
14 ore

Quirinale, istruzioni per l’uso

Chi vota il presidente della Repubblica italiana e come. Record, stranezze e nomi improbabili, dalla moglie di Massimo D’Alema a Ezio Greggio
cile
21 ore

La nipote di Allende ministra a 50 anni dal golpe

La rivincita di Maya. Tante donne nei posti chiave del governo
usa-russia a ginevra
22 ore

Mosca provoca: “Via la Nato da Romania e Bulgaria”

L’incontro in Svizzera è l’ennesimo nulla di fatto. Il Cremlino insiste sulle sue posizioni intransigenti legate alla situazione in Ucraina
Estero
22 ore

‘Fermate lo sterminio di criceti’, bufera ad Hong Kong

La infezioni legate ai roditori potrebbero contenere una nuova mutazione del virus, giustificando l’abbattimento di migliaia di animali domestici
Estero
23 ore

Bagno di sangue nello Yemen

Un bombardamento saudita ha provocato la morte o il ferimento di oltre 200 persone
29.10.2021 - 20:060
Aggiornamento : 20:43

La Polonia sfida l’Ue, ok al muro con la Bielorussia

Via libera del Parlamento polacco alla barriera anti-migranti lunga oltre 100 chilometri. Costerà 353 milioni di euro.

a cura de laRegione

Roma – Il muro tra Polonia e Bielorussia per fermare l’arrivo dei migranti si farà. Il parlamento di Varsavia ha dato oggi l’ok definivo alla costruzione della barriera che si estenderà per oltre 100 chilometri lungo la frontiera orientale dell’Unione europea e costerà 353 milioni di euro.

Il presidente polacco Andrzej Duda aveva annunciato che avrebbe firmato la legge non appena fosse stata approvata dal parlamento e ora al filo spinato già posizionato si sostituirà un muro alto due metri e mezzo che, insieme alle centinaia di militari dispiegati lungo il confine, impedirà qualsiasi possibilità di accesso alle migliaia di disperati che arrivano dall’Afghanistan, dalla Siria, dall’Iraq per cercare un futuro in Europa. Un muro, aveva preannunciato settimane fa il ministro della Difesa Mariusz Blaszczak, che sarà simile a quello costruito dall’Ungheria al confine con la Serbia nel 2015.

Almeno sette migranti morti di stenti

Inutili, di fronte alla determinazione del governo, anche le manifestazioni dei giorni scorsi nella capitale polacca contro il trattamento disumano dei profughi, donne e bambini compresi, che una volta bloccati per essere entrati illegalmente in territorio polacco vengono caricati su mezzi militari e riportati alla frontiera bielorussa anche se sono stremati, affamati, malati. Almeno sette, forse di più sono morti di stenti nelle ultime settimane. E anche oggi un migrante iracheno di 32 anni è stato trovato cadavere in un camion arrivato in Germania dalla Polonia.

Lo sbarramento contro i migranti in fuga da fame, povertà e guerre è solo una parte di una partita molto più ampia. L’Unione europea accusa il presidente bielorusso Alexander Lukashenko di favorire l’arrivo di migranti dall’Africa e dal Medio Oriente a Minsk per poi spingerli verso le frontiere di Lituania, Lettonia e Polonia come rappresaglia per le sanzioni economiche imposte dall’Unione nei confronti del suo regime.

Confine blindato

In risposta, la Polonia ha imposto lo stato di emergenza nelle aree di confine dispiegando centinaia di soldati e impedendo l’accesso anche alla stampa e alle organizzazioni umanitarie. E ha aperto un altro fronte anche all’interno dei Ventisette. Nei giorni scorsi, insieme ad altri 12 Paesi Ue, ha chiesto a Bruxelles di finanziare l’erezione di barriere alle rispettive frontiere. Non se ne parla, è stata la risposta della presidente della Commissione Ursula von der Leyen che la settimana scorsa ha chiarito la posizione comune di Commissione e parlamento europeo: “Non ci saranno finanziamenti di fili spinati e muri”.

Il muro è una scelta per “proteggere” la Polonia “attaccata” dalla Bielorussia, ha replicato a von der Leyen il premier nazionalista Mateusz Morawiecki che ha optato per innalzare un altro muro: quello contro l’Unione europea che da settimane è in attesa dell’ok dalle autorità di Varsavia per un sopralluogo al confine con la Bielorussia dove sono intrappolate decine di migranti.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved