la-corte-suprema-della-pennsylvania-boccia-trump-sul-voto
La Casa Bianca (Keystone)
usa 2020
18.11.2020 - 07:14
Aggiornamento: 07:30
di Ats/Ansa

La Corte suprema della Pennsylvania boccia Trump sul voto

I responsabili delle operazioni di voto a Filadelfia non hanno impropriamente bloccato i funzionari della campagna del presidente dal monitorare lo scrutinio

La Corte suprema della Pennsylvania infligge una nuova sconfitta alla campagna di Donald Trump. Con cinque voti a favore e due contrari, la Corte ha stabilito che i responsabili delle operazioni di voto a Filadelfia non hanno impropriamente bloccato i funzionari della campagna del presidente dal monitorare lo scrutinio.

Si tratta di una decisione importante visto che finora la lamentela più ripetuta dal presidente e dal suo staff è stata quella del mancato controllo del conteggio delle schede a Filadelfia.

Trump silura responsabile cybersicurezza

Il presidente americano Donald Trump silura il responsabile per la cybersicurezza Chris Krebs per aver definito le elezioni 2020 le più sicure della storia. “Le recenti dichiarazioni di Chris Krebs sulla sicurezza delle elezioni 2020 sono state molto inaccurate, in quanto vi sono state frodi, quali il voto di persone morte. Per questo con effetto immediato Krebs è licenziato da direttore della cybersicurezza e della sicurezza dell'infrastruttura”, ha twittato Trump.

“L'unica cosa sicura delle elezioni 2020 è che sono state virtualmente impenetrabili a poteri stranieri. Di questo l'amministrazione Trump si prende il credito. Sfortunatamente i democratici della sinistra radicale hanno avuto più successo”, ha aggiunto.

Krebs in seguito ha twittato: “Onorato di servire” il paese, “abbiamo fatto bene, difendere oggi, assicurare domani”. Al suo tweet Krebs allega l'hashtag #Protect2020.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
corte donald trump pennsylvania
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved