in-40-anni-quasi-raddoppiati-i-giorni-a-50-gradi
Incendi in California (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
Confine
1 ora

Dogana Oria Valsolda, chiusa la galleria per caduta di pannelli

Il traffico è dirottato sulla vecchia statale Regina. Non si segnalano feriti
Estero
2 ore

Pedopornografia online, arrestate 13 persone in tutta Italia

L’indagine si è avvalsa di agenti infiltrati in canali di chat e nel dark web. I supporti con i file erano nascosti anche in scatole di farmaci e provette
el salvador
4 ore

Bukele, ‘il dittatore più figo del mondo’

Il presidente populista scrive sul suo profilo Twitter "El dictador más cool del mundo mundial”. Un personaggio fuori dalle righe tra bitcoin, clientelismo e minacce
afghanistan
11 ore

Il Pakistan: ‘Anti-islamico vietare la scuola alle donne’

Intanto i Talebani annunciano i viceministri, ancora tutti uomini
vaticano
11 ore

‘Qualcuno mi voleva morto e preparava il conclave’

Lo sfogo di Papa Francesco: ‘Sono in ottima forma, ma certe critiche mi fanno perdere la pazienza. La Chiesa non abbia paura ad affrontare le diversità sessuali’
iran
11 ore

Raisi: ‘Pronti a negoziare per porre fine alle sanzioni’

Apertura del nuovo presidente sul nucleare e un attacco diretto a Washington: ‘Cacciati dai talebani, l’egemonia Usa ha miseramente fallito’
Estero
11 ore

Joe Biden all’Onu: ‘No a una nuova Guerra fredda’

‘Sì a competizione con la Cina, ma non conflitto’. Mano tesa all’Europa dopo il caso dei sottomarini nucleari
stati uniti
11 ore

Agenti a cavallo frustano migranti al confine

Così la polizia americana cerca di frenare l’ondata in arrivo da Haiti. Le immagini imbarazzano la Casa Bianca: ‘È orribile’
Estero
15 ore

Hackerato e postato online il Green Pass di Macron

Il codice Qr del certificato vaccinale del presidente francese è stato piratato e diffuso su diversi social
ambiente
14.09.2021 - 20:500
Aggiornamento : 21:16

In 40 anni quasi raddoppiati i giorni a 50 gradi

L’allarme lanciato dalla Bbc: negli Anni ’80 erano 14, nel 2019 erano diventati 26

Il cambiamento climatico provocato dalle emissioni di gas serra sta trasformando il mondo in una pentola in ebollizione: il numero dei giorni estremamente caldi, fino a 50 gradi, è raddoppiato dagli anni ’80. L’allarme è stato lanciato dalla Bbc in un’indagine da cui è emerso che le temperature torride interessano sempre più aree del pianeta, mettendo a rischio la salute umana e non solo.

I numeri

Nell’analisi dell’emittente britannica si nota che il numero totale dei giorni sopra i 50 gradi è aumentato ogni decennio dal 1980. In media, fino al 2009, le temperature hanno superato tale soglia circa 14 giorni all’anno. Che sono diventati 26 tra il 2010 e il 2019.

Nello stesso periodo, si sono toccati i 45 gradi per due settimane in più ogni anno. Il Medio Oriente e il Golfo si confermano le regioni più calde, ma quest’estate ci sono state le prime avvisaglie che il fenomeno si sta diffondendo: è il caso dell’Italia, con il record di 48,8 gradi registrato in Sicilia, e del Canada, dove sono stati raggiunti i 49,6 gradi al culmine di una stagione nera costata oltre 700 morti per il caldo e centinaia di incendi.


Una manifestazione per il clima a Monaco (Keystone)

Trend in crescita

Secondo gli scienziati, tra l’altro, questi valori si verificheranno anche altrove. Il principale imputato, ancora una volta, è il combustibile fossile. “L’aumento delle temperature può essere attribuito al 100% alle emissioni fossili", ha stimato Friederike Otto, direttore associato dell’Environmental Change Institute all’Università di Oxford. E nella comunità degli esperti si moltiplicano gli appelli ad agire rapidamente per invertire la tendenza. In vista soprattutto della conferenza Onu sul clima, la Cop26, in programma il prossimo novembre a Glasgow, la richiesta ai governi è che si impegnino in nuovi tagli alle emissioni. "Con le emissioni continue e la mancanza di azione, non solo questi eventi di caldo estremo diventeranno più gravi e più frequenti, ma recuperare diventerà sempre più impegnativo”, ha avvertito Sihan Li, ricercatore presso la School of Geography and the Environment di Oxford.

I picchi di calore che stanno diventando una costante indeboliscono l’eco-sistema, l’agricoltura e l’approvvigionamento idrico, ma mettono a rischio anche la sicurezza di edifici, strade e dei sistemi di alimentazione energetica. E soprattutto, minacciano la vita delle persone. Da questo punto di vista le prospettive di qui al 2100 sono anche peggiori. Un altro studio, della Rutgers University negli Stati Uniti, ha previsto che entro la fine del secolo fino a 1,2 miliardi di persone in tutto il mondo potrebbero affrontare condizioni di stress termico se gli attuali livelli di riscaldamento globale non si riducessero: ossia quattro volte di più rispetto ad oggi.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved