la-tempesta-henri-si-abbatte-su-new-york
La tempesta colpisce Montauk, nello Stato di New York (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
4 ore

Il Pd vara le liste tra le polemiche

Delusione degli ex renziani, epurati da Letta. Cirinnà dice no, poi ci ripensa. Il segretario parla di rinnovamento
taiwan
5 ore

Gli Usa testano missile nucleare a lungo raggio nel Pacifico

Il ministero della Difesa di Taipei ha rilevato 5 navi e 17 caccia cinesi intorno all’isola, con 10 jet che hanno volato attraverso la linea mediana
la guerra in ucraina
5 ore

Colpita un’altra base in Crimea. Putin contro gli Usa

Giovedì vertice tra Zelensky, Erdogan e Guterres a Leopoli. La rivendicazione però non arriva, se non da canali non ufficiali
Estero
7 ore

Una svizzera muore durante una festa techno illegale

Le cause della morte sono oggetto di un’inchiesta. All’evento, organizzato via Telegram, non ci sarebbero state né misure di sicurezza né sanitarie
Estero
7 ore

Roma dà l’addio a Piero Angela. Alberto: ‘Come Leonardo in casa’

Si è svolta oggi la cerimonia funebre laica per l’amatissimo divulgatore scientifico italiano
Estero
8 ore

50 anni fa, dal mare, i Bronzi di Riace

Il 16 agosto del 1972 venivano ritrovate le due celebri statue. Il figlio del Sovrintendente ai beni culturali dell’epoca ne ricorda l’emozione
Confine
9 ore

Scia di violenza a Como, l’accusato non parla

Non risponde alle domande del giudice il 33enne finito in carcere con l’accusa di omicidio, tentato omicidio e lesioni
Cina
14 ore

Troppo caldo in Cina: elettricità razionata

La priorità verrà data alle economie domestiche. Ordinato alle aziende di sospendere la produzione fino a sabato
Kenya
16 ore

Mistero sulla morte di un ufficiale elettorale

L’uomo era scomparso durante la verifica dei registri elettorali. Ritrovato privo di vita alle pendici del Kilimangiaro, a 300 km di distanza
Stati Uniti
16 ore

Abbassamento di quota per American Airlines

Previsti quasi un terzo di voli in meno a novembre, mentre per settembre e ottobre i tagli saranno nell’ordine ‘solo’ del 2%
stati uniti
22.08.2021 - 20:09
Ansa, a cura de laRegione

La tempesta Henri si abbatte su New York

Alluvioni in Tennessee: 15 morti. Le raffiche di vento si stanno abbattendo sulla parte settentrionale della East Coast: bloccate decine di voli

Henri è arrivato. Con le sue raffiche di vento a oltre i 100 chilometri orari, le sue piogge torrenziali e il muro d'acqua che sale dall'Oceano flagella la costa nordorientale degli Stati Uniti, da Boston a New York fino a Filadelfia. È la regione più popolosa del Paese. Mentre più a sud le pessime condizioni meteorologiche hanno già provocato imponenti alluvioni in Tennessee, dove si contano almeno 15 morti, tra cui alcuni bambini, e una trentina di dispersi.

Retrocesso, ma pericoloso

Da uragano di categoria 1 Henri è stato retrocesso a tempesta tropicale prima dell'impatto contro il piccolo stato di Rhode Island. Ma il suo avanzare, un mostro dal diametro di oltre 200 chilometri, fa paura. Così alla Casa Bianca, da dove ha seguito costantemente la situazione, il presidente Joe Biden ha dato il via libera allo stato di emergenza negli stati interessati, comparando anche in tv per aggiornare l'opinione pubblica.

L'emergenza riguarda oltre a New York, New Jersey e Rohde Island, tutta la regione del New England dove si trovano Connecticut, Massachusetts, Maine. Mobilitati non solo gli uomini della Fema, la protezione civile statunitense, ma anche quelli della Guardia Nazionale.

Rischio inondazioni e black-out

Sono oltre 35 milioni gli americani in queste ore a rischio inondazioni e a rischio blackout, con l'acqua che in diverse aree ha già raggiunto i 15 centimetri di altezza, fiumi e torrenti straripati e onde dell'Oceano alte oltre sei metri. Anche lungo la costa di Long Island, alle porte della Grande Mela, dove si trova anche una delle più esclusive località di mare dei newyorchesi ancora in vacanza, gli Hampton. A New York, dove sono ancora aperte molte delle ferite del devastante uragano Sandy del 2012, molte delle stazioni della metropolitana sono rimaste allagate e decine di auto intrappolate dall'acqua nei sottovia.

Central Park evacuato

La polizia sabato sera ha dovuto improvvisamente evacuare da Central Park circa 60 mila persone che assistevano al maxi concerto per celebrare (non senza qualche polemica) il ritorno della Grande Mela alla vita normale dopo oltre un anno di pandemia. È stato il sindaco Bill de Blasio a volere a tutti i costi che lo spettacolo andasse avanti: "The show will go on", ha detto prima dell'arrivo delle star sul palco. E pazienza se qualche ora prima il suo acerrimo rivale politico Andrew Cuomo (ancora per poche ore governatore dello stato di New York) aveva lanciato in tv un drammatico appello a restare a casa e a non prendere sottogamba l'arrivo di Henri.

Prima ancora che la tempesta toccasse terra i disagi erano già enormi, con oltre mille voli cancellati e gli scali internazionali di Newark (il secondo a New York dopo il Jfk) e del Boston Logan International Airport quasi alla paralisi. Chiuse anche tutte le linee ferroviarie, locali e ad alta velocità, del corridoio tra la Grande Mela e Boston. E problemi anche per la circolazione stradale, con molte vie di comunicazione chiuse per gli allagamenti.

Per ritrovare nell'area di Long Island e nella regione del New England una situazione così bisogna risalire a 30 anni fa, quando l'uragano Bob si abbatté sulle coste di Massachusetts e Connecticut nel 1991 e l'uragano Gloria sferzò Long Island nel 1985. Intanto molto più a sud a fare paura è anche l'uragano Grace. È aumentato ad almeno nove il bilancio dei morti nello Stato messicano di Veracruz, mentre il numero dei dispersi resta fermo a tre. Prosegue intanto il lavoro delle squadre di soccorso, mentre rimane lo stato di emergenza, con la popolazione invitata a evacuare da molte aree e a trovare riparo negli altopiani.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
alluvioni henri new york stati uniti tempesta tennessee uragano
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved