chicago-il-13enne-ucciso-aveva-le-mani-alzate
Keystone
Proteste a Chicago per la morte del 13enne Adam Toledo
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
1 ora

All'aeroporto di Orio al Serio spunta un uovo di dinosauro

Il singolare ritrovamento è avvenuto tra i pacchi dell'e-commerce. Il reperto è stato acquisito dal Patrimonio dello Stato per una futura esposizione
Estero
2 ore

Covid, Gb verso il rinvio delle ultime aperture

Il premier Johnson appare intenzionato a seguire le raccomandazioni di diversi esperti, preoccupati per il rimbalzo dei contagi causato dalla variante Delta
Estero
2 ore

Colombia, esplosione in miniera. I morti salgono a nove

Quattro uomini sono riusciti a salvarsi. I soccorritori stanno ora tentando di recuperare i corpi di sette delle vittime
Estero
2 ore

Vertice G7: al via la seconda giornata

Il programma di oggi prevede tre sessioni dedicate a flessibilità, politica estera e politica sanitaria e dei vaccini
Estero
3 ore

Tunisia, 54 migranti tratti in salvo al largo di Ben Guerdane

La loro imbarcazione è stata avvistata a nord-est di El Kefta, a circa 14 km all'interno delle acque territoriali tunisine
Estero
3 ore

Canada rinuncia a distribuire 300'000 dosi di J&J

La decisione, presa dal Ministero della Salute, è dovuta a sospetti sulla qualità del prodotto
Estero
4 ore

Balena inghiottisce un uomo. Salvo per colpo di tosse

È quanto è successo in Massachussets a un subacqueo professionista pescatore di aragoste
Estero
4 ore

Putin: "Rapporti con Usa al punto più basso da anni"

Il presidente russo ha poi definito "senza senso" le voci secondo cui la Russia si starebbe preparando a offrire a Teheran un sistema satellitare avanzato
Estero
16 ore

Biden al G7 sfida la Via della Seta cinese

L'arrivo del presidente americano in Europa regala un'accelerata anche sui vaccini: 1 miliardo di dosi saranno distribuite nei Paesi poveri
italia
16 ore

La diciottenne morta dopo il vaccino era malata

Camilla Canepa, 18 anni, era stata male dopo essersi vaccinata con AstraZeneca. Soffriva di una piastrinopenia immune. Già affidata l'autopsia
Estero
16 ore

Domenica il nuovo governo Bennett senza Netanyahu

Ribaltone dopo dodici anni di dominio da parte di Bibi. Ma arriva la scomunica cabalistica
Estero
16.04.2021 - 19:540
Aggiornamento : 21:32

Chicago, il 13enne ucciso aveva le mani alzate

Video shock dalla bodycam dell’agente che ha sparato. Nuova strage a Indianapolis. Biden: ‘Basta armi, ora dobbiamo agire’.

Washington – Chicago è sotto shock. Ma l'intera America è scioccata, impotente di fronte alle immagini di un ragazzino disarmato, con le mani alzate e lo sguardo impaurito che viene centrato in pieno petto dall'agente che lo inseguiva. Adam Toledo aveva solo 13 anni e ora, grazie alla diffusione del video ripreso dalla bodycam del poliziotto, è possibile ricostruire gli ultimi istanti della sua vita. Una tragedia avvenuta nella notte del 29 marzo e di cui ora emergono i dettagli più sconvolgenti, provocando l'ira della comunità ispanica.

Tutto si è consumato nel giro di pochissimi secondi. Si vede Adam correre in un vicolo buio inseguito dall'agente che, puntando una torcia, gli urla di fermarsi, di mostrargli le mani. "Mettila giù! Mettila giù", grida ancora il poliziotto, riferendosi alla pistola che Adam tiene nella mano destra e che, fermata la sua corsa, getta al di là di una recinzione di legno. Poi il ragazzino si gira, alza le mani. Ma non ha nemmeno il tempo di dire una parola, di rendersi conto di quanto stava accadendo. In un istante si ritrova a terra, con la felpa insanguinata, lo sguardo ora incredulo.

In giro con l’amico 21enne

L'agente Eric Stillman, 34 anni, ha esploso un solo colpo, mortale. Poi si precipita verso il ragazzino e cerca di rianimarlo: "Resta con me! Resta con me!", grida più volte, resosi conto della gravità della situazione. "Chiamate un'ambulanza!". Troppo tardi. Poco dopo Adam viene dichiarato deceduto sul posto.

Non tornerà più nell'abitazione dove viveva con la madre e il fratello maggiore a Little Village, un quartiere nella zona ovest di Chicago dove oltre l'80% dei residenti è di origine messicana. Mancava di casa da giorni, e quella notte del 29 marzo era in giro con un ragazzo di 21 anni, Ruben Roman. Questi avrebbe esploso alcuni colpi di pistola, probabilmente una bravata, provocando l'intervento della polizia. Una breve corsa e Ruben viene arrestato, dopo aver probabilmente passato l'arma al piccolo Adam ancora in fuga.

Storie di un disagio giovanile che sono all'ordine del giorno in una città come Chicago, dove nei primi tre mesi del 2021 si contano già 131 omicidi, mai così tanti dal 2017. Ora la rabbia monta a livelli di guardia, soprattutto quella di una minoranza ispanica che da sempre sei sente nel mirino della polizia tanto quanto la comunità afroamericana.

Appello alla calma

L'agente Stillman è stato al momento sospeso e la sindaca Lori Lightfoot ha lanciato un appello alla calma, perché il timore è che quella rabbia possa esplodere nel weekend. E che alle proteste per chiedere giustizia per Adam si uniscano quelle per i due casi che hanno sconvolto Minneapolis, le uccisioni per mano della polizia di George Floyd e Daunte Wright. Ma nell'intero Paese ancora una volta si alza alta la voce di chiede una radicale riforma della polizia, a partire dal modo in cui gli agenti vengono addestrati.

Strage a Indianapolis

Intanto a Indianapolis si consuma l'ennesima strage, con un uomo armato di fucile che ha aperto il fuoco in un grande centro della Fedex nell'area dell'aeroporto, uccidendo almeno 8 persone, ferendone molte altre e infine togliendosi la vita. Poco finora è trapelato sui motivi che hanno portato all'ennesimo bagno di sangue, con l'Fbi che indaga e non ha ancora identificato il killer suicida.

Ma è l'undicesima sparatoria di massa dall'inizio dell'anno negli Stati Uniti, una carneficina legata alla piaga delle armi da fuoco la cui diffusione è fuori controllo. E con una reale stretta resa finora impossibile dalle resistenze di gran parte della politica e della potente lobby della National Rifle Association. Ma il presidente è tornato a parlare di "una inaccettabile epidemia che squarcia l'anima della nazione. Dobbiamo agire" ha detto Biden dalla Casa Bianca mentre le bandiere scendevano a mezz'asta per un'altra giornata di sangue.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved