ULTIME NOTIZIE Estero
la guerra in ucraina
3 min

Biden pronto a parlare con Putin

Conferenza di pace a Parigi il 13 dicembre, l’annuncio durante la visita di Macron a Washington
coronavirus
17 min

La Cina allenta la morsa, ‘sì all’isolamento a casa’

Aperture di Pechino dopo le proteste, mentre si prepara l’addio a Jiang Zemin
spagna
30 min

Giallo su 6 pacchi bomba, uno anche a Sánchez

Il fil rouge pare la guerra in Ucraina, ma si segue la pista locale
Estero
48 min

Giallo su sei pacchi bomba in Spagna

Oltre all’ordigno esploso all’ambasciata ucraina a Madrid, ne sono stati notificati altri, pure all’indirizzo del premier Pedro Sánchez. Indagini in corso
la guerra in ucraina
51 min

“La Nato non entrerà nel conflitto”

Mosca accusa l’Alleanza: ‘Ci fanno la guerra’. Stoltenberg risponde seccamente. Macron spinge per un negoziato: ‘Lo ritengo possibile’
Estero
3 ore

Svezia, vendesi casa... con il proprietario morto sotto il letto

Nessuno in due anni si era accorto del decesso dell’80enne ex padrone di casa, probabilmente a causa del cattivo odore e del disordine degli ambienti
Italia
5 ore

Chat neonazista con foto di abusi e piani di stragi: tre arresti

Nel canale Telegram gestito da due genovesi si programmava un attentato al parlamento italiano. Fra le accuse anche quella di istigazione al suicidio
Italia
6 ore

Maxisequestro di marijuana in provincia di Brescia

Nel mirino della Guardia di Finanza un’azienda che coltivava canapa legalizzata. Ma con Thc superiore al limite: confiscate due tonnellate
Città del Vaticano
7 ore

Congo e Sud Sudan nei piani di viaggio del Papa

Rinviata già a luglio a causa di problemi al ginocchio, la visita in Africa del Pontefice sarà recuperata tra fine gennaio e inizio febbraio
Italia
9 ore

Frana di Casamicciola, individuati altri due corpi

All’appello mancano ancora due persone. E nel pomeriggio è prevista una nuova riunione del Centro Coordinamento Soccorsi
04.06.2021 - 21:20

La ‘confessione’ dell’oppositore bielorusso

Protasevich ammette e si pente in ‘un’intervista’ alla tv di stato. Ong, opposizione e famiglia: ‘Parole estorte con la violenza’.

la-confessione-dell-oppositore-bielorusso
Keystone
Protasevich

Mosca – Il regime di Lukashenko la chiama "intervista", ma per molti osservatori le dichiarazioni dell'oppositore bielorusso Roman Protasevich mandate in onda ieri sera dalla tv di Stato sono in realtà tutt'altro: il risultato di una palese violazione dei diritti umani, una confessione strappata con la forza, un nuovo sopruso delle autorità di Minsk che diversi Paesi europei hanno fermamente condannato.

Protasevich ha detto di aver organizzato "disordini di massa", di aver cercato di rovesciare il governo di Lukashenko ma di aver poi "cominciato a capire" che il despota "stava agendo correttamente" e di "rispettarlo".

‘Conosco mio figlio molto bene’

Il giovane Roman però non è una persona libera e molti sospettano che sia stato torturato in carcere. "Conosco mio figlio molto bene e non credo che direbbe mai queste cose", assicura suo padre Dmitri. "Nessuno dovrebbe credere a queste parole perché sono state estorte con l'abuso e la tortura", spiega all'Afp. "Ho visto chiaramente segni di manette, lividi sulle braccia", dice la madre Natalia a ‘Current Time’. La pensa così anche Amnesty International, secondo cui il giornalista di 26 anni aveva "ferite visibili" ai polsi e parlava "sotto una pressione psicologica intollerabile".

Protasevich era "chiaramente sotto costrizione", ha dichiarato da parte sua il capo della diplomazia britannica Dominic Raab definendo l'episodio "inquietante", ed è dello stesso avviso il portavoce del governo tedesco Steffen Seibert, secondo cui la presunta confessione è "assolutamente vergognosa e poco plausibile". "Questa - ha continuato - è una vergogna per l'emittente televisiva e per la leadership bielorussa che mostra ancora una volta il suo disprezzo per la democrazia e, va detto, per l'umanità".

La disperazione

Il filmato sembra avere prima di tutto un obiettivo propagandistico: quello di screditare l'opposizione e il movimento di protesta. Roman Protasevich in quei 90 minuti appare provato, dice persino che è "inutile" continuare a protestare contro Lukashenko, cioè contro colui che appena il mese scorso chiamava "dittatore". Afferma pure di aver deciso spontaneamente di parlare in tv, ma la cosa pare poco credibile. Alla fine scoppia in lacrime e dice di sperare di potersi un giorno sposare e avere dei figli.

Protasevich è l'ex direttore di Nexta, un canale informativo su Telegram che è stato un vero punto di riferimento durante le proteste antiregime scatenate l'anno scorso dall'improbabile trionfo di Lukashenko alle presidenziali di agosto. Protasevich e la sua fidanzata, Sofia Sapega, sono stati arrestati un paio di settimane fa, dopo che l'aereo sul quale viaggiavano è stato costretto a un atterraggio imprevisto a Minsk per un falso allarme bomba che si pensa sia stato escogitato dal regime proprio per far finire in manette il giovane dissidente. Ora rischia 15 anni per "disordini di massa" ma è stato anche inserito nella lista degli individui potenzialmente "coinvolti in attività terroristica".

Blocco Ue dei voli verso e sopra la Bielorussia

Ue e Usa hanno reagito annunciando nuove sanzioni contro il regime e l'Europa ha congelato i voli verso la Bielorussia e il sorvolo del Paese. La leader dell'opposizione bielorussa Svetlana Tikhanovskaya ha però esortato Usa, Gran Bretagna, Ue e Ucraina ad aumentare ulteriormente la pressione sull'ultimo dittatore d'Europa. "Devono agire congiuntamente in modo che la loro voce sia più forte", ha detto alla Reuters. Anche Tikhanovskaya è certa che Roman abbia rilasciato quelle dichiarazioni perché costretto: con la violenza, ha affermato, "puoi far dire a una persona qualunque cosa tu voglia".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved