amsterdam-le-prostitute-tornano-nel-quartiere-a-luci-rosse
Amsterdam (Keystone)
19.05.2021 - 20:20

Amsterdam, le prostitute tornano nel quartiere a luci rosse

Dopo l'allentamento delle restrizioni, le cabine sono state dotate di linee guida Covid-19 ufficiali

Dopo che il governo olandese ha iniziato ad allentare le restrizioni contro il coronavirus, anche le prostitute sono tornate nel quartiere a luci rosse di Amsterdam, mettendo fine a sei mesi di disoccupazione forzata.

Per la prima volta dall'inizio di dicembre, si sono potute vedere le lavoratrici del sesso nelle loro cabine. Le stanze in cui incontrano i clienti ora hanno linee guida Covid-19 ufficiali attaccate alle pareti che avvertono le persone di lavarsi le mani e indossare una mascherina se lo desiderano.

“Sono estremamente felice che siamo di nuovo aperti dopo così tanto tempo senza lavoro – dice una prostituta che si è identificata come Kelly –. Per molte ragazze è una catastrofe, sicuramente perché la maggior parte di loro non ha ricevuto alcun sostegno dal governo e ha dovuto lavorare illegalmente”.

La prostituzione è legale nei Paesi Bassi, ma il governo a dicembre l'ha vietata insieme ad altre "professioni di contatto". Di conseguenza, molte sono state costrette a lavorare illegalmente, spesso in condizioni non sicure, hanno denunciato i sindacati delle prostitute.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
amsterdam coronavirus luci rosse prostitute quartiere
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved