Napoli
4
Lazio
0
fine
(3-0)
CAR Hurricanes
2
WAS Capitals
4
fine
(0-0 : 0-2 : 2-2)
MIN Wild
4
TB Lightning
2
fine
(2-1 : 0-1 : 2-0)
nel-pacifico-un-isola-felice-vicina-al-100-di-vaccinati
(Depositphotos)
Estero
18.10.2021 - 11:460
Aggiornamento : 12:14

Nel Pacifico ‘un’isola felice’ vicina al 100% di vaccinati

La repubblica di Palau, 500 isole nel Pacifico Occidentale, ha il 99% di popolazione sopra i 12 anni vaccinata. Finora registrati solo 8 casi e 0 decessi

a cura de laRegione

La si potrebbe chiamare un’isola, anzi, un arcipelago felice della lotta al Covid: è la repubblica di Palau, 500 isole nel Pacifico occidentale incastrate fra le Filippine e la Nuova Guinea, che secondo i dati della Croce Rossa internazionale ha la più alta percentuale al mondo di persone vaccinate contro il Covid-19, con il 99% della popolazione sopra i 12 anni, pari a 16’152 persone, che ha ricevuto entrambe le dosi di vaccino. Il piccolo Stato micronesiano, peraltro, dall’inizio della pandemia ha contato soltanto 8 casi accertati, di cui i primi due rilevati solo lo scorso agosto su due turisti in arrivo da Guam, e nessun decesso.

Nell’area oceanica, altre 2 nazioni si avvicinano al primato di Palau, ovvero le Isole Cook con il 96% della popolazione completamente vaccinata nessun caso rilevato da gennaio 2020 a ora, e le più popolose Fiji con il 96% vaccinato con una dose: quest’ultima nazione, che conta 896’000 abitanti, ha registrato finora 51’648 contagi e 661 decessi.

Meno positiva, secondo i dati della Croce Rossa, è la situazione nelle altre nazioni vicine: nelle Isole Salomone e a Kiribati meno del 10% della popolazione è stata completamente vaccinata, percentuale che scende drasticamente meno dell’1% in Papua Nuova Guinea.

Katie Greenwood, capo dell’Ufficio del Pacifico della Federazione Internazionale delle Società della Croce Rossa (IFRC), ha sottolineato come, a poche settimane di distanza dalla stagione dei cicloni nel Pacifico, “ogni sforzo deve essere mantenuto per prevenire ulteriori impatti sui mezzi di sussistenza già devastati a causa della pandemia” e che “è fondamentale cercare di far vaccinare tutti prima della stagione dei cicloni, che minaccia di danneggiare case e infrastrutture, mettendo a dura prova le risorse e i servizi necessari per contenere il COVID-19”.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved