per-il-dopo-merkel-la-corsa-e-tra-soder-e-laschet
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
3 ore

Texas, spara in una scuola e uccide quindici persone

Tra le vittime quattordici bambini e un insegnante. Morto anche il sospetto autore della strage
svolta in vaticano
4 ore

Per la Cei Bergoglio sceglie Zuppi, ‘prete di strada’

Bassetti lascia la presidenza. Sul tavolo dei vescovi il dossier degli abusi
terrorismo
4 ore

L’Isis era pronto a uccidere Bush a Dallas

Il piano, che avrebbe dovuto scattare lo scorso anno è stato sventato dall’Fbi. Fermato un iracheno.
Estero
9 ore

Calano le borse e i 50 super-ricchi bruciano il... Pil svizzero

Da inizio anno i più facoltosi del pianeta hanno perso 563 miliardi di dollari. Cifra pari al prodotto interno lordo del nostro Paese
Confine
9 ore

Raggira il fisco e investe in caffè. Imprenditore in manette

L’inchiesta ha condotto gli inquirenti anche a una società con sede in Ticino. L’accusa è di autoriciclaggio
italia
10 ore

Macché eruzione sull’Etna: è solo un fenomeno meteorologico

Il vulcanologo Boris Behncke fa chiarezza: ‘L’assenza di vento fa salire il fumo verticalmente, ingannando chi lo osserva’
Estero
12 ore

Bbc: ‘La Cina spara a chi tenta la fuga da campi dello Xinjiang’

Una serie di file della polizia condivisi con i media stranieri rivela le ‘procedure’ nei confronti degli uiguri confinati nei campi di ‘rieducazione’
Estero
12 ore

Passata la pandemia, le pene capitali tornano a salire

Nel 2021 le esecuzioni censite da Amnesty International sono state 579. In aumento rispetto all’anno precedente, ma in calo sul lungo periodo
Iran
13 ore

Si aggrava il bilancio del crollo dell’edificio in Iran

Almeno dieci i corpi senza vita trovati sotto le macerie del Metropol, nella città sud-occidentale di Abadan
11.04.2021 - 20:56

Per il dopo Merkel, la corsa è tra Söder e Laschet

I due leader di CSU e CDU sono entrambi pronti a candidarsi alle elezioni di settembre per la poltrona di cancelliere.

Corsa a due tra i conservatori tedeschi per il dopo Angela Merkel.  Markus Söder, leader della CSU, e Armin Laschet, capo della CDU si sono detti entrambi pronti a candidarsi nelle elezioni di settembre per la poltrona di cancelliere. 

Il suo posto è in Baviera, ma alla fine non disdegna affatto Berlino. Una prima domanda sul tavolo da mesi ha avuto domenica la risposta: il bavarese Markus Soeder, 54 anni, è effettivamente pronto a candidarsi alla cancelleria in Germania. E dunque sarà duello con il presidente della Cdu e governatore della Vestfalia, il sessantenne Armin Laschet.

Dopo settimane passate a giocare a nascondino, fa un certo effetto per i conservatori, alla disperata ricerca di un successore all'altezza di Angela Merkel, sentirlo dire chiaro e tondo. L'ipotesi di un accordo fra i due è saltata dopo una lunga "amichevole" telefonata e una seduta a porte chiuse del gruppo parlamentare. Adesso la parola passa al presidio della Cdu, che si incontra lunedì fisicamente per confrontarsi sui due profili.

"Abbiamo chiarito la nostra disponibilità alla candidatura alla cancelleria", ha detto Laschet, comparendo alla stampa dopo la seduta a porte chiuse. "Abbiamo constatato che entrambi siamo adeguati e pronti a questo passo. Sulla sua, come sulla mia determinazione, non vi è alcun dubbio. Crediamo entrambi di avere buone ragioni", ha aggiunto il contendente Soeder.

Nell'Unione in crisi nei sondaggi si ostenta armonia: "Il nostro obiettivo, nell'attuale situazione in cui una cancelliera lascia l'incarico, è mantenere la maggiore unità possibile fra Cdu e Csu. Perché c'è molto in gioco. E qualunque sia l'esito, questo possono dirlo certamente per quel che mi riguarda, ci spalleggeremo", ha assicurato Laschet. Per quest'ultimo la partita è in salita. I sondaggi lo danno in grande svantaggio da settimane, e anche molti deputati della Cdu non lo appoggeranno.

Che cosa vuole o non vuole il Paese 

"Non ha funzionato, non hanno trovato l'intesa e adesso la palla passa al presidio della Cdu", spiega all'ANSA il deputato Marian Wendt. "Qui Laschet ha un sostegno un po' più ampio, ma se non si dovesse trovare un accordo, la questione verrebbe affrontata nel gruppo parlamentare martedì mattina. E lì è Soeder ad avere più consensi". I cristiano-democratici non avrebbero più troppo da ridire all'idea di cedere la cancelleria: "Decisivo è che l'Unione vinca e che possa decidere il cancelliere", aggiunge Wendt. Lui stesso si schiera con l'ex falco bavarese che fece fuori l'anziano Horst Seehofer: "Il Paese vuole qualcosa di nuovo, non una seconda Merkel. E Soeder rappresenterebbe questa novità". La Germania avrebbe un buon futuro nelle mani di un politico notoriamente rampante e trasformista? "È uno che sa adattarsi alla situazione, e questo è un fattore molto importante". Per Wendt, "è la dote che ha sempre avuto anche Angela Merkel".

In forte calo nei sondaggi, logorati dal malcontento per la pandemia e dai molti scandali venuti fuori negli ultimi mesi, fra affari sulle mascherine e sulle attività lobbistiche dei loro parlamentari, i conservatori tedeschi sono in crisi di consensi (al 27%) e inseguiti dai Verdi (al 23%) temono ormai di finire all'opposizione dopo il 26 settembre. Anche sulla K-Frage devono fare in fretta: Robert Habeck e Annalena Baerbock hanno fatto sapere che comunicheranno la scelta del candidato Verde il 19 aprile.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
cancelliere laschet merkel söder
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved