governo-i-liberali-trattano-con-la-cdu
Christian Lindner, leader dell'Fdp (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
9 min

Francia: giovedì si decide sul nuovo allestimento di Notre-Dame

L’ambizione è dare alla cattedrale una nuova giovinezza in vista della riapertura prevista per il 2024. Ma non mancano le polemiche
Estero
3 ore

Power Index: gli Usa i più influenti anche in Asia

È la prima volta che gli Stati Uniti rafforzano il loro potere nella regione, superando di 2 punti percentuali la Cina
Estero
4 ore

Myanmar: Aung San Suu Kyi condannata a quattro anni di carcere

La premio Nobel per la pace è stata condannata per incitamento a disordini pubblici e per la violazione delle misure anti Covid
Francia
13 ore

La riconquista di Zemmour parte tra proclami e scontri

Tafferugli e sedie lanciate in aria tra attivisti antirazzisti ed alcuni militanti di estrema destra. Il candidato: ‘Obiettivo, immigrazione zero’
Estero
13 ore

Londra impone il tampone anche prima della partenza

La nuova stretta sui viaggia per l’allarme Omicron scatena la protesta di compagnie aeree e tour operator
Estero
15 ore

‘Esecuzioni sommarie’, l’Occidente condanna i talebani

A quasi 4 mesi dalla presa di Kabul, le vendette dei talebani che avevano promesso l’amnistia per i nemici finiscono nel mirino degli Stati Uniti
Estero
17 ore

Germania: strage di Brandeburgo, trovata una lettera d’addio

A rivelare il dettaglio è il quotidiano tedesco Bild. Le indagini procedono con riserbo sui cinque corpi trovati ieri senza vita dalla polizia
Italia
18 ore

In Italia entra in vigore il ‘super green pass’

Domani scattano le nuove regole per bar, ristoranti, palestre, hotel e trasporti pubblici (anche per i pendolari svizzeri)
Confine
18 ore

Brogeda, fermati con 200mila euro in contanti e due revolver

Due autisti serbi erano al volante di un pullman con una dozzina di passeggeri. La giustificazione: ‘Il denaro ci è stato dato da uno svizzero’
Estero
19 ore

Molestie sessuali, sotto accusa anche Chris Cuomo

Dietro la decisione della Cnn di licenziare il giornalista, non solo gli affari processuali legati al fratello, ma anche la denuncia fatta da una collega
Estero
20 ore

Fujimori non può essere giudicato per sterilizzazioni

Si stima che circa 270’000 donne, perlopiù indigene, siano state costrette a sottoporsi alla legatura delle tube tra il 1996 e il 2000
Estero
20 ore

Trump, lancia la ‘sua’ piattaforma social

La mossa arriva dopo essere stato bandito da Twitter, Facebook e YouTube per i suoi messaggi incendiari legati all’assalto del Congresso
germania
29.09.2021 - 21:040
Aggiornamento : 22:19

Governo, i liberali trattano con la Cdu

L’Fdp alza il prezzo e fa capire a Scholz che un cancellierato con l’Spd non è l’unica strada

La prima novità dell’era che dovrebbe portare una svolta in Germania è un selfie postato nella notte su Instagram: Volker, Annalena, Christian e Robert, i 4 leader dei Verdi e dei liberali, mescolati fra loro come un mazzo di carte. L’immagine è l’unico messaggio (armonico) che trapela dalle prime esplorazioni per il futuro governo. Ma dopo qualche ora le preferenze (diverse) dei due partiti decisivi vengono fuori: l’Fdp annuncia di volersi confrontare domenica prima con l’Unione, in via bilaterale, e solo dopo con l’Spd.

Gli ecologisti faranno il contrario: “Ci vedremo prima con i socialdemocratici”. Anche se la porta ai conservatori non è affatto chiusa, li incontreranno la settimana prossima. Resta ferma comunque l’intenzione dei due partiti più piccoli, e particolarmente premiati dal voto dei giovani perché entrambi innovatori, di volersi annusare innanzitutto fra di loro: il nuovo appuntamento è infatti per venerdì, quando Verdi e Fdp esploreranno le vie di una collaborazione di nuovo da soli. Un richiamo all’ordine in una partita che al suo esordio sembra un po’ anarchica e che potrebbe anche sfuggire di mano ai vincitori è arrivato dal capogruppo parlamentare dei socialdemocratici Rolf Muetzenich, rieletto oggi nel suo incarico a stragrande maggioranza: ha preso il 97% dei voti di 206 parlamentari, ottenendo un mandato di due anni. “Al Paese non serve una foto ma un governo in grado di affrontare in modo fattivo le sfide che ci sono”, la stoccata allo sprint di questa generazione di politici più giovani che sta per ora escludendo il vincitore delle urne, Olaf Scholz.

La fretta dei socialisti

I socialdemocratici premono per aprire al più presto il tavolo della coalizione cosiddetta ‘semaforo’, aggiungendo fra l’altro di non avere alcun piano B. “Il nostro scopo è quello di forgiare un governo dei vincitori", ha insistito anche il segretario generale Lars Klingbeil. A Scholz intanto, seppur tardivamente, sono finalmente arrivate le congratulazioni di Armin Laschet, il rivale in estrema difficoltà che sta disperatamente tentando di vendere il risultato emerso domenica dalle urne come un punto di partenza uguale per la sua Cdu - che ha perso nove punti (al 24,1%) - e per l’Spd, che invece ne ha guadagnati oltre 5 (25,7%). Si è saputo anche che pure Angela Merkel ha rivolto gli auguri al suo vicecancelliere, già lunedì, "per il successo elettorale”. A farlo sapere è stata proprio la cancelleria dopo una risposta un po’ impacciata del portavoce Steffen Seibert in conferenza stampa, indicativa del clima interno.


Olaf Scholz ha vinto le elezioni a capo dell’Spd (Keystone)

L’Unione cerca, come evidente, di restare in partita: e ad aiutare il debolissimo Laschet, pronto a enormi concessioni - in gioco c’è la sua carriera politica - sono i liberali, che oggi hanno appunto annunciato di voler sentire prima cosa abbiano da proporre gli alleati naturali, i conservatori. Sono in pochi però a ritenere che il governatore della Vestfalia possa davvero arrivare a costruire un governo dai colori Giamaica: il malcontento interno è troppo e cresce anche una certa irritazione per l’atteggiamento assunto da domenica sera in poi.

A quanto ha riferito alla stampa il segretario generale dell’Fdp Volker Wissing, uno dei protagonisti del selfie che ha aperto la giornata politica di oggi, i prossimi contatti fra Verdi e liberali saranno sempre accompagnati da un’immagine, mentre non si diffonderanno i contenuti dello scambio, che dovrà rimanere strettamente riservato. Tornando allo scatto, è davvero inedito: Annalena Baerbock al centro fra i liberali Volker Wissing e Christian Lindner, mentre chiude la cornice Robert Habeck, sulla destra. Si sono incontrati in serata, ieri, e hanno parlato fino a tarda notte, “alla ricerca di punti comuni e ponti, oltre quel che ci divide. E ne abbiamo anche trovati! Tempi interessanti”, hanno scritto ciascuno sul proprio profilo sotto il selfie. (ANSA).

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved