ULTIME NOTIZIE Estero
Turchia
18 min

Si aggrava il bilancio del sisma: almeno 237 le vittime

Fra le strutture danneggiate dalla forte scossa di terremoto anche il castello di Gaziantep, ridotto a un cumulo di macerie
Estero
55 min

Forte scossa di terremoto nel sud della Turchia

L’epicentro del sisma, di magnitudo 7,9, è stato localizzato nella provincia di Gaziantep, non lontano dal confine con la Siria. Centinaia i morti
Estero
11 ore

‘Dopo i tank ci saranno anche gli aerei’

Kiev torna a invocare i caccia ‘per salvare più vite’, mentre prosegue la feroce battaglia a Bakhmut
Estero
11 ore

Usa, Cina e la crisi del pallone-spia

Mentre gli Stati Uniti lavorano al recupero dei detriti, sull’incidente restano ancora molti punti oscuri
Estero
17 ore

In Iran l’ayatollah concede la grazia a migliaia di prigionieri

Esclusi dal provvedimento gli accusati di ‘spionaggio, contatto con agenti stranieri, omicidio, distruzione e incendio doloso di proprietà di Stato’
Estero
17 ore

In Germania caccia al lupo ‘killer’ della pony di Von der Leyen

L’esemplare Gw950m è ricercato nella regione di Hannover dove è inserito nella lista degli animali da abbattere, ma finora si è dato alla fuga
Confine
20 ore

Con la marijuana in casa: un coinquilino li denuncia

Due giovani in manette a Ponte Chiasso. I poliziotti li hanno trovati con oltre 600 grammi di ‘erba’ e soldi
Estero
20 ore

È morto l’ex presidente del Pakistan Musharraf

Aveva 79 anni ed era malato da tempo. Era salito al potere nel 1999 con un colpo di Stato per poi dimettersi nel 2008 per evitare l’impeachment
Confine
21 ore

Como, malore e infortunio allo stadio durante la stessa partita

Un 23enne è stato colto da arresto cardiaco, mentre un 46enne è caduto procurandosi un trauma facciale. Entrambi sono stati soccorsi e portati in ospedale
Estero
22 ore

‘Almeno 3 i palloni-spia cinesi sopra gli Usa sotto Trump’

Lo ha dichiarato un alto funzionario della difesa statunitense. Ieri è stato abbattuto l’apparecchio avvistato sopra una base americana
Estero
22 ore

Scholz: ‘Kiev non userà armi occidentali per colpire in Russia’

Il cancelliere tedesco rassicura sulle intenzioni della leadership ucraina dopo le dichiarazioni del rappresentante di Zelensky al Parlamento
Estero
22 ore

Sequestra e sevizia una escort costringendola a sniffare coca

Un uomo è stato arrestato a Desio, nei pressi di Monza. A salvare la ragazza, una chiamata ai carabinieri di un’amica che non era riuscita a rintracciarla
11.05.2021 - 16:43

Il Papa istituisce il ministero laicale di Catechista

Il ruolo di laiche e laiche impiegati nella catechesi viene elevato a ministero della Chiesa. Non tutti gli attuali catechisti potranno accedere al ministero

Ats, a cura de laRegione
il-papa-istituisce-il-ministero-laicale-di-catechista
Lezione di catechismo in un centro di riabilitazione dalle droghe nelle Filippine(Keystone)

"Dopo aver ponderato ogni aspetto, in forza dell'autorità apostolica istituisco il ministero laicale di Catechista". È un passo in qualche modo storico, per la vita della Chiesa, quello che compie papa Francesco con la Lettera apostolica in forma di Motu proprio "Antiquum ministerium", erigendo a ministero istituito il ruolo di laiche e laici impegnati nella catechesi - più di tre milioni nel mondo -, dagli insegnanti di catechismo nelle parrocchie fino alle vere e proprie guide di comunità cristiane nelle lande più sperdute del pianeta, dove i sacerdoti scarseggiano.

Sarà ora la Congregazione per il Culto divino e la Disciplina dei sacramenti, secondo il volere del Pontefice, a provvedere "entro breve tempo a pubblicare il Rito di Istituzione del ministero laicale di Catechista", mentre Francesco invita "le Conferenze Episcopali a rendere fattivo il ministero di Catechista, stabilendo l'iter formativo necessario e i criteri normativi per potervi accedere, trovando le forme più coerenti per il servizio" che gli interessati saranno chiamati a svolgere.

Nel Motu proprio il Papa ricorda come il ministero di Catechista nella Chiesa sia "molto antico", risalente ai "maestri" delle prime comunità cristiane. E la Chiesa "ha voluto riconoscere questo servizio come espressione concreta del carisma personale che ha favorito non poco l'esercizio della sua missione evangelizzatrice". Inoltre, "a partire dal Concilio Ecumenico Vaticano II, la Chiesa ha sentito con rinnovata coscienza l'importanza dell'impegno del laicato nell'opera di evangelizzazione".

Quindi, argomenta Francesco, "è necessario riconoscere la presenza di laici e laiche che in forza del proprio battesimo si sentono chiamati a collaborare nel servizio della catechesi". E "questa presenza si rende ancora più urgente ai nostri giorni per la rinnovata consapevolezza dell'evangelizzazione nel mondo contemporaneo - afferma il Papa -, e per l'imporsi di una cultura globalizzata, che richiede un incontro autentico con le giovani generazioni".

Il Motu proprio riconosce la "forte valenza vocazionale" del ministero, "che richiede il dovuto discernimento da parte del Vescovo e si evidenzia con il Rito di istituzione".

E in quanto "servizio stabile reso alla Chiesa locale secondo le esigenze pastorali individuate dall'Ordinario del luogo", ma "svolto in maniera laicale come richiesto dalla natura stessa del ministero", è bene che "al ministero istituito di Catechista siano chiamati uomini e donne di profonda fede e maturità umana, che abbiano un'attiva partecipazione alla vita della comunità cristiana, che siano capaci di accoglienza, generosità e vita di comunione fraterna". Non solo: "che ricevano la dovuta formazione biblica, teologica, pastorale e pedagogica per essere comunicatori attenti della verità della fede, e che abbiano già maturato una previa esperienza di catechesi".

Nella conferenza stampa di presentazione del documento, che ha richiesto una gestazione di almeno cinque anni, il presidente del Dicastero per la Nuova evangelizzazione, mons. Rino Fisichella sottolinea che "l'istituzione di questo ministero, unitamente a quello dell'accolitato e del lettorato, permetterà di avere un laicato maggiormente formato e preparato nella trasmissione della fede".

"Non ci si improvvisa catechisti", avverte, poiché "chi svolge il ministero di catechista sa che parla a nome della Chiesa e trasmette la fede della Chiesa". Il servizio, comunque, "dovrà essere vissuto in maniera 'secolare' senza cadere in forme di clericalismo che appannano la vera identità del ministero". Secondo Fisichella, inoltre, "è ovvio che non tutti coloro che oggi sono catechisti e catechiste potranno accedere al ministero di catechista.

Questo ministero - spiega - è riservato a quanti corrisponderanno ad alcuni requisiti che il Motu proprio elenca. Primo fra tutti, quello della dimensione vocazionale a servire la Chiesa dove il vescovo lo ritiene più qualificante". Infine, "il ministro catechista non deve avere una responsabilità liturgica", e quindi, ad esempio, "non farà omelie" durante le celebrazioni.

E in una nota, il segretario generale della Conferenza episcopale italiana, mons. Stefano Russo, rileva a sua volta che "il catechista risponde a una chiamata e lo fa per sempre. In un tempo fluido è importante avere coscienza che quel 'sempre' è un orizzonte di senso per una Chiesa ministeriale".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved