migliaia-in-piazza-in-francia-giustizia-per-sarah-halimi
La manifestazione di Parigi (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
5 min

Attacco al campus di Heidelberg in Germania, diversi i feriti

Colpi d’arma da fuoco sparati nel campus universitario medico. Secondo la Dpa, l’autore dell’attacco è morto
Estero
33 min

Cure alternative date per telefono, il paziente muore: arrestato

Il medico, noto no-vax già a rischio radiazione dall’Ordine dei Medici, consigliava intrugli a un paziente con gravi patologie invece che il ricovero
Estero
2 ore

Julian Assange può fare appello contro l’estradizione negli Usa

Lo ha annunciato l’Alta Corte di Londra. La disputa continuerà davanti alla più alta corte britannica
Estero
3 ore

Italia, si elegge il Presidente. Oggi la prima chiama ‘al buio’

Senza accordo fra i partiti, nella prima votazione che richiede i due terzi dei 1’008 votanti prevarranno le schede bianche. Si inizia alle 15
Estero
14 ore

I talebani a Oslo, missione a caccia di riconoscimento

Il regime dopo la presa dell’Afghanistan mostra il lato votato al dialogo. La delegazione sarà impegnata in una tre giorni di incontri.
Estero
16 ore

Covid-19, la fine della pandemia è plausibile dopo Omicron

Lo ha affermato il responsabile dell’Oms per l’Europa, che prevede un nuovo picco di contagi entro marzo.
Estero
17 ore

Italia, sul Colle manca l’intesa: primo voto in bianco

Attesa per i nomi del centrodestra, si rafforza l’ipotesi Riccardi candidato del centrosinistra
Estero
18 ore

Ucraina, il Foreign Office denuncia un complotto di Mosca

‘Piano su leader filo-russo’. Stati Uniti preoccupati dalle accuse mosse dalla Gran Bretagna. La Russia le bolla come ‘assurde’
Confine
19 ore

Allevatori del Porlezzese allarmati per i troppi cervi

Gli ungulati sono aumentati in maniera esponenziale e mettono in pericolo l’attività delle aziende agricole
25.04.2021 - 22:140

Migliaia in piazza in Francia: ‘Giustizia per Sarah Halimi’

La donna uccisa nel 2017, ma il crimine rimasto impunito. Il sindaco di Parigi: ‘Le dedicheremo una via’

Migliaia di persone, oltre 26.000, hanno manifestato in Francia contro il mancato processo per omicidio nei confronti di Kobili Traoré, che nel 2017 uccise una donna ebrea di 65 anni ma che la giustizia francese considera "irresponsabile" in quanto sotto gli effetti della droga. Manifestazioni analoghe si sono svolte anche a Tel Aviv, Roma, Londra e New York. Nella principale di queste proteste, quella di Parigi, sono state 20.000 le persone a riunirsi al Trocadero; 2.000 hanno sfilato a Marsiglia, 1.200 a Lione, 600 a Strasburgo e Deauville, 400 a Tolosa e Nizza.

Hanno tutti risposto all'appello di collettivi civici e dei rappresentanti delle comunità ebraiche per protestare contro la rinuncia a processare il colpevole di un omicidio antisemita, commesso nel 2017 contro Sarah Halimi. La sindaca di Parigi, Anne Hidalgo, ha annunciato che una via della capitale porterà il nome della donna, uccisa nel 2017 da Kobili Traoré, suo vicino di casa e forte consumatore di cannabis, in preda a delirio da assunzione di stupefacenti. "Senza giustizia non c'è Repubblica", si leggeva sul principale striscione del corteo. Tanti i cartelli mostrati dai manifestanti, come 'Niente diritti senza giustizia' e 'Giustizia strafatta?'.

Si muove la politica

"La protesta è cresciuta - ha detto William Attal, fratello della vittima - e la speranza è tornata". In molti hanno chiesto di cambiare la legge esistente, che considera "irresponsabile" chi agisce in modo criminale sotto l'effetto di droghe. Poco prima della manifestazione, il ministro della Giustizia, Eric Dupond-Moretti, ha annunciato che a fine maggio presenterà un progetto di legge mirante a "colmare un vuoto giuridico", dopo che la Cassazione ha confermato l'irresponsabilità penale dell'assassino di Sarah Halimi, che entrò nell'appartamento della donna, la picchiò selvaggiamente gridando almeno una decina di volte 'Allah Akbar', poi gettò la sua vittima dal balcone, al terzo piano.

Un appello per modificare la legge è stato lanciato anche dal presidente Emmanuel Macron. Il 14 aprile la Cassazione ha confermato il carattere antisemita del delitto, ribadendo però anche l'irresponsabilità penale dell'assassino, dal 2017 ricoverato in ospedale in un reparto di psichiatria, in quanto "privo di discernimento al momento dei fatti". L'impossibilità di celebrare il processo ha provocato l'incomprensione e la rabbia della comunità ebraica in Francia, sempre più bersagliata da violenze, minacce e attentati negli ultimi anni.

Il presidente del Consiglio rappresentativo delle istituzioni ebraiche di Francia (Crif), Francis Kalifat, ha auspicato in un'intervista a Le Journal du Dimanche che la futura legge porti il nome di Sarah Halimi: "Sarà una forma di omaggio che le rendiamo, visto che non ha potuto avere giustizia". Centinaia gli israeliani che hanno protestato a Tel Aviv davanti all'ambasciata di Francia. Altri raduni si sono svolti a Roma, Londra e New York: "Un appuntamento mondiale di contestazione", ha sottolineato la comunità ebraica di Roma, che ha protestato con un sit-in in prossimità di Palazzo Farnese.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved