l-ultradestra-frena-ma-va-in-doppia-cifra
Supporter di Alternative für Deutschland a Berlino (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
1 ora

Francia: giovedì si decide sul nuovo allestimento di Notre-Dame

L’ambizione è dare alla cattedrale una nuova giovinezza in vista della riapertura prevista per il 2024. Ma non mancano le polemiche
Estero
4 ore

Power Index: gli Usa i più influenti anche in Asia

È la prima volta che gli Stati Uniti rafforzano il loro potere nella regione, superando di 2 punti percentuali la Cina
Estero
5 ore

Myanmar: Aung San Suu Kyi condannata a quattro anni di carcere

La premio Nobel per la pace è stata condannata per incitamento a disordini pubblici e per la violazione delle misure anti Covid
Francia
14 ore

La riconquista di Zemmour parte tra proclami e scontri

Tafferugli e sedie lanciate in aria tra attivisti antirazzisti ed alcuni militanti di estrema destra. Il candidato: ‘Obiettivo, immigrazione zero’
Estero
14 ore

Londra impone il tampone anche prima della partenza

La nuova stretta sui viaggia per l’allarme Omicron scatena la protesta di compagnie aeree e tour operator
Estero
16 ore

‘Esecuzioni sommarie’, l’Occidente condanna i talebani

A quasi 4 mesi dalla presa di Kabul, le vendette dei talebani che avevano promesso l’amnistia per i nemici finiscono nel mirino degli Stati Uniti
Estero
18 ore

Germania: strage di Brandeburgo, trovata una lettera d’addio

A rivelare il dettaglio è il quotidiano tedesco Bild. Le indagini procedono con riserbo sui cinque corpi trovati ieri senza vita dalla polizia
Italia
19 ore

In Italia entra in vigore il ‘super green pass’

Domani scattano le nuove regole per bar, ristoranti, palestre, hotel e trasporti pubblici (anche per i pendolari svizzeri)
Confine
19 ore

Brogeda, fermati con 200mila euro in contanti e due revolver

Due autisti serbi erano al volante di un pullman con una dozzina di passeggeri. La giustificazione: ‘Il denaro ci è stato dato da uno svizzero’
Estero
20 ore

Molestie sessuali, sotto accusa anche Chris Cuomo

Dietro la decisione della Cnn di licenziare il giornalista, non solo gli affari processuali legati al fratello, ma anche la denuncia fatta da una collega
germania
26.09.2021 - 20:230
Aggiornamento : 20:40

L’ultradestra frena, ma va in doppia cifra

Alternative für Deutschland arriva all’11 per cento frenando la sua crescita degli ultimi anni. Arginarli era un obiettivo di Merkel

È rimasta nell’angolo in questa campagna elettorale l’ultradestra tedesca: la tendenza che dava Alternative für Deutschland in tumultuosa crescita negli anni scorsi ha visibilmente frenato e il partito è dato (proiezioni Ard) all’11% (-1,5%). Ma per il candidato di punta Tino Chrupalla quello di stasera è comunque “un risultato solido”. Le ragioni del calo di Afd, che nel 2017 prese il 12,6% e che continua ad avere molti consensi soprattutto all’est, sono diverse. A contare è stato in primo luogo il ridimensionamento del tema migranti, loro cavallo di battaglia. Poi la divisione interna sulla pandemia, che ha impedito al partito di acquisire un profilo netto. Infine l’ombra calata su Alternativa per la decisione dei Servizi interni di monitorare il partito come caso sospetto.

I migranti

“Quattro anni fa si votò a ridosso della crisi migratoria del 2015“, dove quelli di Afd spararono a zero contro la politica di accoglienza di Angela Merkel, "responsabile dell’ingresso incontrollato di una massa di migranti illegali”, dice il deputato Goetz Froemming. Attualmente il tema non è all’ordine del giorno. E sulla pandemia, la crisi del momento, l’Alternativa non è riuscita ad affermarsi: "Sei mesi fa un sondaggio interno al partito sulle misure anticovid mostrò che metà dei membri era a favore, l’altra contro”. Ci si divide fra chi ritiene che il coronavirus sia una sciocchezza e chi invece ne prende seriamente in considerazione i rischi, la spiegazione.

Il Covid

La linea dettata dai candidati Alice Weidel e Tino Chrupalla è però netta nel contestare l‘inasprimento del Green pass, “un obbligo di vaccino che entra dalla finestra", e nella richiesta che in futuro non vi siano altri lockdown, come del resto promesso dai candidati di tutti i partiti. "Io non sono vaccinata”, ha urlato Weidel a Berlino al comizio finale di venerdì scorso. Froemmnig lo è, ma come la sua leader di riferimento non prende le distanze dai ’Querdenker’, il movimento di dissenso spesso sceso nelle piazze della Germania contro le misure anticovid che raccoglie negazionisti, scettici, no vax ed estremisti di destra.

“È un movimento scomodo, certo, ma troppo omogeneo per poterlo demonizzare interamente", dice Froemmig. Anche dopo l’omicidio avvenuto alla stazione di benzina bavarese, una settimana fa, quando un ventenne è stato ucciso da un no mask per aver ricordato l’obbligo di mascherina: "Non si può colpevolizzare di un episodio del genere un movimento di protesta così grande, che vede aderire fra l’altro anche elettori dell’Spd e dei Verdi”, la replica.

Afd comunque era e resta isolata nell’arco parlamentare: nessuno vuole coalizzarsi con loro. “La situazione non cambierà nei prossimi 4 anni credo - prevede il deputato -. In Germania la normalizzazione della percezione del partito va avanti più lentamente che in altri Paesi come Francia e Italia, dove la destra è presente e accettata con il Front National e la Lega. Ma alla fine ci si abituerà anche al nostro partito. E a livello comunale ci sono già molte collaborazioni strutturate: non solo con la Cdu, anche con la Linke“. È un ostacolo lo scivolamento a destra e la presenza di elementi come il controverso Bjoern Hoecke? "Negli ultimi due-tre anni siamo andati verso sinistra, rafforzando il nostro profilo sociale”, la risposta. "E Hoecke è il capogruppo regionale in Turingia, appartiene allo spettro di Afd”.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved