MIN Wild
2
NAS Predators
5
2. tempo
(0-3 : 2-2)
CHI Blackhawks
2
Detroit Red Wings
5
2. tempo
(1-1 : 1-4)
l-italia-si-blinda-niente-zone-gialle-fino-a-maggio
Sanificazione in un museo vuoto (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
6 ore

Nuovi focolai in Cina, annullata la maratona di Wuhan

La gara avrebbe dovuto celebrare il definitivo ritorno alla normalità, ma i 26 nuovi casi suggeriscono cautela anche in vista dei Giochi invernali
Estero
8 ore

Lady Fisherman’s Friend lascia 41 milioni alla sua città

Doreen Lofthouse, a capo della nota azienda di caramelle, è morta a 91 anni. La sua eredità va al villaggio di Fleetwood, nel Nord dell’Inghilterra
Estero
8 ore

La Cina chiede ai genitori di non fare studiare troppo i figli

Con una nuova legge il Comitato permanente dell’Assemblea nazionale del popolo vieta un eccessivo carico didattico sui giovani
Estero
9 ore

Gran Bretagna: contagi sotto la soglia dei 40mila

Tale risultato non si vedeva da 11 giorni. In calo pure i decessi, per il secondo giorno di fila, che si assestano a 72
Estero
9 ore

‘Meglio in carcere che a casa con mia moglie’

Un 30enne è evaso dagli arresti domiciliari e si è presentato alla caserma dei Carabinieri di Guidonia. Il motivo? Era esasperato dalla compagna
Estero
9 ore

Yemen: uccisi in tre giorni dalla coalizione araba 264 Houthi

I ribelli sono morti a seguito dei raid compiuti ad Al Jawba, 50 chilometri a sud di Marib, e a Al Kassara
Estero
9 ore

Ambasciatori espulsi, gli Usa chiedono chiarezza a Erdogan

Anche altri Paesi vogliono vederci chiaro sull’ultima mossa del presidente turco, che sabato ha cacciato dieci alti diplomatici
Estero
9 ore

Vigilantes tedeschi armati al confine polacco

Fermati dalla polizia oltre 50 individui di estrema destra. Sequestrati manganelli e machete. Il governo per ora non vuole chiudere il confine
Estero
10 ore

Picasso sbanca il banco a Las Vegas

La collezione copriva oltre 50 anni di produzione artistica del pittore. L’opera ‘Donna con un basco arancione’ battuta per 40,5 milioni di dollari
Estero
11 ore

Tragedia sul set: la pistola carica veniva usata ‘per gioco’

L’arma con cui Baldwin ha sparato a Halyna Hutchins sarebbe stata utilizzata dalla troupe di Rust per gioco fuori dal set utilizzando proiettili veri
Confine
14 ore

Colto da malore sul bus Chiasso-Como, non ce la fa

L’uomo, sui 75 anni, non ha ancora una identità. Sarebbe salito sul mezzo alla fermata della stazione cittadina
Estero
16 ore

Colombia: arrestato Dario Antonio Usuga, boss del Clan del Golfo

Ricercato da anni, il narcotrafficante deve rispondere in 120 processi. Fra i suoi reati diversi omicidi plurimi e l’esportazione di tonnellate di cocaina
Estero
1 gior

Il monito del Papa contro i muri e gli egoismi nazionali

Il Pontefice: ‘La solidarietà, la cooperazione e la responsabilità, sono antidoti all’ingiustizia, alla disuguaglianza e all’esclusione’
Estero
1 gior

L’Austria consente il suicidio assistito

Il governo locale ha trovato un accordo. La nuova legge entrerà in vigore nel 2022
Estero
1 gior

Ecuador, ucciso a Guayaquil il velocista olimpico Quiñónez

Secondo una prima ricostruzione, un commando armato camuffato da agenti della stradale ha intercettato l’ex atleta, e ha aperto il fuoco
Estero
1 gior

Etna: nube eruttiva, cenere e lapilli su A18 e Taormina

Materiale piroclastico, comprese delle piccole ‘pietre laviche’, è precipitato copioso soprattutto nella fascia nord-est del versante del vulcano
Estero
31.03.2021 - 22:580

L'Italia si blinda, niente zone gialle fino a maggio

Spostamenti vietati in tutto il Paese. Bar, ristoranti, cinema, teatri, palestre e piscine chiuse e visite ai parenti ulteriormente ridotte

L'Italia resta in arancione o rosso fino alla fine di aprile, con spostamenti vietati in tutto il paese, bar e ristoranti, cinema e teatri, palestre e piscine chiuse, niente visite a parenti e amici in zona rossa e possibili in zona arancione all'interno della regione una sola volta al giorno e in un massimo di due persone. Ma se l'andamento della pandemia e della campagna di vaccinazione lo consentiranno, saranno possibili deroghe per ripristinare le zone gialle e dare corso ad alcune aperture anche prima del 30 aprile.

Il consiglio dei Ministri approva il nuovo decreto anti Covid in vigore dal 7 aprile che conferma sostanzialmente l'impianto delle misure già in atto e introduce due importanti novità: l'obbligo di vaccinarsi per tutto il personale che opera nella sanità, farmacisti compresi, e lo stop alla possibilità per i presidenti di Regione di emanare ordinanze, come hanno fatto in questo anno di emergenza, per chiudere le scuole nonostante le indicazioni nazionali prevedessero la presenza in classe. Il provvedimento che esce dal consiglio dei ministri è il frutto della mediazione del presidente del Consiglio Mario Draghi tra l'ala rigorista della maggioranza, che non voleva neanche il riferimento alle possibili deroghe, e le forze politiche, Lega in testa, che spingevano per le riaperture: non ci sarà l'allentamento subito dopo Pasqua ma ci sarà la 'verifica' sui dati, che potrebbe portare a riaperture anticipate con una semplice delibera del Cdm.

La polemica

Una soluzione arrivata dopo oltre due ore di riunione che consente a tutti di poter affermare di aver ottenuto quel che volevano. Anche se in serata si fa sentire l'ira dei territori: "Per la prima volta i sindaci e i presidenti di Provincia non sono stati consultati né informati sulle misure contenute nel testo", dice Antonio Decaro, sindaco di Bari e presidente dell'Anci. "Devo dire che in un momento così delicato per il Paese tutto ci aspettavamo tranne che una frattura nella collaborazione istituzionale", aggiunge. "Il decreto mette la tutela della salute al primo posto" afferma dal canto suo il ministro della Salute Roberto Speranza esprimendo "soddisfazione" per le scelte fatte. Subito dopo Pasqua "il governo valuterà eventuali riaperture" ribadiscono dalla Lega ammettendo che avrebbero preferito "un'apertura maggiore" ma di aver ottenuto comunque il "commissariamento di Speranza e del Cts". "Non si possono rinchiudere fino a maggio 60 milioni di persone - dice lo stesso Salvini rinnovando la "lealtà" della Lega nei confronti di Draghi - per scelta politica, non medica o scientifica, del ministro Speranza". Soddisfatti anche i ministri di Forza Italia per la possibilità di "aperture mirate già prima della fine di aprile".

Il caso dei sanitari no vax

Il decreto, almeno nella bozza che è entrata in Cdm, è composto da 12 articoli. Due sono dedicati alle norme per i medici, per frenare i casi di sanitari no vax che rifiutando il vaccino possono contagiare i pazienti delle strutture dove operavano, come è già accaduto, ma allo stesso per proteggere dalle eventuali conseguenze penali le migliaia di somministratori, senza i quali la campagna vaccinale non può andare avanti. Il governo ha infatti previsto che non debbano rispondere di omicidio e lesioni personali colpose tutti i vaccinatori che nel somministrare le dosi del siero seguano le regole indicate dalle autorità sanitarie. Per "tutelare la salute pubblica", inoltre, tutto coloro che operano nelle strutture sanitarie e nelle Rsa pubbliche e private, nelle farmacie e nelle parafarmacie e negli studi professionali - dunque anche i dipendenti amministrativi - "sono obbligati a sottoporsi a vaccinazione gratuita". Immunizzazione che "costituisce requisito essenziale all'esercizio della professione" tanto che, in caso di rifiuto, scatta lo spostamento a "mansioni anche inferiori" che non comportino la diffusione del contagio e il conseguente taglio di stipendio. Che viene invece sospeso qualora non sia possibile il trasferimento. Il provvedimento verrà revocato nel momento in cui i sanitari no vax cambino idea, al completamento del piano vaccinale o comunque entro il 31 dicembre del 2021. L'intervento, "condiviso da tutto il Governo, è in linea con l'obiettivo di accelerare il completamento del piano di vaccinazione, priorità su cui l' intero Esecutivo è concentrato", dice il ministro della Giustizia Marta Cartabia. La misura delude però i medici, che la definiscono "poco incisiva" sull'obbligo vaccinale e "insufficiente" sullo scudo penale. E anche i magistrati, ma per motivi diversi, non approvano. "Gli scudi penali di per sé non sono un'ottima idea - commenta il presidente dell'Anm Giuseppe Santalucia - ma siamo in un momento eccezionale e saremo collaborativi".

Capitolo scuole

L'altra scelta forte del governo è quella sulla scuola, come aveva ampiamente fatto capire Draghi nell'ultima conferenza stampa: la presenza in classe "è obiettivo primario del governo" e dunque "le scelte dei governatori dovranno essere riconsiderate" alla luce di questa impostazione. Così il decreto stabilisce non solo la presenza fino alla prima media in zona rossa - e fino alla terza media in arancione, con le superiori in presenza al 50% - ma anche uno stop al potere delle Regioni sulla scuola, visto che i governatori non potranno cambiare questa scelta, come invece era loro stato consentito finora da tutti i Dpcm precedenti. La misura, dice il testo, "non può essere derogata da provvedimenti dei presidenti di Regione o delle province autonome". Una scelta, nel giorno in cui Macron chiude tutte le scuole per 3 settimane e manda tutto il paese in zona rossa, che conferma la volontà di Draghi di accentrare la gestione dell'emergenza almeno sui temi che ritiene più rilevanti. E che potrebbe rompere la fragile tregue raggiunta con le Regioni appena ieri.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved