ULTIME NOTIZIE Estero
thailandia
3 ore

Entra in un asilo e uccide 35 persone, tra loro 25 bambini

L’omicida, un ex poliziotto, era stato licenziato dopo un test antidroga. Ha poi sterminato la famiglia e infine si è tolto la vita
Brasile
9 ore

Presidenziali brasiliane, Lula in vantaggio

Nel primo sondaggio in vista del ballottaggio del 30 ottobre in Brasile, l’ex presidente di sinistra incasserebbe il 51% dei favori
Corea del Nord
10 ore

Altri due missili verso il Mar del Giappone

Altre provocazioni dalla Corea del Nord. E dall’ambasciatrice americana all’Onu arriva il richiamo: ‘Basta con questo atteggiamento sconsiderato’
Burkina Faso
10 ore

Burkina Faso, Ibrahim Traoré nominato presidente

Dopo il secondo colpo di Stato nel Paese in meno di nove mesi, al capitano sono stati conferiti pieni poteri
caro-energia
19 ore

L’Opec taglia la produzione di petrolio: schiaffo agli Usa

Diminuzione di due milioni di barili al giorno proprio mentre Washington cercava di contenere i prezzi
tensioni in asia
19 ore

Gli Usa rispondono a Kim, ma il missile si schianta al suolo

Il vettore di Seul fuori controllo ha creato terrore e panico tra gli abitanti di una tranquilla cittadina sulla costa orientale della Corea del Sud
diritti civili
19 ore

Slovenia: il Parlamento approva il matrimonio gay e l’adozione

Si tratta del primo Paese dell’ex area comunista a farlo. Attuata un’indicazione dell’Alta Corte
la guerra in ucraina
21 ore

Putin: ‘Ci riprenderemo tutti i territori persi’

Lo zar promuove Kadyrov e annette anche la centrale nucleare, ma Kiev avanza ancora
Estero
22 ore

Servizi americani: ‘Kiev dietro l’omicidio Dugina, Usa estranei’

Secondo fonti dell’intelligence citate dal Nyt, i servizi di Washington non erano a conoscenza dell’attentato contro la figlia dell’ideologo di Putin
Confine
22 ore

Trenord, disagi previsti nel weekend a causa di uno sciopero

Sabato 8 in caso di ripercussioni saranno disponibili autobus sostitutivi tra Milano Cadorna e l’aeroporto T1 di Malpensa e tra Stabio e il T1.
hong kong
17.06.2021 - 21:42

Polizia cinese fa irruzione nel giornale d'opposizione

Cinque arresti all'Apple Daily. Le proteste: ‘Ormai la libertà di stampa è appesa a un filo’

Ansa, a cura de laRegione
polizia-cinese-fa-irruzione-nel-giornale-d-opposizione
La polizia nella lobby del giornale (Keystone)

Una retata compiuta da 500 agenti ha decapitato i vertici dell'Apple Daily, il popolare tabloid pro-democrazia del tycoon Jimmy Lai e della sua società editrice Next Digital, i cui titoli sono stati sospesi in Borsa: il blitz della polizia di Hong Kong, mai effettuato su scala così vasta contro i media, è partito nel pieno della notte con l'arresto del direttore del quotidiano Ryan Law, dell'amministratore delegato della holding Cheung Kim-hung e di altri tre alti dirigenti.

Poi, al mattino, sono stati portati tutti in manette nella redazione del quotidiano dove, una volta bloccati ingressi e uscite, sono stati identificati tutti i giornalisti e perquisiti i computer e gli uffici. Malgrado gli avvertimenti, il blitz è finito in streaming sull'account di Facebook dell'Apple Daily, a testimoniare l'ultimo pesante colpo in nome della legge sulla sicurezza nazionale imposta a giugno 2020 dalla Cina all'ex colonia britannica.

La libertà di stampa di Hong Kong è "appesa a un filo" e "sta subendo una stretta mirata da parte del regime", ha scritto lo stesso giornale in un messaggio sulla sua app, ma "tutti i membri di Apple Daily rimarranno saldi e fermi" al loro posto. Un proposito complicato dato che il raid ha portato al congelamento di asset equivalenti a 2,3 milioni di dollari di proprietà di tre società collegate al tabloid mettendo a rischio la stampa della pubblicazione: si tratta di Apple Daily Limited, Apple Daily Printing Limited e Ad Internet Limited.


Il tycoon Jimmy Lai, recentemente arrestato (Keystone)

Il tycoon arrestato

Jimmy Lai, il 72enne tycoon dei media pro-democrazia, è in carcere da fine 2020 per una serie di accuse e condanne sulla partecipazione a manifestazioni illegali legate alle proteste pro-democrazia del 2019. Su di lui pende anche la contestazione più pesante di "collusione" con uno Stato straniero. Quest'ultima, punibile anche con l'ergastolo, è alla base del blitz odierno.

In una conferenza stampa il sovrintendente senior Steve Li ha appunto parlato di arresti effettuati per "collusione con un Paese straniero o con elementi esterni per mettere in pericolo la sicurezza", in violazione della legge sulla sicurezza nazionale. "Abbiamo trovato nel quotidiano e nella sua versione Internet, finora, oltre 30 articoli che chiedono a Paesi e istituzioni stranieri di imporre sanzioni a Hong Kong e alla Repubblica popolare. Anche in inglese e cinese", ha spiegato Li. "Questo è complotto, non stiamo parlando di lavoro mediatico o giornalistico, stiamo parlando di un complotto in cui gli indagati hanno usato il lavoro giornalistico per colludere con un Paese straniero o elementi esterni per imporre sanzioni o atti ostili", ha detto il segretario alla Sicurezza, John Lee, sollecitando i giornalisti a rispettare la legge.

La Gran Bretagna ha accusato la Cina di attaccare le "voci dissenzienti", chiedendo il rispetto della libertà di stampa. "I raid e gli arresti nella redazione di Apple Daily mostrano che Pechino sta usando la legge sulla sicurezza nazionale per colpire le voci dissidenti e non per occuparsi della sicurezza pubblica", ha denunciato su Twitter il ministro degli Esteri Dominic Raab. Una richiesta destinata a cadere nel vuoto, come quella contenuta nel comunicato finale di domenica del summit dei leader del G7 tenuto in Cornovaglia.


Copie dell'Apple Daily fresche di stampa (Keystone)

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved