CAL Flames
2
ANA Ducks
3
fine
(1-1 : 1-0 : 0-1 : 0-1)
ARI Coyotes
4
STL Blues
7
fine
(1-1 : 1-5 : 2-1)
nuovi-guai-giudiziari-per-trump-sono-perseguitato
Donald Trump (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
germania
8 ore

Axel Springer licenzia il direttore della Bild

La decisione a seguito di “ricerche sul comportamento” di Reichelt, che non avrebbe “separato in modo chiaro la sfera professionale e quella privata”
Estero
9 ore

Ungheria, un outsider per sfidare Orban

Peter Marki-Zay guiderà il fronte unito delle opposizioni al voto 2022: ‘Ringrazio gli elettori, ora sfidiamo il regime’
Estero
11 ore

Ballottaggi in Italia, il Pd conquista anche Roma e Torino

In mano al centrosinistra tutti i capoluoghi di regione. Trieste unica eccezione. Letta: vittoria trionfale
Estero
12 ore

Russia e Nato ai ferri corti, Mosca rompe le relazioni

Mosca ‘sospende’ il lavoro della sua missione permanente alla Nato come rappresaglia per l’espulsione di otto funzionari accusati di spionaggio
Confine
13 ore

A Varese riconfermato il sindaco di centrosinistra

Al ballottaggio passa Davide Galimberti. Sconfitti il candidato del centrodestra e la Lega di Salvini
Estero
13 ore

Morto di Covid Colin Powell, ex segretario di Stato di Bush

L’84enne fu il primo afroamericano a ricoprire il ruolo di capo di Stato maggiore prima di divenire segretario di Stato sotto George W. Bush
Confine
14 ore

Una pista ciclabile di 5 km lungo il Ceresio più selvaggio

Risorge il progetto di cui si parla da 25 anni da Osteno a Santa Margherita di Valsolda dopo il via libera al finanziamento degli enti preposti
Estero
15 ore

Comunali in Italia, il centrosinistra avanti a Roma e Torino

Gli exit poll danno in vantaggio Gualtieri nella capitale e Lo Russo sotto la Mole. Trieste in bilico
Estero
15 ore

È morto Angelo Licheri, cercò di salvare Alfredino nel pozzo

Licheri si offrì volontario e si fece calare a testa in giù per 45 minuti nel pozzo in cui era caduto il bambino di Vermicino, ma senza successo
Estero
19.05.2021 - 21:010

Nuovi guai giudiziari per Trump: ‘Sono perseguitato’

L'ex presidente americano attacca: ‘Fanno così perché temono che io possa candidarmi ancora e vincere’

Guai giudiziari in vista per Donald Trump. La procuratrice generale dello stato di New York, Letitia James, ha infatti alzato il tiro sull'azienda di famiglia dell'ex presidente americano, e con una notifica ha informato i vertici della Trump Organization che le indagini in corso da tempo non si limitano più alla sfera civile ma hanno preso una piega penale. Proprio come quelle già portate avanti da oltre un anno dal procuratore distrettuale di Manhattan, Cyrus Vance. La reazione del tycoon non si è fatta attendere: "Vogliono silenziare e cancellare i milioni di voti che ho ricevuto, perché non vogliono che corra di nuovo".

Una recrudescenza sul fronte delle indagini che riguardano il tycoon e il suo impero era nell'aria dopo la sconfitta elettorale alle presidenziali. Nella comunicazione non vengono specificati i reati indagati dallo stato di New York, ma è probabile che ci si muova proprio sulla falsa riga di quanto stanno facendo gli investigatori di Manhattan. Investigatori che ipotizzano, tra le altre cose, la frode bancaria e quella fiscale. Il sospetto infatti è che la Trump Organization abbia per anni gonfiato il valore delle sue proprietà per ottenere prestiti a condizioni agevolate, per poi dichiarare un valore più basso ed usufruire di sconti fiscali.

La società fondata nel 1923 dal padre del tycoon, Fred Trump, possiede oggi in diverse parti del mondo immobili residenziali, hotel, resort, grattacieli e campi da golf, oltre a detenere la proprietà di svariati ettari di proprietà immobiliare in tutta Manhattan. Sullo stato delle indagini, che Trump ha più volte bollato come "la più grande caccia alle streghe della storia americana", vige il più stretto riserbo. Ma è probabile che ad imprimere un'accelerazione al lavoro degli investigatori sia stata la decisione della Corte Suprema che, dopo una lunga battaglia legale, ha obbligato la Trump Organization a consegnare alla procura di Manhattan le dichiarazioni fiscali degli ultimi otto anni, quelle che anche il Congresso aveva chiesto e che il tycoon si era sempre rifiutato di mettere a disposizione.

Nella sua residenza di Bedminster, in New Jersey, dove si è trasferito per l'estate dalla Florida, Trump circondato dai suoi più stretti consiglieri studia le contromosse. E spera non si aggravino sia la sua posizione, anche in vista di un possibile ritorno in campo per le presidenziali del 2024, sia quella dei figli. L'ex presidente è infatti tuttora il proprietario dell'azienda di famiglia, anche se una volta arrivato alla Casa Bianca, nel 2017, ha rinunciato alla carica di presidente e ha ceduto la gestione della società ai figli Donald Junior ed Eric, affiancati dal fidatissimo responsabile finanziario Allen Weisselberg, amico di lunga data del tycoon. Proprio Weisselberg è stato per mesi messo sotto torchio dagli inquirenti di New York a caccia di prove. E da Weisselberg hanno acquisito una mole enorme di documenti, comprese le informazioni sui suoi conti bancari privati o sulla scuola privata di Manhattan frequentata dai suoi nipoti. Altre indagini, oltre a quelle newyorchesi, pendono sulla testa di Trump, a partire da quelle del procuratore federale distrettuale della Georgia che indaga sui tentativi dell'ex presidente di ribaltare l'esito del voto delle presidenziali proprio nello stato del sud, storicamente roccaforte repubblicana ma col voto del novembre scorso conquistato da Joe Biden.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved