03.02.2021 - 14:03

Italia, Mario Draghi accetta con riserva l'incarico da premier

L'ex governatore della Banca Centrale Europea dovrà ora sondare il mondo politico per assicurarsi una maggioranza in parlamento per formare il nuovo governo

italia-mario-draghi-accetta-con-riserva-l-incarico-da-premier
(Keystone)

Il presidente della repubblica italiana Sergio Mattarella ha ricevuto questa mattina al Quirinale il professor Mario Draghi al quale ha conferito l'incarico di formare un nuovo governo. Draghi si è riservato di accettare. Lo ha dichiarato il segretario generale del Quirinale, Ugo Zampetti dopo un'ora e dieci di colloquio tra Mattarella e Draghi.

"Ringrazio il presidente della repubblica per la fiducia che mi ha voluto accordare. È un momento difficile", ha detto Mario Draghi dopo l'incontro con il presidente Mattarella al Quirinale. "Vincere la pandemia, completare la campagna vaccinale, offrire risposte ai problemi quotidiani, rilanciare il Paese sono le sfide". Sono fiducioso che dal confronto con i partiti, con i gruppi parlamentari e le forze sociali emerga unità e capacità di dare una risposta responsabile".

"La consapevolezza dell'emergenza richiede risposte all'altezza della situazione e con questa speranza che rispondo all'appello" di Mattarella, ha aggiunto il presidente incaricato del Consiglio dei ministri. Abbiamo a disposizione le risorse straordinarie dell'Ue, abbiamo la possibilità" di operare "con uno sguardo attento alle future generazioni e alla coesione sociale".

Dopo la notizia dell'incarico a Draghi, la Borsa di Milano segna un +2,6%. Gli analisti finanziari guardano infatti con favore ad un governo guidato da Mario Draghi e ritengono che "possa portare stabilità politica". Con l'ex presidente della BCE alla guida di un nuovo esecutivo gli investitori stranieri parlano di una "grande spinta di fiducia".

Draghi è una "figura conosciuta. Un uomo del fare", spiega Piet Christiansen, capo stratega di Danske Bank. "Sono rialzista - aggiunge - sulla possibilità di Draghi come premier". Sarebbe una grande spinta di "fiducia per gli investitori stranieri visto che Draghi è così conosciuto e rispettato", afferma Peter Chatwell, capo della strategia multi-asset di Mizuho. "Anche se un governo di unità nazionale è in grado di non fare altro che gestire attraverso questa crisi di Covid, allora questo sarà anche l'ideale per gli investitori, che non vogliono incertezze politiche".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved