il-papa-taglia-le-retribuzioni-dei-religiosi-per-la-crisi
(Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
6 ore

’Ndrangheta, in Svizzera il gestore di un giro di soldi sporchi

Un 52enne italiano residente nella Confederazione è considerato il ‘dominus’ di un giro di affari che reinvestiva all’estero i soldi della malavita
Estero
6 ore

La sfida di Edimburgo: ‘Referendum per la secessione nel 2023’

La first minister scozzese Nicola Sturgeon annuncia un voto ‘consultivo’. ‘La democrazia scozzese non sarà prigioniera di Johnson o di un altro premier’
Estero
12 ore

Dalla Casa Bianca trapelano dubbi sulla vittoria ucraina

Fonti interne all’amministrazione Usa discutono dell’opportunità che Kiev ‘moderi le sue aspettative’ accettando anche perdite territoriali irreversibili
Confine
13 ore

Infrazioni a sei cifre a cavallo del confine

Intercettati beni per un valore complessivo di 1’734’342 euro non dichiarati da parte della Guardia di finanza. E pure una cartella ipotecaria
Estero
14 ore

Strage di migranti in Texas: complice il caldo, 46 morti

Fra le vittime, rinvenute in un camion abbandonato a San Antonio, quattro bambini. Il governatore attacca Biden: ‘Queste morti sono le sue’
Estero
22 ore

A Roma brucia un capannone, le fiamme non si fermano

Finora le persone rimaste intossicate sono poco più di una trentina, tra i quali quattro poliziotti; trasportati all’ospedale una donna con un bambino
Estero
1 gior

Treno colpisce un camion e deraglia in Missouri, morti e feriti

L’incidente è occorso ad un incrocio stradale nei pressi della città di Mendon, a circa 130 chilometri da Kansas City
24.03.2021 - 12:42
Aggiornamento: 18:37
Ats, a cura de laRegione

Il Papa taglia le retribuzioni dei religiosi per la crisi

Papa Francesco ha tagliato del 10% le retribuzioni dei cardinali e a scendere per gli altri altri superiori, ecclesiastici e religiosi

Il Papa con un Motu Proprio ha deciso il contenimento della spesa per il personale della Santa Sede, del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano e di altri Enti collegati considerata la crisi finanziaria, aggravata dalla pandemia.

"Ritenuto di dover procedere a riguardo secondo criteri di proporzionalità e progressività" e "con la finalità di salvaguardare gli attuali posti di lavoro" è stato deciso un taglio delle retribuzioni che toccherà i cardinali per il 10% e a scendere per gli altri superiori, ecclesiastici e religiosi. Per queste figure apicali vengono sospesi anche gli scatti di anzianità.

"Un futuro sostenibile economicamente richiede oggi, fra altre decisioni, di adottare anche misure riguardanti le retribuzioni del personale" del Vaticano, sottolinea Papa Francesco nel Motu proprio.

"Considerato il disavanzo che da diversi anni caratterizza la gestione economica della Santa Sede" e "considerato l'aggravamento di tale situazione a seguito dell'emergenza sanitaria determinata dalla diffusione del Covid-19, che ha inciso negativamente su tutte le fonti di ricavo della Santa Sede e dello Stato della Città del Vaticano", il Papa assume una decisione drastica, ma proporzionale e progressiva, sui costi per il personale che "costituiscono - come il Pontefice stesso ricorda - una rilevante voce di spesa nel bilancio della Santa Sede e dello Stato della Città del Vaticano".

Quindi a decorrere dal 1° aprile 2021 la retribuzione, comunque denominata, corrisposta dalla Santa Sede ai cardinali è ridotta del 10%. La retribuzione degli altri Superiori, inquadrati nei livelli retributivi C e C1, è ridotta dell'8%. I salari di ecclesiastici e religiosi, inquadrati nei livelli retributivi C2 e C3 e nei dieci livelli funzionali non dirigenziali, sono ridotte del 3%.

Questi tagli non sono applicati "qualora l'interessato documenti che gli sia impossibile far fronte a spese fisse connesse allo stato di salute proprio o di parenti entro il secondo grado".

Vengono poi sospesi per tutti fino ad aprile 2023 gli scatti di anzianità: oltre ai cardinali, ai superiori, agli ecclesiastici e ai religiosi, interessati dal taglio dello stipendio, la norma si applica anche al "personale con contratto di livello funzionale dal 4 al 10, entrambi inclusi, della Santa Sede, del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano e degli Enti le cui retribuzioni siano corrisposte dalla Santa Sede o dallo Stato della Città del Vaticano".

Le disposizioni "si applicano anche al Vicariato di Roma, ai Capitoli delle Basiliche Papali Vaticana, Lateranense e Liberiana, alla Fabbrica di San Pietro e alla Basilica di San Paolo fuori le mura".

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
papa francesco retribuzioni religiosi vaticano
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved