laRegione
l-italia-supera-la-soglia-delle-50-000-vittime-per-covid
(Keystone)
Italia
23.11.2020 - 19:040

L'Italia supera la soglia delle 50'000 vittime per Covid

22'930 i nuovi casi nella vicina Penisola, 630 i decessi nelle ultime 24 ore. Le numerose uscite dall'isolamento abbassano il numero degli attualmente positivi

Oltre 50'000 morti, esattamente 50'453 in Italia dall'inizio della pandemia. I 630 decessi delle ultime 24 ore contribuiscono a superare la macabra soglia a 11 mesi dall'inizio della pandemia.

I nuovi casi di coronavirus individuati in Italia nelle ultime 24 ore sono 22'930, circa 5400 meno di ieri, che portano il totale dei contagiati a 1'431'795. 

Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 148'945 tamponi, circa 40 mila meno di ieri. Dai dati emerge inoltre una sostanziale stabilità del rapporto tra positivi individuati e tamponi effettuati: è al 15,3%, mentre domenica era al 15%.

Per la prima volta dall'inizio della seconda ondata, calano gli attualmente positivi: secondo il bollettino sono 796'849, 9098 in meno rispetto a domenica quando erano 805'947.

La forte diminuzione dei malati è dovuta all'uscita dall'isolamento domiciliare di 9525 persone nelle ultime 24 ore. Domenica erano 767'867 gli italiani in quarantena, oggi sono 758'342. I dimessi e i guariti dall'inizio dell'emergenza sono invece 584'493, con un incremento di 31'395 rispetto alla giornata di domenica.

Tornano a calare i ricoveri in terapia intensiva: sono nove i nuovi ingressi nelle ultime 24 ore, mentre ieri erano 43, per un totale arrivato a 3810. Sale invece l'incremento dei pazienti ricoverati nei reparti ordinari degli ospedali: ad oggi ci sono 34'697 persone, con un aumento di 418, quasi il doppio di domenica (+216).

Il bollettino del ministero indica che a livello territoriale è ancora la Lombardia a far segnare il maggior incremento, con 5289 casi in un giorno. Seguono Veneto (+2540), Emilia Romana (+2347), Lazio (+2341) e Campania (+2158). Aumenti a quattro cifre anche in Piemonte, Toscana e Sicilia.

 

© Regiopress, All rights reserved