KHACHANOV K. (RUS)
0
NADAL R. (ESP)
0
1 set
(3-5)
l-iran-verso-il-voto-con-il-record-di-uranio-arricchito
Supporter del candidato Ebrahim Raisi (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
italia
14 ore

Quirinale, si fa sotto l’ipotesi Mattarella bis

Melina di Berlusconi nel centrodestra. Tenere il presidente attuale sembra il modo migliore di salvare la legislatura in piena pandemia.
Estero
14 ore

La Francia denuncia il genocidio degli uiguri

Pechino s’infuria per l’attacco alla viglia delle Olimpiadi invernali di Pechino
Estero
16 ore

La Cia: ‘Nessun nemico dietro la Sindrome dell’Avana’

L’annuncio americano: ‘Esclusa un’azione straniera, ma cause ambientali e mediche’
Estero
16 ore

L’Austria introduce l’obbligo di vaccinazione

Dopo l’annuncio del cancelliere Karl Nehammer di settimana scorsa, oggi il Parlamento ha dato via libera alla misura a larghissima maggioranza.
coronavirus
17 ore

I morti di Covid nel mondo fino a 4 volte i dati ufficiali

Secondo alcuni modelli del sito Nature le vittime potrebbero essere 20 milioni
eruzione a tonga
17 ore

‘Io, portato da un’isola all’altra dallo tsunami’

Un falegname disabile è sopravvissuto al disastro aggrappandosi a un tronco
verso il vertice
17 ore

‘Blinken non venga a Ginevra a mani vuote’

Il rappresentante russo presso l’Ue Vladimir Chizhov teme una fase di stallo sulla risoluzione dei problemi della questione ucraina
Estero
18 ore

La Procura si oppone alla libertà condizionale di Breivik

Per il pubblico ministero norvegese il 42enne autore della strage di Utoya non è cambiato e rimane un soggetto pericoloso
Confine
20 ore

Lo sconto carburante fa flop. Risparmio esiguo

Forniti i dati dell’App introdotta per ridurre il prezzo del pieno nella fascia di frontiera con Ticino e Grigioni
14.06.2021 - 22:140
Aggiornamento : 22:32

L’Iran verso il voto con il record di uranio arricchito

Annuncio di Rohani a pochi giorni dall'elezione del suo successore: le elezioni si terranno venerdì 18

L'Iran che venerdì va alle urne per scegliere il nuovo presidente è arrivato ad arricchire l'uranio al 63% e, "se necessario", è pronto a scavalcare "immediatamente" anche questa soglia record. Inaugurando l'arrivo nella sua flotta di altre 2 grandi navi da guerra - il cacciatorpediniere Dena e la dragamine Shahin -, Hassan Rohani manda un messaggio di fermezza agli elettori che sceglieranno il suo successore e alle potenze mondiali, con cui la Repubblica islamica sta trattando a Vienna i termini del possibile ritorno degli Stati Uniti all'accordo nucleare e della revoca delle sanzioni.

Già toccato secondo l'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea) il mese scorso per le "fluttuazioni" nell'impianto di Natanz, il nuovo picco di arricchimento supera l'obiettivo dichiarato del 60%, già lontanissimo dal tetto del 3,67% fissato dall'intesa del 2015 (Jcpoa). Un limite cui Teheran si dice comunque pronto a tornare in caso di intesa sulle sanzioni. "Gli Stati Uniti e gli europei dovrebbero sapere che l'Iran non cerca l'energia nucleare per produrre armi nucleari. Miriamo a sviluppare la nostra potenza nucleare, aerospaziale e missilistica per rafforzare l'industria del Paese. Non siamo alla ricerca di guerre e tensioni, ma non ci inchineremo ai nemici", ha ribadito il capo del governo, che resterà in carica per alcune settimane dopo il voto e l'eventuale ballottaggio del 25 giugno, previsto in assenza di una maggioranza assoluta, fino all'insediamento del successore.

Cambio della guardia

Fuori gioco per il raggiungimento del limite dei due mandati consecutivi, secondo i sondaggi Rohani cederà il testimone all'attuale capo della magistratura, il 60enne ultraconservatore Ebrahim Raisi, uomo di fiducia della Guida suprema Ali Khamenei, che 4 anni fa sconfisse nelle urne.

Stavolta, però, è lui il favorito, anche per i veti del Consiglio dei guardiani alle candidature dei suoi più accreditati sfidanti moderati e riformisti. Una presidenza che per Raisi potrebbe anche essere l'anticamera dell'eredità dell'82enne Khamenei.

In 59 milioni alle urne

Gli oltre 59 milioni di iraniani chiamati alle urne si ritroveranno così con una scelta limitata a 7 candidati, tutti uomini, di cui 5 conservatori, su una lista iniziale di quasi 600 aspiranti. Una stretta che rischia di gettare benzina sul fuoco dell'astensionismo, dopo il record negativo del 57% alle legislative dello scorso anno. Temendo un contraccolpo per il sistema, i vari schieramenti hanno lanciato in questi giorni appelli alla partecipazione, facendo leva sull'orgoglio nazionale - il boicottaggio, ha detto Khamenei, farebbe il gioco dei "nemici dell'Iran" - e sulle aspettative dei giovani che potranno votare per la prima volta, quasi un milione e mezzo.

Ma la sfiducia è alimentata dalla grave crisi economica, legata all'isolamento internazionale, e dalle drammatiche conseguenze della pandemia, con appena 5 milioni di vaccinazioni su 83 milioni di abitanti. E a pesare è anche la repressione delle proteste degli ultimi anni, che potrebbe farsi più dura sotto un presidente come Raisi, procuratore a Teheran durante le esecuzioni di massa degli oppositori di sinistra alla fine degli anni Ottanta.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved