ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
53 min

’Ndrangheta, sequestrati beni per 45 milioni tra Italia e Usa

I patrimoni sono riconducibili a due fratelli imprenditori nel settore edilizio-immobiliare
Estero
10 ore

Minaccia terroristica: chiude l’ambasciata svizzera ad Ankara

Un portavoce del Dipartimento federale degli affari esteri ha parlato di informazioni concrete di pericolo di attentati
Estero
11 ore

Protagonista del Ticinogate, Gerardo Cuomo di nuovo arrestato

Nel 2001 era stato al centro di uno scandalo di corruzione. Più volte nel mirino delle inchieste per contrabbando di sigarette, è stato fermato a Bologna.
stati uniti
12 ore

La Fed alza i tassi dello 0,25%, mai così alti dal 2007

La Federal Reserve parla di mossa appropriata in vista degli obiettivi massima occupazione e inflazione al 2%
russia
12 ore

Il ritorno di Stalin, un busto a Volgograd

Nell’ottantesimo anniversario della battaglia di Stalingrado, tra storia e propaganda
la guerra in ucraina
12 ore

Gli Stati Uniti pronti a fornire missili più potenti a Kiev

Pure Netanyahu valuta l’invio di armi a Zelensky, e intanto si offre come mediatore con Mosca
stati uniti
13 ore

NIkki Haley sfida Trump alla Casa Bianca

Atteso per il 15 febbraio l’annuncio ufficiale dell’ex ambasciatrice all’Onu. Intanto l’Fbi torna dall’ex presidente per i documenti top secret
stati uniti
13 ore

Afroamericano in sedia a rotelle ucciso dalla polizia

Shock a Los Angeles,10 colpi contro l’uomo con le gambe amputate
Estero
16 ore

Con un vitello sulla Piazza Rossa, 13 giorni di carcere

La giovane fermata a Mosca, attivista per i diritti degli animali, condannata per aver resistito all’arresto: sulla Piazza è vietata ogni manifestazione
Confine
18 ore

Verso l’Italia con una pistola e 11mila euro, fermato a Brogeda

A carico del conducente di un’autovettura è scattata la segnalazione e il sequestro dell’arma, oltre alla contestazione per la valuta non dichiarata
Stati Uniti
21 ore

Colpo partito sul set di Rust, incriminato formalmente Baldwin

L’attore sparò con una pistola di scena convinto che fosse caricata a salve e colpì la direttrice della fotografia.
Estero
22 ore

Il Senato italiano approva l’accordo fiscale sui frontalieri

Unanimità quasi totale, con un solo astenuto e nessun voto contrario: passa ora alla Camera dove il sì appare scontato. Discusso anche il nodo telelavoro
17.02.2021 - 23:12

Fiducia di ferro per Draghi: ‘L’unità è un dovere’

L'ex presidente della Bce incassa l'ok del Senato dopo un discorso apprezzato da più parti. Oggi la palla passa alla Camera

fiducia-di-ferro-per-draghi-l-unita-e-un-dovere
(Keystone)

"L'unità non è un'opzione, è un dovere". Richiama al senso di "responsabilità nazionale" Mario Draghi nel suo intervento programmatico alle Camere: non un esecutivo tecnico o del presidente, il suo è il "governo del Paese" e ha il compito di avviare una "Nuova ricostruzione". Parla 53 minuti e all'inizio di un discorso denso dichiara un'emozione che si fa sentire quando cita, sbagliando le cifre, i dati della pandemia. L'euro come scelta "irreversibile", lo sguardo rivolto al futuro e ai giovani, la lotta al virus, l'ambiente (che si lavora per mettere in Costituzione), sono alcuni tra i temi fondanti del discorso.

L'ex presidente della Bce pone come ancoraggio, in politica estera, l'Europa e l'Alleanza Atlantica. Con la Russia e la Cina la porta del dialogo resta aperta ma Draghi mette sul tavolo le "preoccupazioni" per il mancato rispetto dei diritti umani. Inizia poco dopo le 10 di mattina e anche se il voto di fiducia arriverà solo a tarda sera, il premier sa già che può contare su una maggioranza record nelle Aule. I voti favorevoli in Senato potrebbero arrivare a quota 295-298. Certo, c'è da tenere conto del dissenso M5s, che però strada facendo è andato assottigliandosi. La pattuglia dei contrari a Palazzo Madama dagli iniziali 40 potrebbe addirittura dimezzarsi. Sono 21 gli applausi che i senatori tributano al nuovo presidente del Consiglio. La politica ascolta e quasi unanime plaude, per le polemiche ci saranno altri giorni: Berlusconi invita a guardare al "minimo comune denominatore" fra le forze che sostengono il governo, Zingaretti in una dichiarazione stringata si dice convinto che "l'Italia si trovi in buone mani". Draghi prova a rassicurare: la collaborazione a cui sono chiamati non è destinata a scolorire le identità di ciascun partito ma è interpretazione dello spirito di servizio. Accanto al premier, alla sua destra, siede il ministro leghista Giancarlo Giorgetti: è a lui che si rivolge con lo sguardo quando tentenna per un attimo sui numeri della pandemia. Draghi perimetra però chiaramente l'azione del suo esecutivo: a Salvini che ha attaccato l'euro, dice senza giri di parole che quella è "una scelta irreversibile". Ma non solo.

L'Europa come priorità

L'ancoraggio all'Europa è una necessità per l'ex presidente della Bce: "Non c'è sovranità nella solitudine. C'è solo l'inganno di ciò che siamo - dice in uno dei passaggi più articolati del suo intervento - nell'oblio di ciò che siamo stati e nella negazione di quello che potremmo essere". L'Aula apprezza, il Capitano meno e infatti rimane a braccia conserte mentre in molti battono le mani. E sulla moneta unica taglia corto "Non è di attualità", replica. Si attira anche qualche 'buuh' dai banchi del centrodestra Draghi: accade quando ringrazia Conte. Ma il premier senza dare l'impressione di voler azzerare quanto fatto dal predecessore dalla lotta al virus al Recovery segna però parecchie discontinuità. Nell'Italia di Draghi non c'è posto per i gazebo a forma di primula immaginati dal commissario Arcuri: sui vaccini è necessario correre, va usato ogni spazio e ogni forza a disposizione per battere il virus "nemico di tutti". La scuola deve riaprire, i giovani - a cui Draghi riserva ampio spazio - hanno il diritto di recuperare il tempo perso.

La citazione di Cavour

Come insegna Cavour, avverte però il premier, l'imporsi dell'emergenza non esclude la necessità di fare le riforme. Pubblica amministrazione, giustizia civile e fisco sono in cima alla lista. E poi il Recovery. I 210 miliardi a disposizione sono un'occasione da non perdere e su questo concordano da sempre tutti. Ma come renderli davvero utilizzabili è la domanda a cui è più difficile rispondere. La governance - elemento scatenante della crisi del Conte II - sarà nelle mani del ministero dell'Economia, in raccordo con i colleghi. Il Parlamento, che ha ora all'esame l'ultima bozza messa a punto dal precedente esecutivo e che è invitato a fare in fretta, "verrà costantemente informato", dice nel suo intervento Draghi. Deputati e senatori però non hanno alcuna intenzione di fare da 'passacarte' e anche se non è ancora il momento dei distinguo l'allarme per il rischio di vedersi esautorati è scattato. E così nella replica il premier parte proprio da qui: "Voglio ribadire quanto considero cruciale la funzione e il lavoro delle Camere, in particolare per quanto riguarda il programma di Ripresa e resilienza".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved