la-strage-di-viareggio-poteva-essere-evitata
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
32 min

Germania: chiesti 5 anni per una ex guardia SS di 101 anni

L’uomo è accusato di aver aiutato tra il 1942 e il 1945 a uccidere più di 3’500 prigionieri
Confine
2 ore

AlpTransit a sud di Lugano, dall’Italia passi avanti

Per potenziare il traffico merci le Ferrovie italiane stanziano 100 milioni per il centro intermodale di Milano-Segrate, 70 milioni li mette la Svizzera
Estero
4 ore

Finlandia nella Nato, arriva anche il sì finale del parlamento

Larghissima maggioranza a favore dell’adesione di Helsinki: 188 i favorevoli, 8 i contrari. La richiesta dovrà ora essere approvata da tutti i 30 membri
Estero
5 ore

Il pugno duro della Cina contro il Covid

Le misure draconiane in numerose città dipendono da considerazioni sanitarie, ma anche politiche
Estero
5 ore

Omofobia: nel mondo ancora carcere e morte per l’omosessualità

Oggi è la Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia. In 62 Paesi l’omosessualità è un reato punito con carcere o pena capitale
Estero
6 ore

Finlandia e adesione alla Nato, sì in Commissione parlamentare

Il parere della Commissione affari esteri segna il completamento di un’altra tappa legislativa richiesta a Helsinki per aderire all’Alleanza Atlantica
Video e Foto
Speciale Ucraina
LIVE

Kiev conferma: negoziazioni al momento sospese

Il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov aveva dichiarato che non si stavano svolgendo colloqui. Segui il live de laRegione
Confine
8 ore

Violenta rissa con coltellata a Ponte Chiasso

Lo scontro è avvenuto ieri sera alle 21 in una pizzeria a ridosso della dogana. I sanitari hanno medicato sul posto una mezza dozzina di persone
Confine
10 ore

Corpo trovato a Como, accanto i documenti di un 66enne svizzero

Gli inquirenti ipotizzano che si tratti di un senzatetto. Per il momento non ci sarebbero elementi che possano far pensare a una morte violenta
06.09.2021 - 21:22

‘La strage di Viareggio poteva essere evitata’

Il disastro ferroviario del giugno 2009 costato la vita a 32 persone frutto della mancata manutenzione della carrozza. Lo hanno stabilito i giudici della Cassazione

La strage alla stazione di Viareggio del 29 giugno del 2009, che costò la vita a 32 persone, avrebbe potuto essere evitata da una corretta manutenzione del carro, che invece sarebbe stata omessa in modo sistematico. Così i giudici della Cassazione nelle motivazioni della sentenza che l'8 gennaio scorso ha sancito 11 condanne per disastro ferroviario colposo.

Gli ermellini hanno anche ritenuto nulla la rinuncia alla prescrizione fatta da Mauro Moretti nel processo di secondo grado; l'ex ad di Fs e Rfi dovrà decidere se rinunciarvi nell'appello bis disposto a suo carico. Tra i reati dichiarati prescritti dalla Cassazione anche quello di omicidio colposo plurimo, per il venir meno dell'aggravante della violazione delle norme sulla sicurezza su lavoro.

Sulle responsabilità dovute agli omessi controlli la Cassazione è stata netta: "Il controllo sulla correttezza della manutenzione - affermano i giudici riprendendo quanto sostenuto dai colleghi della corte di appello di Firenze - avrebbe evitato il sinistro, perché sarebbe emersa l'assenza della documentazione inerente la storia manutentiva del carro e dei suoi componenti e quindi esso sarebbe stato escluso dalla circolazione".

Il deragliamento del carro, ribadisce la Cassazione, fu causato dalla “rottura di un assile dovuta alla presenza di crateri di corrosione che avrebbero dovuto essere rilevati in occasione della manutenzione eseguita presso la Jughental ma anche presso la Cima Riparazioni”. Deficit riparativi definiti "non occasionali bensì sistemici", tanto più che il rischio di rottura degli assili per l'esistenza di corrosioni era "certamente noto agli operatori del settore”.

Riguardo a Moretti, condannato a 7 anni, pena poi confermata nel processo di appello, alla sua rinuncia alla prescrizione tutto da rifare per la Cassazione perchè la sua dichiarazione, “volta a rinunciare alla prescrizione per tutti i reati che fossero stati estinti”, “non può ritenersi efficace” perché fatta prima del verificarsi dell'estinzione del reato.

“Il rimedio - sostengono - può essere rivenuto nel riservare al giudizio di rinvio la verifica della volontà dell'imputato di rinunciare alla prescrizione dei reati di omicidio colposo”. La decisione pertanto è rimandata al processo di appello bis disposto per alcuni degli imputati.

Quando alla prescrizione del reato di omicidio colposo plurimo, venuto meno per la caduta dell'aggravante della violazione delle norme sulla sicurezza sul lavoro, per la Cassazione le vittime non sono assimilabili a lavoratori. "L'integrazione dell'aggravante - spiegano i giudici - richiede che l'evento, anche quello occorso in danno di un terzo, sia concretizzazione del rischio lavorativo, ovvero del rischio di nocumento del lavoratore in conseguenza dell'attività espletata o del terzo che si trova in analoga situazione di esposizione".

Secondo la corte poi l'aggravante viene meno anche perchè la contestata violazione della regola cautelare della riduzione della velocità a 60 km/h al passaggio in stazione di carri cisterna “è stata individuata ex post”: quando avvenne il disastro non era una regola prevedibile.
 
 

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
cassazione disastro ferroviario giudici viareggio
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved