usa-l-intevista-sfogo-di-trump-su-fox-news
Il presidente uscente degli Stati Uniti (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
10 ore

Wojtyla, 40 anni fa l'attentato in Piazza San Pietro

Ali Agca sparò due colpi contro il Pontefice, che venne sottoposto a un'operazione di cinque ore e mezza e riuscì a sopravvivere
Estero
13 ore

"Ridurre diseguaglianze e combattere esclusione sociale"

Sono alcuni tra gli aspetti principali della dichiarazione dei leader Ue sul pilastro sociale adottata stamani
Estero
15 ore

Brexit, 30 cittadini Ue detenuti alla frontiera nel 2021

Avevano tentato di entrare nel Paese per lavoro senza avere il visto necessario o lo status di residenza previsto dallo 'EU Settlement Scheme'
Estero
15 ore

Stadio razzo cinese fotografato nel cielo di Roma

L'astrofisico Gianluca Masi: "L'osservazione era possibile agilmente a occhio nudo"
Estero
16 ore

Covid, in India superata soglia dei 4mila morti in un giorno

Da inizio pandemia sono 238'270 le vittime nel paese a causa del Coronavirus. Nelle ultime 24 ore si registrano 401'078 nuovi casi
Estero
1 gior

L'Europa boccia Biden sui brevetti

Secondo i 27 dell'Ue il problema sta nella produzione, non nella libertà della proprietà intellettuale
Estero
1 gior

Johnson espugna un fortino dei laburisti

I Labour faticano nelle elezioni locali e avanzano i tories del primo ministro in carica. In attesa del voto in Scozia
Estero
1 gior

In aula a Bologna i conti svizzeri di Licio Gelli

Nel nuovo processo sulla strage in stazione del 1980 ricostruiti i flussi di denaro dell'ex capo della P2
Estero
1 gior

Colombia nel caos: ‘Saccheggi ed esecuzioni in strada’

Il bilancio è di 24 morti dopo le proteste per la riforma fiscale che avrebbe sfavorito le classi più povere. ‘Nei negozi manca perfino il latte’
Confine
1 gior

Calano i contagi da Covid-19 a Como. Ma le misure restano

Nel fine settimana in centro stabiliti dei circuiti pedonali a senso unico e posto il divieto di transito per i veicoli
Estero
1 gior

Stati Uniti: una ragazza spara in una scuola, tre feriti

Si tratta di una giovane di prima media, non è ancora chiaro il motivo del gesto
Estero
2 gior

Nella Manica navi da guerra inglesi contro i pescatori francesi

Una diversa interpretazione delle regole marittime dell'accordo Brexit nell'isola di Jersey crea un'escalation tra Londra e Parigi. Ora via alla diplomazia
Stati Uniti
29.11.2020 - 19:350
Aggiornamento : 22:00

Usa, l'intevista-sfogo di Trump su Fox News

In quasi un'ora di intervista (genuflessa), il presidente degli Stati Uniti ammette le sconfitte legali e ora se la prende con i giudici

"Spero ci sia ancora una strada per la vittoria, ma è dura arrivare davanti alla Corte Suprema". Lo sfogo di Donald Trump va in onda di domenica mattina sull'amata-odiata Fox News, nella prima intervista dalle elezioni.

Intervista trasformatasi fin dalle prime battute in un vero e proprio comizio telefonico durato circa un'ora, con la conduttrice Maria Bartiromo che nemmeno prova a fare la giornalista: invece di porre qualche domanda, si limita a dare assist alle asserzioni, per ora senza prove, del presidente uscente.

La giornalista non fa la giornalista: è bufera sui social

"È stato un colloquio di lavoro per una sua assunzione a Newsmax", ha ironizzato su Twitter l'ex portavoce del presidente Bill Clinton, riferendosi alla rete televisiva conservatrice che Trump vorrebbe acquistare per fare la concorrenza proprio a Fox. E in molti fanno anche notare che in quell'ora non si è mai parlato della pandemia proprio nel giorno in cui gli Stati Uniti registrano il raddoppio dei casi a novembre, a ben 4 milioni di nuovi contagi.

Le ammissioni sul fallimento dell'offensiva legale

Quest'ultimo, pur ribadendo la sua assoluta indisponibilità a concedere la vittoria a Joe Biden, per la prima volta è sembrato ammettere che l'offensiva legale scatenata nel tentativo di ribaltare l'esito del voto è destinata a fallire. Del resto l'ultimo schiaffo è arrivato dalla Corte Suprema della Pennsylvania che ha respinto l'ennesima richiesta dei repubblicani, quella di bloccare la certificazione dei risultati.

'È colpa dei giudici che non ci fanno presentare le prove'

Così il presidente uscente degli Stati Uniti se l'è presa con i giudici. "Queste elezioni sono state le più truccate di sempre, una frode assoluta contro il popolo americano", ha ribadito, "ma non ci permettono di mostrare le prove, dicono al presidente degli Stati Uniti che non ne ha la possibilità. Ma che razza di sistema giudiziario abbiamo?". "Io vorrei avanzare un'unica grande causa con le prove incredibili e le centinaia e centinaia di dichiarazioni giurate che abbiamo raccolto - ha aggiunto - ma non ce lo permettono".

Grande frustrazione, dunque, da parte del presidente uscente. Ma questo non vuol dire che nei prossimi giorni non ci saranno ulteriori tentativi da parte della campagna di Trump: "Ma dobbiamo muoverci molto velocemente", ha insistito, ben sapendo che il 14 dicembre, data in cui il collegio dei grandi elettori ufficializzerà la vittoria di Biden, si avvicina. Se dovesse andare così, Trump ha già spiegato che lascerà la Casa Bianca, anche se la sua battaglia è destinata a continuare. Di fatto, per molti osservatori, è proprio da qui che partirà la campagna elettorale per la possibile ricandidatura nel 2024.

Ora tutti in Georgia

Ma prima per Trump e i repubblicani c'è da portare a casa i ballottaggi per i due seggi che restano ancora da assegnare al Senato. Per i democratici, se dovessero vincere, si tratta di un voto decisivo per assicurarsi il controllo dell'intero Congresso. Non è un caso se Trump sabato prossimo sarà proprio in Georgia, la roccaforte conservatrice che però quest'anno lo ha tradito, facendo compiere a Biden un'impresa che nemmeno a Barack Obama era riuscita.

Intanto il prossimo presidente...

Il presidente eletto intanto nelle prossime ore riceverà il primo briefing ufficiale sulla sicurezza e lavora per mettere a punto squadra di governo e agenda dei primi cento giorni alla Casa Bianca. Cento giorno in cui Biden comincerà a rottamare anche la stretta sull'immigrazione operata da Trump con oltre 400 decreti. Tra i primissimi atti di Biden, spiegano dal suo transition team, lo stop alla costruzione del muro col Messico e l'abolizione del 'travel ban' da alcuni Paesi musulmani. Ma si pensa anche al l blocco dei rimpatri forzati per almeno cento giorni e all'istituzione di una task force per riunire le famiglie di immigrati. Insieme al segretario per l'Homeland Security Alejandro Mayorkas, il primo ispanico a ricoprire quel ruolo, Biden invierà poi al Congresso una legge che indichi un percorso di cittadinanza per 11 milioni di immigrati irregolari e un provvedimento per rafforzare il programma per i Dreamer.

© Regiopress, All rights reserved