ULTIME NOTIZIE Estero
caro-energia
4 ore

L’Opec taglia la produzione di petrolio: schiaffo agli Usa

Diminuzione di due milioni di barili al giorno proprio mentre Washington cercava di contenere i prezzi
tensioni in asia
4 ore

Gli Usa rispondono a Kim, ma il missile si schianta al suolo

Il vettore di Seul fuori controllo ha creato terrore e panico tra gli abitanti di una tranquilla cittadina sulla costa orientale della Corea del Sud
diritti civili
4 ore

Slovenia: il Parlamento approva il matrimonio gay e l’adozione

Si tratta del primo Paese dell’ex area comunista a farlo. Attuata un’indicazione dell’Alta Corte
la guerra in ucraina
6 ore

Putin: ‘Ci riprenderemo tutti i territori persi’

Lo zar promuove Kadyrov e annette anche la centrale nucleare, ma Kiev avanza ancora
Estero
7 ore

Servizi americani: ‘Kiev dietro l’omicidio Dugina, Usa estranei’

Secondo fonti dell’intelligence citate dal Nyt, i servizi di Washington non erano a conoscenza dell’attentato contro la figlia dell’ideologo di Putin
Confine
7 ore

Trenord, disagi previsti nel weekend a causa di uno sciopero

Sabato 8 in caso di ripercussioni saranno disponibili autobus sostitutivi tra Milano Cadorna e l’aeroporto T1 di Malpensa e tra Stabio e il T1.
Confine
8 ore

Como, tra le province con i dati più bassi di criminalità

I furti in abitazione e la piaga dell’usura indicano qualche segnale di allarme, ma inferiore rispetto a Milano che si trova in cima alla graduatoria.
Estero
10 ore

Getta in terra sculture ai Musei Vaticani, fermato un turista

L’uomo ha danneggiato gravemente due antichi busti nella galleria Chiaramonti. È apparso agitato e ha detto di voler parlare col papa
Confine
12 ore

Operazione ‘Cavalli di razza’, chiesti quasi 400 anni di pena

I 34 imputati alla sbarra hanno scelto il rito abbreviato per beneficiare della riduzione di un terzo della pena. Due arresti avvenuti a Lugano.
Estero
12 ore

Guasti a Nordstream 1 e 2, probabile la ‘mano’ di uno Stato

È l’ipotesi avanzata dallo Spiegel sulla natura delle falle nei gasdotti. Secondo cui sarebbe stato oggetto di un ‘sabotaggio mirato’
Italia
13 ore

In auto a dormire o a far spesa dopo aver timbrato

Timbravano il badge di entrata e poi si assentavano. Nei guai sei dipendenti del Comune di Santa Domenica Vittoria, nel Messinese
Estero
15 ore

Luce verde al nuovo pacchetto di sanzioni contro la Russia

Trovato l’accordo: l’Unione europea prepara un altro giro di vite. Che contempla pure il tetto al prezzo del petrolio
19.08.2020 - 07:44
Aggiornamento: 20:15

Joe Biden conquista la nomination democratica per la Casa Bianca

L'ex vicepresidente ha superato il quorum dei 2374 delegati necessari per diventare il ‘nominee’ alla presidenza degli Stati Uniti

di Ats/Ansa
joe-biden-conquista-la-nomination-democratica-per-la-casa-bianca
Biden (Keystone)

È ufficiale: Joe Biden conquista la nomination democratica per la Casa Bianca. Sorridente e visibilmente emozionato l'ex vicepresidente ringrazia tutti. “Grazie, grazie. Ci vediamo giovedì”, dice fra qualche palloncino e un po' di coriandoli che gli piovono addosso. Accanto c'è la moglie Jill, la regina della serata. L'ex Second Lady parla alla convention democratica dalla classe di una scuola e non nomina mai Donald Trump, limitandosi a tessere le lodi del marito.

“Come si ricostruisce una famiglia distrutta? Nello stesso modo in cui si ricostruisce un paese. Con amore e comprensione, con piccoli atti di empatia. Con coraggio e con una fede irremovibile”, spiega Jill dipingendo il suo compagno di vita da oltre 40 anni come un uomo “deciso” che “lavora per gli altri”.

Un uomo adatto a questo momento per la Casa Bianca. “Joe farà per le vostre famiglie quello che fa per la sua”, dice l'aspirante First Lady rivolgendosi agli americani, ai quali spiega – lanciando un messaggio di unità – come “l'amore ci rende resilienti e ci consente di diventare meglio di quello che siamo da soli. Joe può unirci e farci andare avanti”.

Su Twitter Biden scrive che “è l'onore della mia vita accettare la nomination del partito democratico per la presidenza degli Stati Uniti d'America”. Nel ‘roll call’, il tradizionale appello in cui i rappresentanti dei vari Stati e territori degli Usa annunciano il loro voto per il candidato, l'ex vicepresidente ha superato il quorum dei 2374 delegati necessari per diventare il ‘nominee’. Ora ne ha 3459 contro i 1121 di Bernie Sanders.

Si congratula il suo ex capo Barack Obama: "sono orgoglioso di te", twitta l'ex presidente. Congratulazioni arrivano anche da Alexandria Ocasio-Cortez. Chi si aspettava dalla pasionaria star deputata dei democratici un endorsement a Biden è rimasto deluso: la Ocasio-Cortez è intervenuta prima dell'apertura del roll call e ha sostenuto la nomination di Bernie Sanders, riuscito a creare un "movimento storico".

Un intervento che ha confuso molti soprattutto sulle reti sociali, tanto che la deputata è stata costretta a spiegare in un tweet il perché del suo intervento: "se siete confusi, non vi preoccupate. Le regole della convention richiedono la roll call e le nomination per tutti i candidati che superano la soglia dei delegati. Mi è stato chiesto di essere la seconda per la nomination di Sanders per il roll call. Le mie profonde congratulazioni a Joe Biden, ora andiamo e vinciamo a novembre".

La seconda serata della convention democratica scorre più lentamente della precedente ma il messaggio è costante e riguarda Donald Trump. Lo dice l'ex presidente Bill Clinton, gli fanno eco l'ex segretario di stato ed ex candidato alla Casa Bianca John Kerry e la figlia di Jfk Caroline Kennedy, e lo condivide a gran voce Colin Powell: Trump è l'uomo sbagliato per la Casa Bianca e va rimosso.

"Il paese ha bisogno di un commander-in-chief che si prenda cura delle nostre truppe come si prende cura della sua famiglia. Joe Biden non ha bisogno di insegnamenti", dice Powell, l'ex segretario di stato repubblicano che nel 2008 e nel 2012 ha appoggiato Barack Obama e nel 2016 Hillary Clinton nonostante sia stato considerato per anni il futuro dei conservatori.

"Difende solo se stesso, non il paese", aggiunge Kerry mettendo in evidenza che gli Stati Uniti hanno bisogno di un leader rispettato all'estero, non di uno che viene deriso. "Con Donald Trump c'è solo caos alla Casa Bianca", mette in evidenza Bill Clinton, definendo Trump un "bullo crollato come un castello di carta".

"Il nostro partito - ha affermato - è unito nell'offrirvi una scelta molto diversa: un presidente che va al lavoro, un uomo semplice, che porta a termine quello che fa. Un uomo con una missione: assumersi le responsabilità, non scaricare le colpe, concentrato, non distratto, che unisce, e non divide. La nostra scelta è Joe Biden".

"Joe ha l'esperienza, il carattere e il decoro morale per unirci e restituirci la grandezza americana. Meritiamo una persona con integrità e giudizio, qualcuno che è onesto e corretto, qualcuno che è impegnato a fare quello che è meglio per il popolo americano", ha affermato da parte sua l'ex presidente Jimmy Carter.

Al coro dei contrari a Trump si aggiunge anche la vedova del repubblicano John McCain, che affida a un video il ricordo della lunga amicizia fra "John e Joe, un'amicizia che sulla carta non avrebbe dovuto funzionare" e che invece "è durata oltre 30 anni".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved