hackerato-il-sito-della-campagna-elettorale-di-trump
(Keystone)
Usa
28.10.2020 - 11:370
Aggiornamento : 30.10.2020 - 18:48

Hackerato il sito della campagna elettorale di Trump

Gli autori dell'attacco hanno pubblicato un messaggio promettendo la rivelazione di "informazioni compromettenti" su Trump e il Covid in cambio di denaro

Il sito ufficiale della campagna elettorale di Donald Trump è stato hackerato questa notte per poche ore intorno alla mezzanotte, ora svizzera. La pagina "Eventi" stata sostituita da un messaggio con il quale gli autori dell'attacco chiedevano di versare una somma in criptovalute, tramite un sistema non tracciabile, in cambio della rivelazione di presunte informazioni compromettenti sul presidente Usa.

"Il mondo ne ha abbastanza delle false notizie diffuse quotidianamente dal presidente Donald J. Trump. É tempo di permettere al mondo di conoscere la verità". Così esordivano gli ignoti hacker, sostenendo di essere in possesso delle prove che dimostrano il coinvolgimento di Trump nella diffusione del Covid-19 e il presunto tentativo di manipolare le elezioni 2020 in combutta con "attori stranieri". Alla fine, una doppia scelta offerta al visitatore del sito: versare dei soldi per mantenere segrete le informazioni oppure pagare affinchè fossero rivelate.

Il sito è tornato alla normalità in poche ore, ignoti al momento gli autori dell'attacco. Lo staff della campagna elettorale ha confermato l'attacco, dichiarando che nessun dato sensibile è stato messo in pericolo. Circa le cause, alcune analisi tecniche ipotizzano una violazione delle credenziali di accesso. Al riguardo, è da segnalare che alcuni giorni fa un ricercatore olandese sosteneva di aver violato l'account Twitter di Donald Trump utilizzando la password "maga2020!", analogamente alla rivendicazione di alcuni hacker etici di aver utilizzato nel 2016 la password "yourefired" ("seilicenziato") per accedere all'account del presidente.

 

 

 

Ingrandisci l'immagine
© Regiopress, All rights reserved