le-fiamme-non-danno-tregua-in-grecia-e-in-turchia
Keystone
Pompieri al fronte a nord di Atene
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
22 min

La Russia potrebbe ‘chiudere il gas’ alla Finlandia entro sabato

La principale azienda finlandese del gas, Gasum, ha rifiutato di passare al pagamento del gas in rubli
Estero
34 min

L’Azerbaigian si dichiara pronto a firmare la pace con l’Armenia

Lo ha dichiarato il presidente azero Ilham Aliyev nel corso di un incontro con il presidente lituano Gitanas Naueda a Baku
Confine
1 ora

La messa in sicurezza causa un crollo sulla statale 337

Re-Camedo, sia la strada, sia la sottostante linea ferroviaria sono bloccate da stamane a causa della caduta di materiale roccioso lungo i binari
Estero
3 ore

Erdogan insiste sul ‘no’ a Svezia e Finlandia nella Nato

Il presidente turco persiste nelle accuse ai due Paesi scandinavi candidati di ospitare membri del Pkk considerati terroristi da Ankara
Confine
6 ore

Menaggio, chiude il reparto di psichiatria dell’ospedale

Le dimissioni di tre medici e il depotenziamento del servizio a Porlezza portano alla luce la carenza di personale sanitario nelle zone di frontiera
Speciale Ucraina
LIVE

Il soldato russo si dichiara colpevole di crimini di guerra

Il 21enne è accusato di omicidio premeditato di un 62enne avvenuto nel nord-est dell’Ucraina. Segui il live de laRegione
Estero
17 ore

In Spagna lo Stato pagherà i congedi mestruali

Primo Paese in Europa a fare una legge. Permessi speciali di durata variabile. ‘Basta andare al lavoro imbottite di pillole’
libano
17 ore

Hezbollah perde la maggioranza, ma non il potere

Entusiasmo per i 13 seggi del fronte del ‘cambiamento’, ma si teme un nuovo stallo politico, che potrebbe essere fatale con la crisi economica e sociale
Estero
18 ore

‘Il Boeing cinese è stato fatto precipitare intenzionalmente’

Qualcuno nella cabina di pilotaggio ha fatto schiantare al suolo l’aereo della China Eastern, scrive il Wall Street Journal. Erano morte 132 persone.
06.08.2021 - 21:51
Aggiornamento : 22:09

Le fiamme non danno tregua in Grecia e in Turchia

Abitazioni distrutte, boschi in cenere, evacuazioni e dieci vittime nei due Paesi. Rapporto Onu: Mediterraneo hotspot del cambiamento climatico.

Atene – Diverse regioni della Grecia stavano ancora bruciando venerdì, dopo un'ondata di calore che in una settimana ha trasformato il paese in una ‘polveriera’. La situazione in Turchia è altrettanto critica.

Fiamme si sprigionavano ancora venerdì sera da un importante focolaio che si è formato martedì a nord di Atene e ha ripreso vigore giovedì ai piedi del monte Parnaso. "Stiamo soffocando di nuovo perché c'è una violenta ripresa del fuoco", ha detto venerdì sera Spyros Vrettos, il sindaco di Acharnes, comune a 30 km dalla capitale. "Siamo molto preoccupati", ha detto a Skai TV, mentre il fuoco si diffondeva a nord-est.

Il villaggio di Afidnes è stato avvolto dalle fiamme tutta la notte, lasciando uno spettacolo di desolazione, con auto bruciate, case distrutte e alberi anneriti. Non lontano, a Krioneri, case, imprese e fabbriche sono bruciate.

Una parte dell'autostrada che collega il nord e il sud della Grecia è stata interrotta per precauzione, mentre 2mila migranti sono stati evacuati dal vicino campo di Ritsona. Venerdì sera, anche il centro di detenzione di Amygdaleza è stato svuotato.

Almeno 450 vigili del fuoco greci stavano cercando di affrontare l'incendio, assistiti da risorse aeree e terrestri, e da colleghi provenienti da Francia, Svezia, Romania, Svizzera, Israele e Cipro.

‘Situazione estremamente critica’

Il primo ministro Kyriakos Mitsotakis ha descritto la situazione come "estremamente critica" di fronte alle decine di incendi che hanno devastato la Grecia dal 27 luglio a causa delle temperature torride. "Siamo di fronte a condizioni senza precedenti, diversi giorni di canicola hanno trasformato l'intero paese in una polveriera", ha aggiunto in un discorso televisivo giovedì sera.

Un rapporto preliminare delle Nazioni Unite a cui ha avuto accesso l'AFP chiama il Mediterraneo un "hotspot del cambiamento climatico" che sperimenterà gravi ondate di calore e siccità, nonché incendi alimentati dall'aumento delle temperature. Con temperature che oscillano tra i 40 e i 45 gradi, la Grecia e la Turchia stanno vivendo un'eccezionale ondata di calore, la "peggiore" per i greci in tre decenni, secondo il signor Mitsotakis. I boschi nei due paesi sono in fiamme da 10 giorni, con incendi che hanno devastato case e attività commerciali e costretto all'evacuazione centinaia di residenti locali e turisti.

Dieci morti

Sul lato turco del Mar Egeo, sono stati contati 208 incendi dalla fine di luglio, 12 dei quali erano ancora attivi venerdì, e 196 sono stati messi sotto controllo, secondo la presidenza turca. Da parte greca, il vice ministro della protezione civile Nikos Hardalias ha stimato venerdì sera che 64 dei 154 incendi contati durante il giorno erano ancora in corso.

Otto persone sono morte e decine sono state ricoverate nel sud della Turchia. In Grecia, un abitante del nord di Atene è stato ucciso dalla caduta di un palo elettrico e un industriale è morto di arresto cardiaco nella sua fabbrica a Krioneri mentre tutto intorno a lui bruciava. Diciotto persone sono state ferite, compresi due pompieri volontari in condizioni critiche.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
atene grecia incendi turchia
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved