la-cia-di-donald-trump-voleva-rapire-e-assassinare-julian-assange
Keystone
Julian Assange
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
11 ore

Gli hacker russi ‘dichiarano guerra’ a dieci Paesi ‘russofobi’

Il collettivo filorusso Killnet ha iniziato con l’attacco al sito della polizia italiana. Nel mirino anche Usa, Germania, Regno Unito e gli Stati baltici
Francia
12 ore

Francia, Elisabeth Borne è la prima donna premier dopo 30 anni

La ministra del Lavoro è stata nominata oggi dal presidente Macron. Succede a Jean Castex appena dimessosi
Stati Uniti
12 ore

Il killer di Buffalo ha risparmiato un cliente bianco scusandosi

La scena è stata immortalata nel video pubblicato su Twitch (poi rimosso) da Payton Gendron, il 18enne suprematista autore della strage a sfondo razziale
Confine
13 ore

Como, investimenti per 44 milioni nel teleriscaldamento

L’investimento verrà effettuato da Varese Risorse. I consumi energetici verranno ridotti del 38,7% e le emissioni di anidride carbonica del 32,5%
Estero
13 ore

Francia, si è dimesso il premier Castex, pronta Elisabeth Borne

Pochi dubbi sull’imminente nomina a primo ministro dell’attuale ministra del Lavoro, che sarebbe la prima donna in carica dopo 30 anni
Estero
13 ore

Crisi Covid in Corea del Nord, Kim Jong-Un mobilita l’Esercito

Il leader nordcoreano ha contestato la reazione del suo gabinetto e ordinato la mobilitazione di medici ed attrezzature sanitarie dell’Esercito popolare
Estero
14 ore

Abusi in coppia su 13enne, condannata attrice di Doctor Strange

Zara Phythian e il marito Vitkor Marke sono stati condannati a 8 e 14 anni di carcere per aver abusato di una ragazza adolescente
Estero
15 ore

La Svezia farà richiesta di adesione alla Nato

Lo ha comunicato la premier Magdalena Andersson. Quasi tutti i partiti svedesi hanno dato il loro appoggio. Contrari Sinistra e Verdi
Estero
16 ore

Somalia, partner internazionali salutano il nuovo presidente

L’elezione di ieri di Hassan Sheickh Mohamud è avvenuta dopo mesi di instabilità politica e attacchi di matrice jihadista, a cui si aggiunge la siccità
27.09.2021 - 19:28
Aggiornamento : 22:12

La Cia di Donald Trump voleva rapire e assassinare Julian Assange

Nel 2017 l’agenzia era pronta a tutto per mettere le mani sul fondatore di WikiLeaks; lo rivela un rapporto di Yahoo! News

di Ugo Caltagirone/Ansa

Nel 2017 la Cia era pronta a tutto pur di mettere le mani su Julian Assange. I suoi piani segreti furono discussi ai massimi livelli dell’amministrazione Trump e prevedevano anche il rapimento e l’uccisione del fondatore di WikiLeaks, rifugiato da cinque anni nell’ambasciata dell’Ecuador a Londra e in odore di fuga.

La rivelazione shock arriva da un rapporto di Yahoo! News basato sulle testimonianze di una trentina di ex funzionari governativi e dei servizi di Washington. Tra gli scenari discussi anche un possibile scontro a fuoco nel cuore di Londra tra gli uomini dell’intelligence Usa e britannica da una parte e gli 007 russi dall’altra, se questi ultimi avessero tentato di organizzare l’evasione di Assange.

La paura di scatenare una crisi senza precedenti col Regno Unito e una crisi internazionale dalle imprevedibili conseguenze alla fine fece prevalere nell’amministrazione Usa la linea della prudenza. Ma quello che emerge dalle rivelazioni di Yahoo è uno scenario che oscilla tra il caso Kashoggi e un film sulla guerra di spie alla James Bond.

L’escalation della Cia contro il fondatore di WikiLeaks, ospitato nel 2012 dall’Ecuador per sfuggire alla domanda di estradizione della Svezia che lo accusava di stupro, sarebbe stata innescata dalla nomina a segretario di Stato di Mike Pompeo, ex capo dell’agenzia di intelligence statunitense. Pompeo sarebbe stato animato da un desiderio di vendetta e di rappresaglia per quella fuga di dati e informazioni top secret della Cia che, a causa delle rivelazioni di WikiLeaks, aveva sofferto la più grave e umiliante déâcle della sua storia.

Proprio da Pompeo sarebbe partito l’ordine di dichiarare guerra totale ad Assange anche con piani e azioni estreme, trattandolo come una vera e propria spia straniera. Del resto nella seconda metà del 2017 ad agitare particolarmente Washington erano le notizie, ritenute credibili, secondo cui Mosca stava preparando la fuga di Assange. Di qui la discussione, chissà se anche nello Studio Ovale, su una possibile operazione per rapire Julian e addirittura ucciderlo se necessario, anche a costo di mettere a repentaglio la special relationship con il Regno Unito.

Tra gli scenari ipotizzati anche uno scontro a fuoco con gli agenti dei servizi russi per le strade della capitale britannica, speronando l’auto dell’eventuale fuga di Assange o addirittura sparando agli pneumatici dell’aereo se gli 007 di Mosca avessero imbarcato il fondatore di WikiLeaks.

“Come cittadino americano trovo assolutamente scandaloso e vergognoso che il nostro governo possa aver contemplato il rapimento o l’assassinio di qualcuno senza alcun processo e semplicemente perché ha detto la verità pubblicando informazioni vere”, il commento di uno dei legali di Assange, Barry Pollack. Quest’ultimo ha quindi auspicato che tali scioccanti rivelazioni siano prese in considerazione dalla corte britannica che deve decidere se estradare Assange negli Usa, dove è accusato di aver violato la legge contro lo spionaggio per aver aiutato l’ex soldato Chelsea Manning a violare i segreti di Stato.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
cia donald trump fondatore wikileaks julian assange yahoo
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved